Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Quando gli antibiotici falliscono: perché i sintomi di UTI a volte rimangono

Quando gli antibiotici falliscono: perché i sintomi di UTI a volte rimangono

0
4

Thana Prasongsin / Getty Images

Gli antibiotici sono comunemente usati per trattare le infezioni del tratto urinario (UTI) e possono essere molto efficaci. Ma a volte, questi antibiotici falliscono e ci sono diversi motivi per cui potrebbe accadere.

Potresti notare che i sintomi della tua IVU non scompaiono dopo il trattamento antibiotico. In alcuni casi, potrebbero peggiorare.

Questo articolo esplora cosa potrebbe causare il fallimento degli antibiotici e quando chiedere al medico ulteriori test per i sintomi di IVU persistenti.

Perché i sintomi di UTI possono persistere dopo gli antibiotici

Secondo a Studio del 2019, Le infezioni del tratto urinario sono uno dei tipi più comuni di infezione ambulatoriale negli Stati Uniti. Gli antibiotici sono la prima linea di trattamento per la maggior parte delle infezioni del tratto urinario.

I medici di solito prescrivono un antibiotico senza eseguire prima un’urinocoltura. Questo perché quasi il 90% delle infezioni del tratto urinario è causato da E. coli, ed è probabile che un’urinocoltura dimostri che è il colpevole.

Sfortunatamente, il trattamento delle IVU non sempre risponde nel modo previsto. Ci sono tre ragioni principali per cui ciò può accadere:

  • un ceppo di batteri resistente agli antibiotici sta causando la tua UTI
  • un altro tipo di batteri, funghi o virus potrebbe causare l’infezione
  • la tua UTI potrebbe essere un’altra condizione che ha sintomi simili alle UTI

Resistenza agli antibiotici

Quando hai una UTI resistente agli antibiotici, significa che i batteri che causano l’infezione non rispondono al trattamento antibiotico. Ciò accade quando i batteri si evolvono in risposta a un uso frequente o costante di antibiotici.

Le persone con condizioni mediche sottostanti o infezioni del tratto urinario croniche sono maggiormente a rischio di resistenza agli antibiotici.

Antibiotici sbagliati

Quando un’analisi delle urine viene eseguita senza un’ulteriore urinocoltura, c’è il rischio che l’antibiotico prescritto per l’infezione possa non essere quello giusto.

Questo può accadere quando la tua UTI è causata da un ceppo batterico meno comune, o anche da un fungo o da un virus.

Ricerca suggerisce che questa pratica può anche potenzialmente essere un’altra causa di resistenza agli antibiotici.

Condizioni sottostanti

In alcuni casi, le UTI non rispondono agli antibiotici perché non sono affatto una UTI. Invece, un’altra condizione sottostante potrebbe causare sintomi simili a UTI.

Alcune delle condizioni che causano sintomi che imitano un UTI includono:

  • cistite acuta
  • cistite interstiziale
  • vescica iperattiva
  • infezione al rene
  • calcoli renali

  • vaginite
  • clamidia
  • gonorrea
  • tricomoniasi
  • herpes genitale
  • cancro alla vescica
  • cancro alla prostata

Cistite e infezioni renali

Sia la cistite che l’infezione renale possono essere causate da batteri di una IVU che si è diffusa alla vescica o ai reni.

Come le infezioni del tratto urinario, questi tipi di infezioni sono spesso trattati con un ciclo di antibiotici. Tuttavia, alcune delle potenziali cause di fallimento degli antibiotici per le infezioni del tratto urinario si applicano anche a queste infezioni.

Infezioni a trasmissione sessuale (IST)

Inoltre, le malattie sessualmente trasmissibili comuni, come la clamidia e la gonorrea, imitano anche alcuni dei sintomi associati alle infezioni del tratto urinario.

Nel caso di un’infezione STI, è improbabile che gli antibiotici prescritti per una UTI siano il trattamento appropriato per l’infezione.

Se hai riscontrato sintomi simili alle infezioni del tratto urinario che non hanno risposto al trattamento antibiotico, il medico dovrebbe eseguire ulteriori test.

Cosa c’è dopo quando i sintomi dell’IVU persistono dopo gli antibiotici?

Se hai una UTI che non risponde al trattamento antibiotico, è probabile che ulteriori test inizi con un’urinocoltura per analizzare i batteri che causano l’infezione.

Se un altro tipo di batterio, fungo o virus è responsabile della tua IVU, il medico prescriverà un trattamento più appropriato.

Ci sono anche alcuni cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare a ridurre la frequenza delle infezioni del tratto urinario, nonché la gravità dei sintomi.

  • Cambia la tua routine igienica. La riduzione del rischio di infezioni del tratto urinario potrebbe iniziare con alcuni piccoli cambiamenti nell’igiene. Ciò include non trattenere l’urina, asciugarsi da davanti a dietro e fare pipì dopo il sesso.
  • Bevi più acqua. Non dovrebbe sorprendere che l’acqua sia essenziale per la salute delle vie urinarie. Un’elevata assunzione di acqua può aiutare a eliminare i batteri dalle vie urinarie, riducendo il rischio di infezione.
  • Incorpora più succo di mirtillo rosso. Mirtilli sono un trattamento domiciliare comunemente raccomandato per le infezioni del tratto urinario. Possono aiutare a ridurre la possibilità che i batteri si attacchino alle vie urinarie, riducendo la possibilità di infezione.
  • Mangia molta frutta e verdura. Frutta e verdura contengono alti livelli di vitamine e minerali che supportano il sistema immunitario. Assicurati di aggiungere prodotti che contengono alti livelli di vitamina C, poiché questa particolare vitamina può ridurre il rischio di infezioni del tratto urinario.
  • Prendi un probiotico. Alcuni probiotici, come Lactobacillus, può aiutare a ridurre il rischio di infezioni del tratto urinario. Inoltre, i probiotici possono aiutare a ripristinare i batteri buoni nel tuo corpo dopo un ciclo di antibiotici.
  • Considera un supplemento. L’estratto di mirtillo rosso e l’estratto di aglio sono solo alcuni degli integratori studiati come potenziali trattamenti per le infezioni del tratto urinario. Considera l’idea di aggiungerne un po ‘alla tua routine per ridurre la frequenza e la gravità delle infezioni del tratto urinario.

È importante notare che queste raccomandazioni funzionano meglio per infezioni del tratto urinario, infezioni della vescica e infezioni renali, poiché queste tre condizioni sono trattate in modo simile.

Se ti è stata diagnosticata un’altra condizione sottostante che causa i tuoi sintomi, il tuo trattamento sarà probabilmente diverso.

Collegamento tra cancro e sintomi di UTI persistenti dopo gli antibiotici

Alcuni ricerca ha suggerito che la frequenza delle UTI potrebbe essere collegata ad un aumento del rischio di cancro alla vescica. Tuttavia, la ricerca su questo è scarsa.

Ma ciò non significa che non ci sia un collegamento tra sintomi simili alle UTI e cancro. In effetti, ci sono due tipi di cancro che possono causare sintomi simili alle UTI: cancro alla vescica e cancro alla prostata.

Se stai riscontrando uno dei sintomi elencati di seguito, parla con il tuo medico in modo da poter fare una diagnosi corretta.

Cancro alla vescica

I sintomi del cancro alla vescica assomigliano molto ai sintomi associati alle infezioni del tratto urinario.

Tuttavia, questi sintomi non scompariranno con il trattamento antibiotico e, invece, diventeranno più gravi nel tempo.

Questi sintomi possono includere:

  • minzione dolorosa
  • minzione frequente
  • aumento della voglia di urinare
  • sangue nelle urine
  • incontinenza urinaria
  • dolore all’addome o alla parte bassa della schiena

Cancro alla prostata

Come il cancro della vescica, il cancro alla prostata condivide una manciata di sintomi con le infezioni del tratto urinario. Il cancro alla prostata non risponderà agli antibiotici e, nel tempo, questi sintomi possono diventare più gravi.

I sintomi del cancro alla prostata possono includere:

  • minzione frequente
  • ridotto flusso di urina
  • sangue nelle urine
  • disfunzione erettile
  • dolore al bacino, alla schiena o al petto

Porta via

La maggior parte delle infezioni del tratto urinario si risolve rapidamente con un ciclo di antibiotici, con la maggior parte dei sintomi che si risolvono in pochi giorni.

A volte, sintomi persistenti simili a UTI possono indicare un altro problema, come resistenza agli antibiotici, trattamento improprio o una condizione sottostante.

È sempre importante contattare il medico se sei preoccupato per i sintomi di UTI che non si risolvono con il trattamento antibiotico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here