“Questo è per Gaza”: il politico britannico vince le elezioni suppletive in un duro colpo per il partito laburista

0
28

George Galloway vince il seggio di Rochdale con 12.335 voti dopo aver sostenuto la campagna pro-Palestina.

Il candidato George Galloway, leader del Partito dei Lavoratori britannico, parla dopo aver vinto le elezioni parlamentari suppletive di Rochdale, in un seggio elettorale vicino a Mancheste
George Galloway, leader del Partito dei Lavoratori della Gran Bretagna, parla dopo aver vinto le elezioni suppletive di Rochdale, in un seggio elettorale vicino a Manchester [Phil Noble/Reuters]

Un politico di sinistra del Regno Unito ha registrato una vittoria schiacciante in un’elezione parlamentare suppletiva su una piattaforma che prometteva di difendere Gaza.

George Galloway ha vinto il seggio nella città di Rochdale, nel nord dell’Inghilterra, dopo una campagna litigiosa, che ha visto il Partito Laburista ritirare il sostegno al suo candidato a causa dei suoi commenti anti-israeliani.

Galloway ha ottenuto 12.335 voti rispetto ai 6.638 del secondo classificato David Tully, un candidato indipendente. L’ex candidato laburista, Azhar Ali, è arrivato quarto dopo che il partito di opposizione ha ritirato il suo sostegno dopo essere stato registrato mentre sosteneva teorie del complotto su Israele. L’affluenza alle urne è stata bassa, pari al 39,7%.

“Keir Starmer, questo è per Gaza”, ha detto venerdì Galloway, riferendosi al leader laburista che inizialmente si era rifiutato di chiedere un cessate il fuoco a Gaza, dove più di 30.000 persone sono state uccise negli ultimi cinque mesi di bombardamento israeliano.

“Avete pagato e pagherete un prezzo elevato per il ruolo che avete svolto nel consentire, incoraggiare e coprire la catastrofe attualmente in corso… nella Striscia di Gaza”, ha affermato.

Galloway, che rappresenta il Partito dei Lavoratori della Gran Bretagna, ha accusato sia i laburisti che i conservatori di sostenere Israele mentre conduceva una campagna filo-palestinese nel collegio elettorale con una consistente popolazione musulmana.

“Stato di panico”

“Credo di parlare a nome di milioni di persone in Gran Bretagna i cui cuori sono spezzati, le cui viscere sono straziate dal massacro di Gaza. E sono sottorappresentati al punto da essere quasi invisibili nei media britannici”, ha detto Galloway ad Al Jazeera dopo la sua vittoria di venerdì.

“Anche questa sera la classe politica britannica è in preda al panico [my win]sia i conservatori che i laburisti, perché sanno di essere stati derubati”, ha detto.

Venerdì sera, il primo ministro Rishi Sunak, che sostiene la guerra di Israele, ha detto che l’elezione di Galloway a un seggio parlamentare è stata “più che allarmante” e lo ha accusato di respingere l’attacco di Hamas del 7 ottobre.

“[People] all’interno della bolla tossica della classe politica e mediatica… sosteniamo il genocidio contro il popolo di Gaza”, ha detto Galloway ad Al Jazeera.

“Ma quando si fa scoppiare quella bolla, si scopre, in realtà, che tra il grande pubblico – anche in un paese come la Gran Bretagna con tutti i suoi difetti imperialisti – la simpatia della maggior parte delle persone è dalla parte delle vittime e non dei carnefici”, ha detto.

La devastante guerra di Israele contro Gaza è stata una questione chiave nelle elezioni durante le quali solitamente prevalgono le preoccupazioni locali.

Divisioni

Galloway, che è stato sette volte parlamentare britannico, è stato critico nei confronti del Labour, un partito a cui apparteneva prima di essere espulso per aver criticato l’allora primo ministro Tony Blair sulla guerra in Iraq.

La sua vittoria sottolinea le divisioni in Gran Bretagna sulla guerra di Israele a Gaza, che ha portato manifestanti nelle strade britanniche a sostegno di entrambe le parti.

Sarà la prima volta che il Partito britannico dei lavoratori di Galloway sarà rappresentato in parlamento.

Per alcuni a Rochdale, un’ex cittadina di cotonifici vicino a Manchester, le elezioni suppletive, innescate dalla morte del parlamentare laburista Tony Lloyd il mese scorso, non sono riuscite a offrire loro una scelta chiara di qualcuno determinato ad aiutare la loro città, classificata tra le prime Il 5% degli enti locali inglesi più indigenti nel 2019.

Galloway ha anche condotto una campagna per ripristinare i servizi di maternità a Rochdale, ma è stato il suo messaggio su Gaza a risuonare più forte.

Ha promesso di parlare apertamente di Gaza in Parlamento, sfidando i laburisti, che inizialmente avevano dato pieno appoggio a Israele dopo l’attacco del 7 ottobre guidato dal gruppo palestinese Hamas. Da allora il partito laburista ha cambiato posizione per chiedere un cessate il fuoco umanitario immediato.

Galloway cercherà di sfruttare le divisioni del partito laburista.

“Voglio dire soprattutto al signor Starmer che stasera i piatti si sono spostati”, ha detto. “Questo scatenerà un movimento, una frana, uno spostamento delle placche tettoniche”.