7 cose sorprendenti su Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina

0
87

Io e la mia famiglia volevamo fare un viaggio per visitare la Croazia, ma volavamo a miglia e non riuscivamo a trovare voli per Dubrovnik o Zagabria. Abbiamo ampliato un po 'la nostra ricerca per iniziare invece a Sarajevo e terminare a Vienna dove abbiamo potuto trovare voli. La Croazia ci è piaciuta tanto quanto ci aspettavamo, ma la parte sorprendentemente fantastica del nostro viaggio è stata Sarajevo in Bosnia ed Erzegovina.

1 – Gerusalemme dei Balcani

Non sono abbastanza vecchio da ricordare quando l'assassino serbo Gavrilo Princip uccise l'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria a Sarajevo per iniziare la prima guerra mondiale, ma sono abbastanza grande da ricordare quando la città fu sotto assedio per 1.425 giorni durante la guerra in Bosnia. Queste immagini di guerra sono sempre associate alla mia immagine mentale di Sarajevo. Ma ricordo anche nel mezzo quando Sarajevo ha ospitato le Olimpiadi invernali nel 1984 e il mondo ha rivolto gli occhi su una città piena di speranza.

Sarajevo è di nuovo piena di speranza. È una città letteralmente ancora segnata dalla guerra ma ricostruita e pronta a ricevere visitatori. È una città che merita visitatori.

Il cuore della città è il centro storico. Nella città vecchia puoi trovare il nucleo della città che faceva parte dell'Impero ottomano per secoli. Nel diciassettesimo secolo, con 80.000 abitanti, fu la seconda città più grande dei Balcani dopo Istanbul. Sarajevo era conosciuta a volte come la Gerusalemme dei Balcani per il modo in cui convivevano diverse fedi nella città. Nel suo piccolo centro storico si potevano trovare una moschea, una chiesa ortodossa, una chiesa cattolica romana e una sinagoga.

2 – Rose di Sarajevo

Sarajevo Rose

Quando la Jugoslavia si sciolse nel 1992, la Bosnia ed Erzegovina dichiarò la sua indipendenza. La Serbia, che intendeva creare uno stato serbo della Bosnia, assediava Sarajevo. Si aspettavano che la città cadesse in pochi giorni, ma invece la città resistette dal 5 aprile 1992 al 29 febbraio 1996. Durante l'assedio furono uccise 13.952 persone, tra cui 5.434 civili.

Le cicatrici dell'assedio di Sarajevo sono lì per tutti per vedere se sai cosa stai cercando. Quando la città fu ricostruita, lasciò questi segni sul marciapiede chiamato Sarajevo Roses, dove cadde un proiettile dall'esercito serbo che circondava la città. Quando la "rosa" è dipinta di rosso in questo modo significa che qualcuno è stato ucciso quando è caduto questo guscio. Cerca uno proprio fuori dal mercato degli agricoltori centrali.

3 – Tunnel di Sarajevo

Per rifornire la città di Sarajevo durante l'assedio, i bosniaci scavarono un tunnel dall'esterno della città sotto l'aeroporto che era controllato dalle Nazioni Unite. Attraverso questo tunnel armi e cibo potevano essere portati in città. Puoi visitare una ricostruzione del tunnel nel Museo del tunnel di fuori città o puoi visitarlo, come abbiamo fatto, come parte di un tour di Sarajevo. Abbiamo fatto un giro a piedi in centro e poi un viaggio in furgone al tunnel. Entrambi sono stati molto interessanti ed entrambi sono stati organizzati dallo sponsor di Amateur TravellerJayWaytravel.com.

4 – Shopping

In generale, la città vecchia è un ottimo posto per lo shopping. Sì, ci sono le solite collezioni di magliette e negozi di souvenir a Sarajevo, ma c'è anche una meravigliosa strada piena di armeggi e fabbri chiamata Kazandžiluk che merita una visita solo per vedere le loro merci anche se non si fa shopping. Anche il vecchio mercato cittadino merita una sosta, così come i negozi circostanti.

5 – Un sfortunato arciduca

Sapevi che l'arciduca Francesco Ferdinando è sopravvissuto a un tentativo di omicidio quel giorno a Sarajevo … prima che non lo facesse? Uno dei cospiratori, il nazionalista serbo Nedjelko Cabrinovic, ha lanciato una bomba nella sua auto quella mattina, ma è rotolato dal retro della macchina e ha ferito un ufficiale e alcuni astanti. Invece di uscire dalla città, l'arciduca andò a visitare l'ufficiale ferito. Lungo la strada il guidatore fece una svolta sbagliata e si fermò di fronte al co-cospiratore di 19 anni Gavrilo Princip che sparò all'Arciduca e sua moglie. Il suo atto ha portato alla prima guerra mondiale e alla morte di 17 milioni di persone.

Una targa segna il punto di Sarajevo dove ebbe luogo l'assassinio. Dall'altra parte della strada è una panetteria abbastanza buona.

6 – Cibo

Mia figlia aveva un collega di Sarajevo che ci ha consigliato alcuni ristoranti.

  • La sua parte preferita di Sarajevo è la vecchia area del centro chiamata "Baščaršija", il centro storico e culturale della città. Ci sono molti piccoli ristoranti e caffè lì. È divertente sedersi lì e le persone guardano e hanno un ottimo caffè (turco o semplicemente regolare).
  • I piatti più popolari della Bosnia sono "apevapčići" e ha raccomandato il ristorante Petica Cevabzinica nella Baščaršija. Il piatto è a base di carne di pane e cipolle crude e, onestamente, mi sarebbe piaciuto di più se avessero grigliato quelle cipolle.
  • Abbiamo preferito un piatto chiamato "pita" (nella foto sopra) che è una torta fillo che viene cotta e può essere fatta con spinaci, formaggio, patate o manzo e cipolle (sono tutti deliziosi). Il posto migliore per provare questi è Buregdzinica Bosna (anche a Baščaršija). La nostra famiglia di 5 persone ha cenato lì per $ 14 in totale.
  • Dove la zona di Baščaršija si collega alla più moderna area "del centro" e c'è una gelateria che è molto popolare chiamata "Slasticarna Egipat". Puoi prendere un cono per circa $ 1 USA.

7 – Costo

Come i prezzi dei ristoranti sopra potrebbero averti informato, la Bosnia è uno dei posti più economici in Europa. La Bosnia-Erzegovina utilizza il marchio convertibile anziché l'euro e il paese è molto più economico della vicina Croazia. Per il prezzo di quello che uno di noi pagherebbe per cena a Dubrovnik, una famiglia di cinque persone può mangiare a Sarajevo.

Abbiamo alloggiato nell'incantevole vecchio hotel Michele Sarajevo sulla collina sopra il centro storico, che consiglio vivamente.

Sia Sarajevo che Mostar, che abbiamo visitato durante il viaggio verso Dubrovnik, sono stati i momenti salienti del nostro viaggio. Voglio tornare in questo meraviglioso paese ed esplorare più della Bosnia.

7 cose sorprendenti su Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here