2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP | Recensione primo sguardo

0
113

Offerto negli Stati Uniti per la prima volta, l’up-spec 2022 Yamaha MT-10 SP riceve gli stessi aggiornamenti dell’MT-10 ma presenta anche sospensioni semi-attive Öhlins, una carenatura inferiore in tinta e tubi dei freni in acciaio intrecciato. È disponibile in Liquid Metal/Raven ispirato a YZF-R1M.

La gamma “Hyper Naked” di Yamaha include sei modelli MT, con MT che sta per “Master of Torque”. La gamma inizia con l’MT-03 entry-level e si fa strada fino all’MT-07, MT-09, MT-09 SP, MT-10 e MT-10 SP. Tutti sono stati aggiornati di recente e il 2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP, quest’ultimo offerto per la prima volta negli Stati Uniti, sono gli ultimi ad essere aggiornati.

2022 Yamaha MT-10

2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP
2022 Yamaha MT-10 in Ciano Tempesta

Il nostro ultimo test della MT-10 è stato nel 2017 (quando era noto come FZ-10), e si è rivelato una sportiva sit-up emozionante e versatile, che si comportava bene anche come una sport-tourer se accessoriata con un più alto parabrezza, un sedile comfort e bagagli.

Per il 2022, la MT-10 avrà un aspetto più essenziale, con la rimozione della carrozzeria non necessaria. I condotti di aspirazione più grandi montati su entrambi i lati del coperchio del serbatoio del carburante aumentano l’efficienza migliorando al tempo stesso l’atteggiamento aggressivo della moto. I nuovi fari a LED monofocus a doppio occhio e le luci di posizione a LED sopra i fari si combinano con un musetto più compatto per ridurre al minimo lo sbalzo. Si dice che le unità separate degli abbaglianti e degli anabbaglianti proiettino un raggio potente e uniforme con una luce più morbida ai bordi.

Yamaha ha anche migliorato l’ergonomia della MT-10 con un serbatoio del carburante rimodellato, un triangolo pilota rivisto che migliora la sensazione di stare seduti “nella” moto e una sella più comoda.

2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP

Un’altra novità è un IMU a 6 assi e una suite completa di ausili elettronici per il pilota originariamente sviluppati per YZF-R1. Il sistema include il controllo della trazione sensibile all’inclinazione, il controllo dello scorrimento, il controllo del sollevamento (impennata), la gestione del freno motore e l’ABS, tutti con più livelli o modalità. Ciascuno può essere regolato in modo indipendente, oppure il sistema Yamaha Ride Control offre quattro modalità di guida con preimpostazioni per ciascuna. L’MT-10 è inoltre dotato di un cambio rapido su/giù.

Yamaha ha perfezionato il CP4 inline-Four da 998 cc raffreddato a liquido della MT-10 con nuove impostazioni di iniezione del carburante e sistemi di aspirazione e scarico rivisti che si dice forniscano un carattere del motore più coppia e focalizzato sulla strada. Un nuovo airbox con tre condotti di aspirazione di diversa lunghezza sintonizzati per risuonare armoniosamente a diverse velocità del motore crea un unico ruggito di aspirazione che migliora l’esperienza di guida complessiva. Il suono è ulteriormente amplificato dalle nuove griglie dell’amplificatore acustico posizionate sulla parte anteriore sinistra e destra del serbatoio del carburante, che trasmettono il suono dell’induzione sintonizzato direttamente al pilota.

2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP

Come la YZF-R1, la nuova MT-10 è dotata di un sistema acceleratore a filo con l’impugnatura del sensore di posizione dell’acceleratore (APSG), che utilizza una molla, un cursore e un meccanismo ad ingranaggi per produrre vari gradi di resistenza per ricreare un acceleratore naturale sentire durante l’uso. Il pilota può anche modificare le caratteristiche di risposta dell’acceleratore regolando il PWR (modalità di erogazione della potenza) tra quattro diverse modalità di potenza.

Originariamente sviluppato per far fronte alle esigenze delle superbike ad alta potenza in condizioni di gara, il telaio Deltabox in alluminio della MT-10 utilizza il motore come elemento sollecitato per ridurre al minimo il peso. Dotato di un lungo forcellone in alluminio pur mantenendo un interasse compatto da 55,3 pollici, il telaio è progettato per offrire una manovrabilità agile ma stabile in un’ampia varietà di condizioni di guida a bassa e alta velocità.

2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP
2022 Yamaha MT-10 in nero corvino opaco

Le sospensioni KYB completamente regolabili possono essere adattate alle preferenze del pilota. I freni a triplo disco, con doppio disco flottante da 320 mm con pinze radiali a 4 pistoncini nella parte anteriore e un disco singolo da 220 mm con pinza a 2 pistoncini sul retro, vengono aggiornati per il 2022 con l’aggiunta di una pompa freno radiale Brembo. Un’altra novità è un display TFT a colori da 4,2 pollici.

La Yamaha MT-10 del 2022 sarà offerta in due opzioni di colore: Cyan Storm o Matte Raven Black. Sarà disponibile presso i rivenditori a marzo 2022 per un prezzo consigliato di $13,999.

2022 Yamaha MT-10 SP

2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP

Ad unirsi alla MT-10 per il 2022 c’è la MT-10 SP di fascia alta, che sostituisce la sospensione KYB regolabile manualmente con la sospensione semi-attiva Öhlins ed è offerta in una colorazione ispirata a YZF-R1M con accenti di stile premium.

La nuova MT-10 SP è la prima motocicletta di serie ad essere dotata delle sospensioni a controllo elettronico di nuova generazione di Öhlins che utilizzano il più recente sistema di smorzamento dei distributori. Questa tecnologia all’avanguardia offre una gamma ancora più ampia di regolazioni dello smorzamento e un grado di risposta più elevato.

I ciclisti possono scegliere tra tre modalità di smorzamento semi-attivo (A-1 [Sport], LA-2 [Intermediate], LA-3 [Tour]), nonché tre impostazioni manuali (M-1, M-2, M-3). Quando viene selezionata una delle modalità automatiche, il sistema regola continuamente lo smorzamento in estensione e in compressione per adattarsi alle condizioni di marcia correnti, assicurando che siano sempre in gioco le impostazioni più appropriate.

2022 Yamaha MT-10 e MT-10 SP

La modalità manuale consente una precisa regolazione elettronica dello smorzamento in compressione ed estensione sia per la forcella anteriore che per l’ammortizzatore posteriore. Gestite tramite il menu YRC, le sospensioni possono essere personalizzate per adattarsi allo stile di guida o all’ambiente.

La MT-10 SP è inoltre dotata di un’esclusiva carenatura inferiore abbinata al colore per un look da corsa più aggressivo, dirigendo allo stesso tempo più aria al radiatore dell’olio in velocità. È inoltre dotato di tubi dei freni in acciaio intrecciato, che forniscono un elevato livello di sensibilità alla leva e una maggiore resistenza allo sbiadimento.

La Yamaha MT-10 SP 2022 è disponibile in Liquid Metal/Raven. Sarà disponibile presso i rivenditori a maggio 2022 per un prezzo consigliato di $16.899.

Per ulteriori informazioni o per trovare un concessionario Yamaha vicino a te, visita yamahamotorsports.com.

.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here