Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Quando e come intervenire con qualcuno che soffre di depressione

Quando e come intervenire con qualcuno che soffre di depressione

0
8

La depressione è spesso sottile. Prima che qualcuno cerchi aiuto medico e riceva una diagnosi definitiva, i suoi sintomi possono mascherarsi come altri problemi, che vanno da un atteggiamento povero o abuso di alcol a un disturbo del sonno o un disturbo alimentare. Un comportamento che può sembrare strano può effettivamente essere un segno di un problema più serio.

Parte della difficoltà nel riconoscere la depressione è che può manifestarsi in tanti modi diversi. Alcune persone depresse possono diventare aggressive, irritabili e persino violente. Altri possono semplicemente diventare letargici, ansiosi o irrequieti. La depressione può anche far sì che le persone diventino più introverse o meno interessate alle attività che una volta godevano. Possono anche esprimere un senso di colpa, disperazione o inutilità. Ognuno di questi comportamenti può essere evidente negli uomini o nelle donne che soffrono di depressione.

Altri segni di depressione possono includere:

  • notevoli cambiamenti nell’appetito, accompagnati da un improvviso aumento di peso o perdita di peso
  • difficoltà a concentrarsi
  • difficoltà a ricordare le cose
  • dormire troppo o troppo poco
  • parlare di morte o suicidio
  • tentativi di suicidio
  • dolori, dolori o crampi che non vanno via, anche dopo il trattamento

Se qualcuno che conosci mostra segni di depressione, potrebbe essere il momento di intervenire. Tuttavia, può essere difficile sapere quando e come farlo. Gli esperti raccomandano di consultare un medico o un professionista della salute mentale quando i segni di depressione durano più di poche settimane. È normale sentirsi tristi o depressi sulla scia di un evento della vita stressante o tragico, come il divorzio o la perdita di una persona cara. Tuttavia, questi sentimenti sono normalmente di breve durata. Se il tuo amico o familiare prova sentimenti di tristezza persistenti e intensi per lunghi periodi di tempo, potrebbe soffrire di depressione.

Alcune persone depresse sono così sopraffatte da sentimenti di tristezza e disperazione che iniziano ad avere pensieri suicidi. Se la persona amata parla di suicidio o minaccia di suicidarsi, è estremamente importante prendere sul serio la minaccia.

Anche se il tuo amico o la persona amata non è in pericolo immediato, è comunque importante parlare con loro delle sfide che potrebbero dover affrontare. Esprimi la tua preoccupazione e incoraggiali a cercare cure mediche. Offriti di aiutarli a trovare un medico o un professionista della salute mentale, di fare una telefonata o di accompagnarli al loro primo appuntamento. Una volta che la persona amata riceve il trattamento, aiutala a seguire i consigli del medico. La maggior parte delle persone depresse si sentirà meglio dopo aver iniziato a prendere un antidepressivo e andare in terapia regolarmente.

È fondamentale agire se sei in grado di aiutare. Avviare una conversazione ed esprimere i tuoi sentimenti può motivare la persona amata a cercare un trattamento e, in definitiva, aiutarla a riprendersi.

Cosa fare e cosa non fare durante l’intervento

In qualità di amico o familiare preoccupato, le tue azioni potrebbero essere fondamentali per aiutare la persona amata a ottenere aiuto. Tuttavia, è importante affrontarli nel modo giusto.Ecco alcune cose che dovresti e non dovresti fare quando parli con loro:

  • Non criticare, tormentare o ignorare la persona amata. Non dite mai loro di “uscirne e basta”.
  • Non arrabbiarti e non reagire negativamente se la persona che ami non è ricettiva ai tuoi suggerimenti e preoccupazioni. È meglio rimanere calmi e continuare a parlare in tono rassicurante, indipendentemente da come si comporta la persona amata.
  • Prendi sul serio tutti i discorsi o le minacce di suicidio. Se la minaccia è immediata, chiama il 911 o la National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-8255. Mentre aspetti l’arrivo dei soccorsi, resta con la persona amata. Rassicurali con calma che andrà tutto bene. Rimuovi qualsiasi mezzo ovvio che possa causare autolesionismo, come armi da fuoco, oggetti appuntiti o farmaci pericolosi.
  • Fornisci supporto e incoraggiamento. Aiuta la persona amata a ricordarsi di mangiare, dormire o vestirsi per la giornata. Offriti di assisterli nelle attività igieniche di base o di fare commissioni per loro.
  • Sii gentile, ma persistente, nell’incoraggiarli a cercare aiuto medico. Ricorda loro che la depressione è una malattia legittima, grave ma curabile. Dite loro che le loro sfide possono essere superate e che le cose possono migliorare.

Se il tuo amico o familiare accetta di ricevere cure mediche, aiutalo a seguire il consiglio del medico. Dovresti anche tenere d’occhio la persona amata, specialmente durante i due mesi di terapia farmacologica. I pensieri di suicidio possono aumentare temporaneamente durante questo periodo. È anche importante continuare a offrire supporto e incoraggiamento.

Prevenzione del suicidio

Se pensi che qualcuno sia a rischio immediato di autolesionismo o ferire un’altra persona:

  • Chiama il 911 o il numero di emergenza locale.
  • Resta con la persona fino all’arrivo dei soccorsi.
  • Rimuovi eventuali pistole, coltelli, farmaci o altre cose che potrebbero causare danni.
  • Ascolta, ma non giudicare, discutere, minacciare o urlare.

Se pensi che qualcuno stia prendendo in considerazione il suicidio, chiedi aiuto a una linea diretta per la prevenzione delle crisi o del suicidio. Prova il National Suicide Prevention Lifeline al numero 800-273-8255.

Fonti: National Suicide Prevention Lifeline e Abuso di sostanze e amministrazione dei servizi di salute mentale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here