spot_img
More
    spot_img
    HomeMondoTracker dell'accusa di Trump: a che punto sono i casi contro l'ex...

    Tracker dell’accusa di Trump: a che punto sono i casi contro l’ex presidente degli Stati Uniti?

    -

    Donald Trump deve affrontare tre diversi casi penali negli Stati Uniti e potrebbe essere incriminato in un quarto. Ecco tutto quello che devi sapere.

    briscola
    Il manifestante Nadine Seiler tiene uno striscione davanti al tribunale federale degli Stati Uniti a Washington, DC, il 1° agosto 2023, dopo che l’ex presidente Donald Trump è stato incriminato in un secondo caso federale [File: Jose Luis Magana/AP Photo]

    I problemi legali di Donald Trump continuano a crescere, poiché questa settimana i pubblici ministeri federali hanno annunciato un terzo atto d’accusa penale contro l’ex presidente degli Stati Uniti quest’anno.

    Trump è stato incriminato martedì con accuse federali relative ai suoi sforzi per ribaltare le elezioni presidenziali del 2020 che ha perso contro il presidente Joe Biden e che continua a sostenere falsamente essere il risultato di frodi diffuse.

    L’accusa è la terza che Trump deve affrontare da marzo, quando i funzionari dello stato americano di New York lo hanno incriminato per aver falsificato documenti commerciali in relazione a pagamenti in denaro segreto effettuati a una star del cinema per adulti.

    A giugno, Trump è diventato il primo attuale o ex presidente degli Stati Uniti ad affrontare accuse federali quando i pubblici ministeri hanno presentato un atto d’accusa contro di lui per accuse di aver gestito male documenti governativi segreti nella sua tenuta di Mar-a-Lago in Florida.

    Nel frattempo, Trump deve affrontare un incombente quarto atto d’accusa nello stato americano della Georgia, dove le autorità stanno indagando se i suoi sforzi per fare pressione su un funzionario elettorale affinché alteri i risultati del voto del 2020 nello stato costituiscano un crimine.

    I casi sono arrivati ​​mentre Trump continuava a mantenere un considerevole vantaggio in un’affollata corsa presidenziale repubblicana del 2024. Secondo la costituzione degli Stati Uniti, Trump può ancora candidarsi e assumere l’incarico se vince, anche se condannato.

    Ha caratterizzato le accuse contro di lui come parte di una “caccia alle streghe” politica e ha negato qualsiasi illecito.

    Ecco come stanno le cose nei casi penali:

    Interferenza elettorale 2020 – Caso federale

    Trump deve affrontare quattro accuse di crimini federali in relazione ai suoi sforzi di alto profilo per ribaltare i risultati delle elezioni del 2020.

    L’accusa radicale aperta il 1° agosto riassume una campagna di disinformazione durata mesi da parte di Trump, in cui l’ex presidente ha promosso accuse di frode che i pubblici ministeri affermano di sapere essere false.

    Trump ha anche fatto pressioni sui funzionari statali e federali affinché intervenissero nel processo di certificazione elettorale, incluso il suo vicepresidente Mike Pence, hanno detto le autorità.

    La campagna di pressione, che è continuata anche mentre i rivoltosi pro-Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio 2021, è stato un tentativo di ostacolare “una funzione fondamentale”, secondo l’accusa.

    Trump è accusato di cospirazione per frodare gli Stati Uniti; un conteggio di cospirazione contro i diritti; un conteggio di cospirazione per ostacolare un procedimento ufficiale e un conteggio di ostacolo a un procedimento ufficiale.

    L’ex presidente comparirà in un tribunale di Washington, DC alle 16:00 ora locale (20:00 GMT) giovedì per affrontare le accuse, hanno riferito i media statunitensi.

    A Trump verranno prese le impronte digitali, portato davanti al giudice che presiede e gli sarà chiesto di presentare una dichiarazione sulle quattro accuse contro di lui, ha riferito mercoledì Mike Hanna di Al Jazeera.

    “Nei precedenti atti d’accusa, si è dichiarato non colpevole, il che probabilmente sarà lo stesso in questa occasione”, ha detto Hanna.

    Documenti classificati – Caso federale

    A giugno, Trump è stato incriminato in un caso federale separato relativo alla sua gestione di documenti sensibili che aveva sottratto alla Casa Bianca alla fine della sua presidenza.

    L’ex presidente è stato inizialmente accusato di 37 capi d’accusa, la maggior parte dei quali per conservazione non autorizzata di segreti di sicurezza nazionale. È stato anche accusato di ostruzione alla giustizia e false dichiarazioni agli inquirenti.

    L’accusa descriveva in dettaglio come Trump avesse mostrato i documenti riservati ai visitatori, conservandone molti in aree facilmente accessibili della sua tenuta di Mar-a-Lago. Mentre gli investigatori federali si avvicinavano, diceva il documento di accusa, Trump ha arruolato aiutanti per aiutare a nascondere i documenti.

    “Le nostre leggi che proteggono le informazioni sulla difesa nazionale sono fondamentali per la sicurezza e la protezione degli Stati Uniti e devono essere applicate”, ha detto il consigliere speciale Jack Smith, che sovrintende anche al caso delle elezioni federali, dopo aver aperto l’accusa sui documenti segreti.

    “Le violazioni di tali leggi mettono a rischio il nostro paese”, ha affermato Smith.

    Il 27 luglio, i pubblici ministeri federali hanno annunciato altre tre accuse contro Trump. Nel caso sono stati accusati anche il suo aiutante e un amministratore di proprietà a Mar-a-Lago.

    Trump si è dichiarato non colpevole delle accuse iniziali durante la sua prima apparizione in tribunale a Miami, in Florida, a giugno. Un giudice federale ha fissato la data del processo per il 20 maggio 2024.

    Falsificazione di documenti aziendali – caso dello stato di New York

    Il primo atto d’accusa penale di Trump è arrivato nello stato americano di New York a marzo, quando è stato accusato di 34 conteggi di crimini per falsificazione di documenti aziendali in un’indagine condotta dal procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg.

    I conteggi sono collegati a una serie di assegni scritti all’avvocato di Trump, Michael Cohen, come rimborsi per pagamenti in contanti effettuati alla star del cinema porno Stormy Daniels, che ha affermato di aver avuto un incontro sessuale con Trump nel 2006.

    I pagamenti sono stati registrati in vari documenti aziendali interni come per un acconto legale che i pubblici ministeri hanno dichiarato inesistente.

    Il 4 dicembre, l’ex presidente dovrebbe fare la sua prossima apparizione in un tribunale di Manhattan, dove in precedenza aveva presentato una dichiarazione di non colpevolezza alle accuse.

    La data arriva due mesi prima dell’inizio completo della stagione delle primarie presidenziali repubblicane.

    Interferenza elettorale 2020 – Atteso caso nello stato della Georgia

    Un quarto atto d’accusa penale grava anche sull’ex presidente dello stato americano della Georgia.

    Per più di due anni, il procuratore distrettuale della contea di Fulton Fani Willis ha indagato se Trump e i suoi alleati si siano intromessi illegalmente nelle elezioni del 2020 nello stato.

    L’indagine inizialmente si è concentrata su una telefonata del 2 gennaio 2021 tra Trump e il segretario di Stato della Georgia Brad Raffensperger, un alto funzionario elettorale. Nella chiamata, Trump, che era in coda nel conteggio finale dei voti dello stato, ha suggerito che Raffensperger potrebbe “trovare 11.780 voti”.

    Da allora l’indagine si è ampliata, con un gran giurì che ha ascoltato le testimonianze di alleati di Trump di alto profilo e alti funzionari della Georgia.

    Una decisione finale sull’incriminazione o meno di Trump è ampiamente attesa ad agosto.

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts