Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Sto avendo un aborto? Come può sentirsi

Sto avendo un aborto? Come può sentirsi

0
93

Non c'è modo di aggirarlo. Un aborto spontaneo è così difficile, e se ne stai attraversando uno o pensi di esserlo, vorremmo poterti raggiungere attraverso lo schermo e darti un abbraccio enorme e un orecchio in ascolto.

Tragicamente, le statistiche dicono che ovunque dal 15 al 20 percento delle gravidanze clinicamente riconosciute si conclude con un aborto spontaneo. E se si aggiungono gli aborti precoci nelle gravidanze che non sono ancora stati confermati, le statistiche aumentano ancora di più.

Ma sei più di qualsiasi statistica. Quando hai sognato e pianificato un bambino, sapere che non sei solo può offrire un certo livello di conforto, ma sappiamo che non toglierà il dolore.

Se sei incinta e preoccupata per l'aborto, ricorda che ogni donna – e anche ogni gravidanza – è diversa. Ad esempio: se hai avuto una perdita precedente che includeva molti crampi e ora hai crampi con la tua attuale gravidanza, potresti assumere il peggio, ma questo sintomo non significa sempre aborto spontaneo.

Allo stesso modo, è possibile avere un aborto – molto presto o con qualcosa chiamato "aborto mancato" – senza sintomi immediati o insoliti.

Tenendo presente tutto ciò, diamo un'occhiata più da vicino a come si può sentire un aborto spontaneo.

Se ritieni di avere un aborto spontaneo, contatta il tuo medico. Saranno in grado di fornirti i test per determinare la tua salute e la salute del tuo bambino.

Nel primo trimestre

La maggior parte degli aborti si verificano durante le prime 13 settimane di gravidanza e sono inevitabili. Anche se questo è straziante, è importante sapere che questo significa che probabilmente c'era nulla di ciò che tu o il tuo partner avete fatto per causarlo.

La causa più comune di aborto spontaneo durante questo periodo è un'anomalia cromosomica nel DNA. Altre ragioni più rare per un aborto nel primo trimestre sono:

  • fattori ormonali
  • salute materna
  • esposizione a sostanze tossiche
  • incapacità dell'uovo di impiantarsi correttamente nel rivestimento uterino

L'età può anche svolgere un ruolo nell'aborto. In uno Studio del 2019, i ricercatori che hanno esaminato 421.201 gravidanze hanno scoperto che le donne di età compresa tra 25 e 29 anni avevano un rischio del 10% di aborto spontaneo mentre le donne di 45 anni e più avevano un rischio del 53%. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la qualità delle uova diminuisce con l'avanzare dell'età, rendendo più probabili le anomalie cromosomiche.

Se hai un aborto spontaneo durante il primo trimestre, potresti sentire:

  • Mal di schiena. L'entità di questo può differire notevolmente da donna a donna, ma è spesso peggiore dei normali crampi mestruali mensili.
  • Un muco bianco-rosa proveniente dalla vagina.
  • Contrazioni pelviche Non possiamo dirlo abbastanza, però: come per tutto il resto, l'estensione di questo può differire notevolmente da donna a donna. Alcune donne riferiscono di sperimentare contrazioni a livello del lavoro ogni 5-20 minuti mentre altre non segnalano di avere contrazioni durante il loro aborto.
  • Sanguinamento marrone o rosso vivo con o senza crampi. Ma un po 'di sanguinamento – specialmente la luce – non è troppo raro nelle normali gravidanze. In uno studio, solo il 12% delle donne con sanguinamento del primo trimestre ha avuto un aborto spontaneo.
  • Un'improvvisa diminuzione dei segni di gravidanza come nausea o dolore al seno. Ma tieni presente che questi sintomi, in particolare la nausea, in genere diminuiscono nel secondo trimestre di una gravidanza perfettamente normale.
  • Diarrea e dolore addominale.

È anche possibile non provare nulla di insolito. Una gravidanza chimica si verifica quando si perde una gravidanza così presto che il sanguinamento si verifica intorno al periodo previsto. Molte donne non si rendono conto di aver concepito in questi casi e non riconoscono che stanno abusando.

E infine, i sintomi fisici potrebbero essere ritardati in caso di aborto spontaneo mancato. Questo è quando il battito cardiaco del feto si interrompe a tua insaputa, ma non fisicamente aborto.

Un aborto spontaneo mancato – chiamato anche aborto silenzioso o chiamato "aborto mancato" dal punto di vista medico – viene di solito rilevato in un'ecografia di follow-up di routine dopo che la gravidanza è stata confermata. A volte, le misurazioni della crescita possono anche indicare che il battito cardiaco fetale si è fermato settimane prima, ad esempio se sei incinta di 11 settimane ma l'età fetale è misurata come 7 settimane.

I sentimenti fisici e il recupero da un aborto fallito dipendono dal fatto che tu abbia una D e C o che ti vengano somministrati farmaci per indurre un aborto spontaneo. Per sapere cosa succede dopo un aborto fallito, dai un'occhiata a questo articolo.

Nel secondo trimestre

Un aborto spontaneo nel secondo trimestre è raro. In effetti, dopo aver colpito 20 settimane, la perdita di gravidanza non viene definita aborto spontaneo, ma ne parleremo più avanti tra un minuto.

Le cause comuni di un aborto spontaneo durante il secondo trimestre includono:

  • anomalie cromosomiche
  • insufficienze cervicali, come una cervice corta o incompetente
  • uso di droga
  • infezioni materne

Una possibile complicazione della cervice incompetente è il parto pretermine. Per questo motivo, potresti avvertire forti crampi rispetto a un aborto del primo trimestre. Se si verificano sanguinamenti e crampi pesanti, ciò può significare che la cervice si sta aprendo e le contrazioni stanno seguendo.

Nel terzo trimestre

Una perdita di gravidanza nel terzo trimestre non viene definita aborto spontaneo. Invece, si chiama feto morto.

Se in questa fase ti senti o hai uno dei seguenti, chiama il tuo OB – o semplicemente vai al pronto soccorso – immediatamente:

  • significativa perdita di sangue vaginale
  • dolore o crampi nella zona vaginale
  • meno movimenti del bambino

Può essere utile fare conteggi giornalieri di calcio nel terzo trimestre per avere un'idea della frequenza con cui il bambino si muove e come modo per notare se il movimento sembra diminuire.

Perché dovresti chiamare il tuo dottore

Se ritieni di avere un aborto spontaneo, è molto importante chiamare il medico e non fare un'autodiagnosi.

Ci sono molte ragioni per provare molte cose che abbiamo menzionato, tra cui infezioni del tratto urinario, ormoni e altre circostanze mediche.

Il medico può scoprire che invece di un aborto spontaneo hai un problema che può essere risolto senza alcun effetto sulla gravidanza. Oppure, il medico può scoprire che esiste un problema con la gravidanza, ma che possono essere prese misure preventive per proteggerlo.

Inoltre, se scoprono che hai fatto l'aborto, saranno in grado di dirti se l'aborto è "completo", "incompleto" o "mancato" (tutti i termini medici). Ciò aiuterà il medico a prendere le decisioni mediche necessarie per proteggere la propria salute e la futura fertilità.

Ci preoccupiamo anche di quello che provi emotivamente

Un aborto spontaneo – o addirittura il pensato di un aborto spontaneo – può comportare molti sentimenti. Potresti sentirti spaventato o come se fossi in un brutto sogno. Potresti iniziare a incolpare te stesso o qualcun altro. E nonostante le statistiche, potresti sentirti molto, molto solo.

Potresti anche avere molte domande senza risposta su ciò che sta accadendo al tuo corpo e alla gravidanza. Se ti senti sicuro di avere un aborto spontaneo, potresti persino iniziare a chiederti se sarai mai in grado di concepire o avere un figlio. (State tranquilli, la maggior parte delle donne lo sono.) La vostra mente potrebbe andare a dover dire ad altre persone della vostra perdita.

Questi sentimenti sono tutti molto normali.

È fondamentale mantenere aperte le linee di comunicazione con familiari, amici e operatori sanitari. Condividi i tuoi sentimenti con coloro che si prendono cura di te e ricevi risposte alle tue domande da professionisti del settore medico.

E se si scopre che non stai abusando, la paura di averne uno potrebbe persistere. Parlare con un terapista autorizzato o unirsi a un gruppo di supporto per la gravidanza può essere utile durante il resto della gravidanza.

L'asporto

Ogni donna e ogni gravidanza è diversa quando si tratta di come si sente un aborto spontaneo. Se ritieni di avere un aborto spontaneo, chiedi consiglio e assistenza al tuo medico.

Oltre a consultare il medico, è importante contattare il sistema di supporto. Se desideri ulteriore supporto da parte di persone che comprendono ciò che stai vivendo, ci sono gruppi di supporto online e di persona sia per coloro che sono in gravidanza che per quelli che hanno subito un aborto. Ricorda, non sei solo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here