Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Che cos'è l'attaccamento da evitare?

Che cos'è l'attaccamento da evitare?

0
76

È noto che le relazioni che un bambino instaura nei primi anni della sua vita hanno un profondo impatto sul loro benessere a lungo termine.

Quando i bambini hanno accesso a caregiver caldi e sensibili, è probabile che crescano con un attaccamento forte e sano a tali caregiver.

D'altra parte, quando i bambini non hanno tale accesso, è probabile che sviluppino un attaccamento malsano a questi caregiver. Ciò può influire sulle relazioni che formano nel corso della loro vita.

Un bambino che è saldamente attaccato al proprio caregiver sviluppa una serie di benefici, da una migliore regolazione emotiva e livelli più elevati di fiducia a una maggiore capacità di mostrare cura e empatia verso gli altri.

Tuttavia, quando un bambino è attaccato in modo insicuro al proprio caregiver, può affrontare una serie di sfide relazionali per tutta la vita.

Un modo in cui un bambino può essere fissato in modo insicuro al proprio genitore o caregiver è attraverso un attaccamento evitante.

Cos'è l'attaccamento evitante?

Un attaccamento evitante si forma nei neonati e nei bambini quando i genitori o gli operatori sanitari sono in gran parte emotivamente non disponibili o non rispondono per la maggior parte del tempo.

Neonati e bambini hanno un profondo bisogno interiore di essere vicini ai loro caregiver. Eppure possono rapidamente imparare a fermare o sopprimere le loro manifestazioni esteriori di emozione. Se i bambini si rendono conto che saranno rifiutati dal genitore o dal caregiver se si esprimono, si adattano.

Quando i loro bisogni interiori di connessione e vicinanza fisica non sono soddisfatti, i bambini con attaccamento evitante smettono di cercare vicinanza o esprimere emozioni.

Quali sono le cause dell'attaccamento evitante?

A volte, i genitori possono sentirsi sopraffatti o ansiosi di fronte ai bisogni emotivi di un bambino e chiudersi emotivamente.

Potrebbero ignorare completamente i bisogni emotivi o le necessità di connessione del loro bambino. Possono allontanarsi dal bambino quando cercano affetto o conforto.

Questi genitori possono essere particolarmente duri o negligenti quando il loro bambino sta vivendo un periodo di maggiore bisogno, come quando sono spaventati, malati o feriti.

I genitori che promuovono un attaccamento evitante con i loro figli spesso scoraggiano apertamente le manifestazioni esteriori delle emozioni, come piangere quando tristi o rumorosi esultano quando sono felici.

Hanno anche aspettative non realistiche di indipendenza emotiva e pratica anche per i bambini molto piccoli.

Alcuni comportamenti che possono favorire un attaccamento evitante nei neonati e nei bambini includono un genitore o un caregiver che:

  • rifiuta regolarmente di riconoscere le grida dei propri figli o altri spettacoli di angoscia o paura
  • sopprime attivamente le manifestazioni di emozione dei loro figli dicendo loro di smettere di piangere, crescere o irrigidirsi
  • si arrabbia o si separa fisicamente da un bambino quando mostrano segni di paura o angoscia
  • vergogna un bambino per manifestazioni di emozione
  • ha aspettative irrealistiche di indipendenza emotiva e pratica per il loro bambino

Che cosa sembra?

L'attaccamento evitante può svilupparsi ed essere riconosciuto fin dall'infanzia.

In un esperimento più vecchio, i ricercatori hanno lasciato i genitori brevemente lasciare la stanza mentre i loro bambini giocavano per valutare gli stili di attaccamento.

I bambini con un attaccamento sicuro piangevano quando i loro genitori se ne andarono, ma andarono da loro e furono rapidamente calmati quando tornarono.

I bambini con un attaccamento evitante apparivano esteriormente calmi quando i genitori se ne andarono, ma evitarono o resistettero al contatto con i genitori al loro ritorno.

Nonostante l'apparenza che non avessero bisogno del loro genitore o caregiver, i test hanno mostrato che questi bambini erano altrettanto angosciati durante la separazione quanto i bambini attaccati in modo sicuro. Semplicemente non lo hanno mostrato.

Man mano che i bambini con uno stile di attaccamento evitante crescono e si sviluppano, spesso appaiono esteriormente indipendenti.

Tendono a fare molto affidamento su tecniche auto-calmanti in modo da poter continuare a reprimere le proprie emozioni ed evitare di cercare attaccamento o sostegno da parte di altri al di fuori di se stessi.

I bambini e gli adulti che hanno uno stile di attaccamento evitante potrebbero anche avere difficoltà a connettersi con gli altri che tentano di connettersi o formare un legame con loro.

Potrebbero godere della compagnia degli altri, ma lavorare attivamente per evitare la vicinanza a causa della sensazione che non hanno – o non dovrebbero – avere bisogno degli altri nella loro vita.

Gli adulti con attaccamento evitante potrebbero anche avere difficoltà a verbalizzare quando hanno bisogni emotivi. Potrebbero essere rapidi a trovare difetti negli altri.

Puoi prevenire l'attaccamento evitante?

Per garantire a te e al tuo bambino di sviluppare un attaccamento sicuro, è importante essere consapevoli di come state soddisfacendo le loro esigenze. Fai attenzione a quali messaggi stai inviando per mostrare le loro emozioni.

Puoi iniziare assicurandoti di soddisfare tutti i loro bisogni di base, come il riparo, il cibo e la vicinanza, con calore e amore.

Canta a loro mentre li scuoti per addormentarti. Parla calorosamente con loro mentre cambi il loro pannolino.

Raccoglili per calmarli quando piangono. Non vergognarti di normali paure o errori, come versamenti o piatti rotti.

Qual è il trattamento?

Se sei preoccupato della tua capacità di favorire questo tipo di attaccamento sicuro, un terapeuta può aiutarti a sviluppare modelli genitoriali positivi.

Gli esperti riconoscono che la maggior parte dei genitori che passano un attaccamento evitante al proprio figlio lo fanno dopo averne formato uno con i propri genitori o tutori quando erano bambini.

Questo tipo di schemi intergenerazionali può essere una sfida da spezzare, ma è possibile con il supporto e il duro lavoro.

I terapisti che si concentrano sui problemi di attaccamento spesso lavorano uno a uno con il genitore. Possono aiutarli:

  • dare un senso alla propria infanzia
  • iniziano a verbalizzare i propri bisogni emotivi
  • iniziare a sviluppare legami più stretti e più autentici con gli altri

I terapisti che si concentrano sull'attaccamento lavoreranno spesso anche con genitori e figli insieme.

Un terapista può aiutare a elaborare un piano per soddisfare le esigenze di tuo figlio con calore. Possono offrire supporto e guida attraverso le sfide e le gioie! – che derivano dallo sviluppo di un nuovo stile genitoriale.

Porta via

Il dono dell'attaccamento sicuro è una cosa meravigliosa per i genitori poter dare ai propri figli.

I genitori possono impedire ai bambini di sviluppare un attaccamento evitante e sostenere il loro sviluppo di un attaccamento sicuro con diligenza, duro lavoro e calore.

È anche importante ricordare che nessuna singola interazione modellerà l'intero stile di attaccamento di un bambino.

Ad esempio, se di solito soddisfi le esigenze di tuo figlio con calore e amore ma lasci che piangano nella loro culla per alcuni minuti mentre tendi a un altro bambino, fai un passo indietro o prenditi cura di te in qualche altro modo, va bene .

Un momento qui o là non toglie la solida base che stai costruendo ogni giorno.


Julia Pelly ha conseguito un master in sanità pubblica e lavora a tempo pieno nel campo dello sviluppo positivo dei giovani. Julia ama fare escursioni dopo il lavoro, nuotare durante l'estate e fare lunghi pisolini pomeridiani con i suoi figli durante i fine settimana. Julia vive nella Carolina del Nord con suo marito e due giovani ragazzi. Puoi trovare altre sue opere su JuliaPelly.com.