Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Che cos'è la memoria ecologica e come funziona?

Che cos'è la memoria ecologica e come funziona?

0
189

Definizione di memoria ecologica

La memoria ecologica, o memoria sensoriale uditiva, è un tipo di memoria che memorizza le informazioni audio (suono).

È una sottocategoria della memoria umana, che può essere suddivisa in tre categorie principali:

  • La memoria a lungo termine conserva eventi, fatti e competenze. Può durare da ore a decenni.

  • La memoria a breve termine memorizza le informazioni ricevute di recente. Dura da pochi secondi a 1 minuto.

  • La memoria sensoriale, chiamata anche registro sensoriale, contiene informazioni dai sensi. Può essere ulteriormente suddiviso in tre tipi:
    • La memoria iconica, o memoria sensoriale visiva, gestisce le informazioni visive.
    • La memoria tattile conserva le informazioni dal tuo senso del tatto.
    • La memoria ecologica contiene informazioni audio dal tuo senso dell'udito.

Lo scopo della memoria ecologica è di archiviare le informazioni audio mentre il cervello elabora il suono. Contiene anche frammenti di informazioni audio, che danno significato al suono complessivo.

Vediamo come funziona la memoria ecologica e quanto dura, insieme ad esempi di vita reale.

Come funziona la memoria sensoriale ecologica

Quando senti qualcosa, il tuo nervo uditivo invia il suono al tuo cervello. Lo fa trasmettendo segnali elettrici. A questo punto, il suono è "grezzo" e informazioni audio non elaborate.

La memoria ecologica si verifica quando queste informazioni vengono ricevute e trattenute dal cervello. In particolare, è immagazzinato nella corteccia uditiva primaria (PAC), che si trova in entrambi gli emisferi del cervello.

Le informazioni sono contenute nel PAC opposto all'orecchio che ha udito il suono. Ad esempio, se si sente un suono nell'orecchio destro, il PAC sinistro conterrà la memoria. Ma se senti un suono attraverso entrambe le orecchie, sia il PAC sinistro che quello destro conserveranno le informazioni.

Dopo alcuni secondi, la memoria eco si sposta nella tua memoria a breve termine. È qui che il tuo cervello elabora le informazioni e dà significato al suono.

Esempi di memoria ecologica

Il processo di memoria eco è automatico. Questo significa che le informazioni audio entrano nella tua memoria ecologica anche se non provi di proposito ad ascoltare.

In effetti, la tua mente forma costantemente ricordi ecologici. Ecco alcuni esempi quotidiani:

Parlando con un'altra persona

Il linguaggio parlato è un esempio comune. Quando qualcuno parla, la tua memoria echo mantiene ogni singola sillaba. Il tuo cervello riconosce le parole collegando ciascuna sillaba alla precedente.

Ogni parola è anche memorizzata nella memoria ecologica, che consente al cervello di comprendere una frase completa.

Ascoltare la musica

Il tuo cervello usa la memoria ecologica quando ascolti la musica. Richiama brevemente la nota precedente e la collega alla successiva. Di conseguenza, il tuo cervello riconosce le note come una canzone.

Chiedere a qualcuno di ripetersi

Quando qualcuno ti parla mentre sei occupato, potresti non sentire completamente quello che dicono. Se ripetono quello che hanno detto, suonerà familiare perché la tua memoria ecologica li ha ascoltati per la prima volta.

Durata della memoria ecologica

La memoria ecologica è molto breve. Secondo il "Manuale di musicoterapia neurologica", dura solo da 2 a 4 secondi.

Questa breve durata significa che il tuo cervello può creare molti ricordi ecologici durante il giorno.

Fattori per la memoria ecologica

Tutti gli umani hanno una memoria ecologica. Tuttavia, vari fattori possono influenzare il modo in cui qualcuno ha questo tipo di memoria.

I possibili fattori includono:

  • età
  • disturbi neurologici, come la malattia di Alzheimer
  • disturbi psichiatrici, come la schizofrenia
  • uso di sostanze
  • perdita dell'udito o danno

  • disturbi del linguaggio

Dipende anche dalle caratteristiche di un suono, tra cui:

  • durata
  • frequenza
  • intensità
  • volume
  • lingua (con la parola parlata)

Memoria iconica ed ecologica

La memoria iconica, o memoria sensoriale visiva, contiene informazioni visive. È un tipo di memoria sensoriale, proprio come la memoria ecoica.

Ma la memoria iconica è molto più breve. Dura meno di mezzo secondo.

Questo perché immagini e suoni vengono elaborati in diversi modi. Poiché la maggior parte delle informazioni visive non scompare immediatamente, puoi visualizzare ripetutamente un'immagine. Inoltre, quando guardi qualcosa, puoi elaborare tutte le immagini visive insieme.

La memoria ecologica è più lunga, il che è utile perché le onde sonore sono sensibili al tempo. Non possono essere rivisti se non si ripete il suono reale.

Inoltre, il suono viene elaborato da singoli bit di informazioni. Ogni bit dà significato al bit precedente, che quindi dà significato al suono.

Di conseguenza, il cervello ha bisogno di più tempo per memorizzare le informazioni audio.

Come ottenere aiuto con la tua memoria

Tutti dimentichiamo le cose a volte. È anche normale sperimentare una perdita di memoria man mano che invecchiamo.

Ma se stai riscontrando seri problemi di memoria, è importante consultare un medico.

Consultare un medico se si hanno problemi di memoria, come:

  • perdersi in luoghi familiari
  • dimenticando come dire parole comuni
  • porre ripetutamente domande
  • impiegando più tempo a svolgere attività familiari
  • dimenticando i nomi di amici e familiari

A seconda dei tuoi problemi specifici, un medico potrebbe indirizzarti a uno specialista, come uno psicologo o un neurologo.

Porta via

Quando si sente un suono, le informazioni audio entrano nella memoria eco. Dura da 2 a 4 secondi prima che il tuo cervello possa elaborare il suono. Mentre la memoria ecologica è molto breve, aiuta a mantenere le informazioni nel cervello anche dopo che il suono è terminato.

Sebbene tutti abbiamo una memoria ecologica, fattori come l'età e i disturbi neurologici possono influire sulla capacità di ricordare i suoni. È anche normale che la memoria diminuisca con l'età.

Ma se stai riscontrando gravi problemi di memoria, è meglio consultare un medico.