Tutto quello che devi sapere sull’alcol cetearilico per la pelle Acido tranexamico per la pelle: che cos’è e in che modo giova alla tua pelle?

0
6

I produttori di prodotti per la cura della pelle usano spesso alcoli a catena corta come propanolo ed etanolo per consentire agli altri diversi ingredienti di mescolarsi bene. Tuttavia, questi possono irritare la pelle e causare la perdita di umidità disturbando la barriera protettiva della pelle.

L’alternativa più sicura è l’alcol cetearilico, l’altro tipo di alcol utilizzato nei prodotti per la cura della pelle. Non è irritante e molto benefico per la pelle secca. Mentre l’etanolo o il propanolo possono avere un effetto essiccante sulla pelle, gli alcoli grassi come l’acido cetearilico impediscono alla pelle di seccarsi e aiutano a trattenere l’umidità.

Qui, esploriamo ulteriormente l’alcol cetearilico per la pelle, compresi i suoi benefici, effetti collaterali, utilizzo e i migliori prodotti a base di alcol cetearilico che puoi scegliere.

In questo articolo

Che cos’è l’alcol cetearilico?

L’alcol cetearilico è un alcol grasso utilizzato attivamente nella cura della pelle e in altre formulazioni cosmetiche per migliorare lo spessore, la consistenza e la sensazione sensoriale dei prodotti. Questo ingrediente aiuta anche ad ammorbidire la pelle (1).

È anche conosciuto come alcol cetostearilico. È fondamentalmente una miscela di alcoli grassi, principalmente alcoli cetilici e stearilici. Mentre l’alcol cetilico deriva dall’olio di palma, l’alcol stearilico deriva dall’acido stearico, un acido grasso saturo.

L’alcol cetearilico è un solido bianco ceroso, solitamente disponibile in forma di scaglie. È facilmente solubile in alcool ma insolubile in acqua. È un ingrediente popolare con molteplici benefici per la pelle. Abbiamo discusso lo stesso di seguito.

Benefici dell’alcol cetearilico per la pelle

L’alcol cetearilico funge da base per molti prodotti per la cura della pelle. Aiuta anche a nutrire la pelle. Di seguito sono riportati gli altri vantaggi dell’alcol cetearilico.

1. Agisce come emulsionante

Un emulsionante è incluso nei prodotti contenenti componenti di acqua e olio. Gli ingredienti a base di olio e acqua non rimangono mescolati a lungo in una formulazione. Un emulsionante come l’alcol cetearilico mantiene dispersi questi due tipi di ingredienti e produce un’emulsione stabile (2).

Agisce come un importante agente legante per olio e acqua nei prodotti per la cura della pelle.

Come giova alla pelle?

Come emulsionante, l’alcol cetearilico impedisce la separazione dei prodotti per la cura della pelle. Quindi, questi prodotti non si separano quando vengono applicati anche cosmeticamente. Questa proprietà aumenta l’efficacia del prodotto.

2. Agisce come emolliente

Gli emollienti sono ingredienti occlusivi che formano uno strato protettivo sulla pelle e prevengono la perdita di acqua. L’alcol cetearilico è un emolliente che migliora la consistenza e la spalmabilità del prodotto e offre alla pelle una barriera protettiva.

Aiuta anche a idratare e ammorbidire la pelle. Sigilla l’umidità della pelle.

Come giova alla pelle?

Le proprietà emollienti dell’alcol cetearilico possono aiutare ad ammorbidire e levigare la pelle. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche in questo senso.

3. Agisce come addensante del prodotto

L’alcol cetearilico funziona anche come agente che aumenta la viscosità. Aiuta ad addensare varie formulazioni della pelle e rende un prodotto meno liquido, sicuro da usare e più facile da stendere.

Come giova alla pelle?

Alcool cetearilico aiuta a migliorare la consistenza e la sensazione dei prodotti, rendendoli più efficaci sulla pelle.

L’alcol cetearilico viene spesso confuso con i normali alcoli sensibilizzanti usati comunemente nei prodotti per la cura della pelle. Tuttavia, sono abbastanza diversi.

Alcool cetearilico vs. Alcoli sensibilizzanti: la differenza?

L’alcol cetearilico non è lo stesso degli alcoli tradizionali noti per seccare, irritare e sensibilizzare la pelle. L’alcol, in generale, si riferisce a una sostanza chimica con un gruppo -OH. Non significa necessariamente che l’alcol faccia male alla pelle.

In alcool cetearilico, questo Il gruppo alcolico è attaccato a una lunga catena di grassi che aiutano a bilanciarlo. Quindi, è meno duro sulla pelle e agisce come emolliente.

Gli alcoli sensibilizzanti di solito non contengono questa lunga catena di grassi per bilanciare le proprietà di essiccazione dell’alcol. Quindi, tendono a seccare la pelle.

Sebbene l’alcol cetearilico sia più sicuro degli alcoli normali, può anche causare alcuni effetti collaterali. Abbiamo discusso lo stesso di seguito.

Effetti collaterali dell’alcol cetearilico

Alcool cetearilico è sicuro da usare nei prodotti cosmetici ed è generalmente considerato un ingrediente non irritante. Tuttavia, alcuni individui avevano sviluppato una dermatite allergica da contatto in seguito all’uso di alcol cetearilico (3). Questo ingrediente è anche noto per causare allergie in quelli con ulcere alle gambe (4).

Ma le incidenze di queste allergie sono molto rare, come i prodotti a base di alcol cetearilico, come shampoo, balsami, detergenti, ecc., si sciacquano facilmente. Non entrano in contatto con la pelle per un periodo prolungato.

Detto questo, se hai la pelle sensibile o sei incline ad allergie cutanee, si consiglia di prestare attenzione prima di utilizzare prodotti contenenti alcol cetearilico. Puoi fare un patch test o persino consultare il tuo medico in merito allo stesso.

Se l’alcol cetearilico ti si addice, ecco come puoi usarlo.

Come usare l’alcol cetearilico nella cura della pelle?

Poiché l’alcol cetearilico si trova in una varietà di prodotti per la cura della pelle, inclusi idratanti e balsami per capelli, non esistono linee guida fisse per il suo utilizzo.

In generale, incorporarlo nella tua routine di cura della pelle è semplice. Ecco come puoi farlo:

  • Pulisci a fondo il tuo viso

Inizia detergendo accuratamente il viso con un detergente naturale che non secchi la pelle.

  • Usa un tonico idratante

Prosegui con un tonico idratante che sigilla l’idratazione della pelle.

  • Applicare un buon siero schiarente

Seguire con un buon siero illuminante ricco di vitamina C che ripristina la luminosità naturale della pelle. La vitamina C aiuta anche a ridurre le linee sottili e le rughe.

  • Usa una crema idratante con alcol cetearilico

Usa una crema idratante con alcol cetearilico. Questo idrata in profondità e ammorbidisce la pelle. Assicurati di seguire con una crema per gli occhi con alcol cetearilico per proteggere la pelle delicata intorno agli occhi.

  • Disintossicarsi con una buona maschera facciale

Applicare una maschera viso di alta qualità una volta alla settimana (come una maschera disintossicante al carbone) che non solo elimina le impurità della pelle, ma la nutre anche.

Inoltre, ricorda di utilizzare questi prodotti come indicato. Alcuni prodotti a base di alcol cetearilico necessitano di adescamento mentre altri devono essere agitati bene prima dell’uso. Leggi attentamente le istruzioni.

Sebbene l’alcol cetearilico sia generalmente sicuro, non può essere utilizzato da tutti. Continua a leggere per saperne di più.

Chi non dovrebbe usarlo?

Chiunque abbia la pelle sensibile dovrebbe evitare di usarlo a base di alcool cetearilico prodotti, specialmente intorno agli occhi, all’interno della bocca/naso e sulla zona vaginale. Chi è allergico al cetile o allo stearile deve anche evitare i prodotti che contengono questi ingredienti.

Controllare l’etichetta del prodotto per le indicazioni. Alcuni prodotti non dovrebbero essere applicati sul viso, sulle aree depilate di recente e su altre aree con pelle rotta/tagliata/irritata/screpolata/raschiata.

Se sviluppi irritazione o gonfiore dopo aver usato un prodotto a base di alcol cetearilico, interrompi l’uso e passa a un altro prodotto. Rivolgiti immediatamente a un medico se le tue condizioni persistono o peggiorano.

Nella prossima sezione, discuteremo alcuni dei migliori prodotti per la cura della pelle a base di alcol cetearilico.

I migliori prodotti per la cura della pelle con alcol cetearilico

1. Eve Lom Detergente

Questo detergente è altamente efficace per rimuovere il trucco e offre una grande consistenza. A differenza di un detergente per il viso di base, questo è un balsamo a base di alcol cetearilico super cremoso che si scompone in un olio una volta applicato sulla pelle. Mantiene la pelle molto morbida ed elastica.

2. Crema idratante CeraVe

La crema idratante CeraVe contiene acido ialuronico che trattiene l’umidità della pelle e ceramidi per ripristinare la barriera cutanea. L’alcool cetearilico offre un’applicazione liscia. Questa crema idratante funziona particolarmente bene sui tipi di pelle secca e sensibile.

Conclusione

L’alcol cetearilico è un ingrediente molto comune che ammorbidisce la pelle e addensa creme e lozioni per la pelle. Aiuta anche a stabilizzare le miscele olio-acqua (emulsioni). Proviene naturalmente da oli vegetali, tra cui palma, cocco e olio di soia. Tuttavia, può anche essere prodotto in laboratorio per l’uso in lozioni, creme e balsami.

L’alcol cetearilico non secca la pelle. È generalmente sicuro. Ma se hai la pelle sensibile, potresti voler eseguire un patch test prima di usarlo. Detto questo, è un’alternativa più sicura all’essiccazione degli alcoli. Puoi scegliere prodotti con alcol cetearilico per un’esperienza migliore.

Domande frequenti

L’alcol cetearilico è vegano?

In genere, l’alcol cetearilico è un ingrediente vegano poiché è più comunemente derivato da prodotti a base vegetale. Tuttavia, in alcuni casi, può anche essere derivato da fonti animali come i capodogli.

Fonti

Articoli consigliati

  • Glicole butilenico nella cura della pelle: tutto ciò che devi sapere
  • Tutto quello che devi sapere sulla routine francese per la cura della pelle
  • Guida agli acidi per la cura della pelle: come scegliere l’acido giusto per la cura della pelle
  • Acido tranexamico per la pelle: cos’è e in che modo apporta benefici alla tua pelle?
  • Stylecraze ha linee guida rigorose per l’approvvigionamento e si basa su studi sottoposti a revisione paritaria, istituti di ricerca accademici e associazioni mediche. Evitiamo di utilizzare riferimenti terziari. Puoi saperne di più su come garantiamo che i nostri contenuti siano accurati e aggiornati leggendo la nostra politica editoriale.
    1. Alcool cetostearilicohttps://pubchem.ncbi.nlm.nih.gov/compound/Cetaryl_alcohol
    2. Relazione tra volume della fase interna e stabilità dell’emulsione: il sistema alcol cetilico/alcol stearilicohttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/12901692/
    3. Dermatite da contatto da alcol cetostearilicohttps://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1440-0960.1997.tb01705.x
    4. Alcool cetearilicohttps://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/9781119405702.ch36

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here