Recensione del libro: "Il turco che amava le mele" di Matt Gross

0
70

Il turco che amava le mele e gli altri racconti di perdere la mia strada nel mondo. Il titolo fa risuonare le parole che ho già detto agli amici che si sono avvicinati alla mia dichiarazione teaser per ascoltare anticipatamente un incontro che ho avuto durante il viaggio. Matt Gross, che ha scritto una rubrica per alcuni anni sul New York Times, ha chiamato Viaggiatore frugale, ha condiviso storie, scenari e momenti di "riposo" che ha vissuto come viaggiatore prima, durante e dopo aver lavorato per "Tutte le notizie adatte alla stampa".

Mi sono trovato in uno stupido malinconico sorriso mentre cercavo le sue narrazioni. I miei viaggi come viaggiatore, da non confondere con il turista, potrebbero riguardare molte delle sue esperienze. I viaggiatori sono fuori dai sentieri battuti alla ricerca di collegamenti con la gente del posto in cui un turista è la caccia ai souvenir. I flashback di Grosses si sono rivelati difficili da mettere a posto per un giorno. Il libro non era strabiliante con le dita "che cosa succederà dopo ?!" Invece era saturo di tangenti. Nel mezzo della sua narrazione, ha riflettuto su un'esperienza che ha interrotto la sua storia originale per questo ricordo adiacente che ha portato in un allegato avvincente. Quando il capitolo fu terminato, fu rivelata la terza storia alta, il secondo filo fu legato e la prima storia fu completata. Gross ha fornito innumerevoli avventure e ascoltarle è stato un tesoro raro.

Gross ha condiviso la sua formula per il viaggio frugale – che, comprensibilmente, dopo alcune colonne sul viaggio frugale, credeva fosse sufficiente. Ha accennato ad aria, alloggio e cibo. Il modo in cui si spendono i loro soldi dipende da loro. Spendere di più e non lamentarsi è stato un saggio consiglio. Era proprio sul bersaglio con il biglietto aereo, offriva soluzioni coraggiose per l'alloggio come dormire su un divano sconosciuto. Certo, quelli in un nuovo territorio – perché non provarlo e vedere se il proprietario del divano ti porterà in giro per la loro città, ti mostrerà i loro posti preferiti e ti offrirà un divano senza cimici! E cibo, perché non ho mai pensato di provare una cena in chiesa mentre viaggiavo? Che idea formidabile!

Il signor Gross ha condiviso i suoi sentimenti tortuosi sull'essere soli e su come alcune circostanze hanno costretto le amicizie a materializzarsi. Quelle amicizie gli hanno permesso di "lasciare tracce in tutto il mondo". Toccò gli ostacoli che bisogna accettare quando si viaggia in luoghi in cui i cartelli stradali non hanno familiarità e non assomigliano all'alfabeto americano. Ma la divertente capacità di parlare facilmente spagnolo-spagnolo, francese e inglese in una frase è stata una gioia. E come mangiare ciò che gli americani considerano cibo ripugnante è un tentativo di inserirsi in una nuova cultura o il coraggio di invitare la giardia.

Ho letto questo libro su un treno, su un'auto, su una barca, al lavoro, in un condominio, in un appartamento, in una casa e in un campeggio. Quei tappeti erbosi sono un ammontare virile rispetto ai luoghi formidabili immersi da Gross. Prendi questo libro. Leggi da copertina a copertina. Lo consiglio ai tuoi amici. Se sei sicuro, condividi il libro con i tuoi familiari. Fissare un appuntamento per raccogliere e ricordare. Lasciati ispirare a rivelare i tuoi shenanigans di viaggio o organizza un viaggio per vedere la Tabula Peutingeriana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here