spot_img
More
    spot_img
    HomeMondo“Schermatura umana in azione”: le forze israeliane legano un palestinese a una...

    “Schermatura umana in azione”: le forze israeliane legano un palestinese a una jeep

    -

    Le forze israeliane legano un palestinese ferito a una jeep militare in un incidente che, secondo un esperto delle Nazioni Unite, equivaleva a usarlo come scudo umano.

    Le forze israeliane nella Cisgiordania occupata hanno legato un palestinese ferito al cofano di un veicolo militare durante un raid nella città di Jenin, apparentemente per usarlo come scudo umano.

    Un video pubblicato online sabato e verificato da Al Jazeera mostra Mujahed Azmi, un palestinese residente a Jenin, legato a una jeep militare che passa accanto a due ambulanze.

    La famiglia di Azmi ha riferito all’agenzia di stampa Reuters che le forze israeliane hanno effettuato un raid di arresto a Jenin, durante il quale è stato ferito.

    Quando la famiglia ha chiesto un’ambulanza, i militari hanno preso Azmi, lo hanno legato al cofano della loro jeep e se ne sono andati.

    Abdulraouf Mustafa, un autista di ambulanza palestinese, ha detto che i soldati israeliani si sono rifiutati di consegnare loro Azmi.

    “La jeep è passata e l’uomo ferito era sul cofano”, ha detto Mustafa ad Al Jazeera. “Un braccio era legato al parabrezza e l’altro era sul suo addome. Ci hanno superato. Si sono rifiutati di darci il paziente”.

    L’esercito israeliano in una dichiarazione ha affermato che le forze israeliane hanno sparato e si sono scontrati con il fuoco, ferendo un sospetto e arrestandolo.

    I soldati hanno poi violato il protocollo militare, si legge nella nota. “Il sospettato è stato preso dalle forze dell’ordine mentre era legato sul tetto di un veicolo”, ha affermato.

    L’esercito ha affermato che “la condotta delle forze nel video dell’incidente non è conforme ai valori” dell’esercito israeliano e che l’incidente sarà indagato e affrontato.

    I soldati israeliani hanno successivamente rilasciato Azmi, permettendo ai paramedici di trasportarlo in ospedale dove è stato portato in sala operatoria, secondo gli operatori sanitari.

    L’incidente è avvenuto mentre la violenza nella Cisgiordania occupata, che era già in aumento prima della guerra di Israele a Gaza, continua ad aumentare. Questi includono frequenti raid militari israeliani nelle città e nei villaggi della Cisgiordania, furie di coloni ebrei nei villaggi palestinesi, nonché attacchi da parte di palestinesi.

    L’apparente incidente dello scudo umano ha suscitato indignazione diffusa.

    Francesca Albanese, relatrice speciale delle Nazioni Unite per i territori palestinesi occupati, l’ha definita “schermatura umana in azione”.

    “È sconcertante come uno Stato nato 76 anni fa sia riuscito a ribaltare letteralmente il diritto internazionale”, ha scritto in un post su X. “Ciò rischia di essere la fine del multilateralismo, che per alcuni influenti Stati membri non serve più a nessuno. scopo rilevante”.

    Anche il Council on American-Islamic Relations (CAIR), la più grande organizzazione musulmana per i diritti civili e di difesa degli Stati Uniti, ha condannato l’incidente, insieme all’uccisione di circa 43 persone da parte di Israele negli attacchi al campo profughi di Shati e al quartiere di Tuffah nel nord di Gaza. .

    “Questi massacri e crimini di guerra israelo-americani devono essere fermati. I dollari dei contribuenti americani non dovrebbero essere usati per uccidere, mutilare e affamare civili innocenti”, ha affermato Ibrahim Hooper, direttore delle comunicazioni nazionali del CAIR. “L’amministrazione Biden deve porre fine alla sua complicità in questo genocidio e iniziare a riconoscere l’umanità del popolo palestinese”.

    David Des Roches, professore alla National Defense University negli Stati Uniti, nel frattempo ha detto che se l’esercito israeliano non riuscisse a disciplinare i soldati coinvolti nell’incidente, allora altri potrebbero vedere le loro azioni come una licenza per fare la stessa cosa.

    “Non è una pratica standard. Spero che le indagini scoprano chi ha commesso questo gesto e spero che venga distribuita una punizione esemplare. Altrimenti, si può sostenere giustamente che tutto ciò si sta evolvendo in politica”, ha detto Des Roches ad Al Jazeera.

    “La reazione dell’esercito israeliano a questo sarà molto significativa e, ancora una volta, se i soldati che hanno commesso questo non vengono disciplinati in modo appropriato, si può sostenere che ciò sarà visto come una licenza per altre persone a fare lo stesso”. ,” Ha aggiunto. “Ma alla fine, è difficile vedere che ci sia un vantaggio tattico in questo, e Israele ne ha subito un grave danno strategico”.

    L’incidente non è stato il primo in cui l’esercito israeliano è stato costretto ad affrontare la cattiva condotta delle truppe.

    Nel maggio dello scorso anno, gruppi per i diritti dei palestinesi hanno accusato le truppe israeliane di usare cinque bambini come scudi umani, anche durante un raid vicino a Gerico, nella Cisgiordania occupata.

    Nello stesso mese, l’esercito israeliano ha aperto un’indagine dopo che è emerso un video di un soldato che bruciava quello che sembrava essere un Corano.

    È sotto inchiesta anche l’attentato al quartier generale della Mezzaluna Rossa nel sud di Gaza, avvenuto nel gennaio di quest’anno. Cinque persone sono state uccise nell’attacco al sito che ospitava circa 1.400 persone.

    Sempre a gennaio, all’inizio dell’anno, i soldati israeliani a Gaza hanno fatto saltare in aria l’edificio principale di un’università, dopo averlo utilizzato come base militare per diverse settimane. L’esercito ha detto che le sue truppe non hanno ottenuto il permesso di distruggere l’edificio.

    Il mese successivo, il principale avvocato militare israeliano ha messo in guardia le truppe dalle violazioni, affermando che le azioni dei soldati alla fine avrebbero causato danni strategici alla nazione.

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts