Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Puoi morire di cancro cervicale? 15 cose da sapere sulla diagnosi e...

Puoi morire di cancro cervicale? 15 cose da sapere sulla diagnosi e la prevenzione

0
73

È possibile?

Succede meno spesso del solito, ma sì, è possibile morire di cancro cervicale.

L'American Cancer Society (ACS) stima che circa 4.250 persone negli Stati Uniti moriranno di cancro cervicale nel 2019.

Il motivo principale per cui oggi meno persone muoiono di cancro cervicale è il maggiore utilizzo del Pap test.

Il cancro cervicale è più comune nelle aree meno sviluppate del mondo. In tutto il mondo, circa 311.000 persone è morto di cancro cervicale nel 2018.

Il cancro cervicale è curabile, specialmente se trattato in una fase precoce.

È importante la fase della diagnosi?

Sì. In generale, prima viene diagnosticato un tumore, migliore è il risultato. Il cancro cervicale tende a crescere lentamente.

Un Pap test può rilevare cellule anormali sulla cervice prima che diventino cancerose. Questo è noto come carcinoma in situ o carcinoma cervicale allo stadio 0.

La rimozione di queste cellule può aiutare a prevenire lo sviluppo del cancro in primo luogo.

Le fasi generali per il cancro cervicale sono:

  • Fase 1: Le cellule tumorali sono presenti sulla cervice e possono essersi diffuse nell'utero.
  • Fase 2: Il cancro si è diffuso al di fuori della cervice e dell'utero. Non ha raggiunto le pareti del bacino o la parte inferiore della vagina.
  • Fase 3: Il cancro ha raggiunto la parte inferiore della vagina, la parete pelvica o colpisce i reni.
  • Fase 4: Il cancro si è diffuso oltre il bacino fino al rivestimento della vescica, al retto o ad organi e ossa distanti.

I tassi di sopravvivenza relativa a 5 anni basati sulle persone con diagnosi di cancro cervicale dal 2009 al 2015 sono:

  • localizzato (limitato alla cervice e all'utero): 91,8 percento
  • Regionale (diffuso oltre la cervice e l'utero nei siti vicini): 56,3%
  • lontano (diffusione oltre il bacino): 16,9 per cento
  • Sconosciuto: 49 percento

Si tratta di tassi di sopravvivenza globale basati su dati degli anni dal 2009 al 2015. Il trattamento del cancro cambia rapidamente e le prospettive generali potrebbero essere migliorate da allora.

Ci sono altri fattori da considerare?

Sì. Ci sono molti fattori oltre lo stadio che possono influenzare la tua prognosi individuale.

Alcuni di questi sono:

  • età alla diagnosi
  • salute generale, comprese altre condizioni come l'HIV
  • il tipo di papillomavirus umano (HPV) coinvolto
  • tipo specifico di cancro cervicale
  • se si tratta di una prima istanza o di una ricorrenza di carcinoma cervicale precedentemente trattato
  • quanto velocemente inizi il trattamento

Anche la razza ha un ruolo. Le donne nere e ispaniche hanno più alto tassi di mortalità per carcinoma cervicale.

Chi sviluppa il cancro cervicale?

Chiunque abbia una cervice può contrarre il cancro cervicale. Questo è vero se al momento non sei sessualmente attivo, sei incinta o sei in post-menopausa.

Secondo l'ACS, il cancro cervicale è raro nelle persone di età inferiore ai 20 anni e più frequentemente diagnosticato nelle persone di età compresa tra 35 e 44 anni.

Negli Stati Uniti, le persone ispaniche hanno il rischio più elevato, quindi gli afroamericani, gli asiatici, le isole del Pacifico e i caucasici.

I nativi americani e i nativi dell'Alaska hanno il rischio più basso.

Cosa lo causa?

La maggior parte dei casi di cancro cervicale è causata dall'infezione da HPV. HPV è il più comune infezione virale del sistema riproduttivo, con la maggior parte delle persone sessualmente attive che lo acquisiscono ad un certo punto.

L'HPV è facile da trasmettere perché richiede solo un contatto genitale pelle a pelle. Puoi ottenerlo anche se non fai sesso penetrativo.

La maggior parte delle volte, HPV si risolve da solo entro 2 anni. Ma se sei sessualmente attivo, puoi contrarlo di nuovo.

Solo un piccolo numero di persone con HPV svilupperà il cancro cervicale, ma quasi tutto i casi di cancro cervicale sono dovuti a questo virus.

Non succede dall'oggi al domani, però. Una volta infettato da HPV, possono essere necessari da 15 a 20 anni per lo sviluppo del cancro cervicale o da 5 a 10 anni se si ha un sistema immunitario indebolito.

L'HPV può avere maggiori probabilità di progredire verso il cancro cervicale se si fuma o si hanno altre infezioni a trasmissione sessuale (IST) come la clamidia, la gonorrea o l'herpes simplex.

Ci sono diversi tipi?

Fino a 9 casi su 10 di carcinoma cervicale sono carcinomi a cellule squamose. Si sviluppano dalle cellule squamose dell'exocervix, la parte della cervice più vicina alla vagina.

La maggior parte degli altri sono adenocarcinomi, che si sviluppano nelle cellule ghiandolari dell'endocervice, la parte più vicina all'utero.

Il cancro cervicale può anche essere linfomi, melanomi, sarcomi o altri tipi rari.

C'è qualcosa che puoi fare per prevenirlo?

C'è stata una significativa riduzione del tasso di mortalità da quando è arrivato il Pap test.

Una delle cose più importanti che puoi fare per prevenire il cancro cervicale è quella di ottenere controlli regolari e Pap test come raccomandato dal medico.

Altri modi per ridurre il rischio includono:

  • chiedendo al medico se è necessario ottenere il vaccino HPV
  • ottenere un trattamento se si trovano cellule cervicali precancerose
  • sottoporsi a test di follow-up in caso di Pap test anormale o HPV positivo
  • evitare o smettere di fumare

Come fai a sapere se ce l'hai?

Il carcinoma cervicale in fase iniziale non provoca normalmente sintomi, quindi probabilmente non ti renderai conto di averlo. Ecco perché è così importante sottoporsi a regolari test di screening.

Man mano che il cancro cervicale progredisce, segni e sintomi possono includere:

  • insolita secrezione vaginale
  • sanguinamento vaginale
  • dolore durante il rapporto
  • dolore pelvico

Naturalmente, questi sintomi non significano che tu abbia un cancro cervicale. Questi potrebbero essere segni di una varietà di altre condizioni curabili.

Quali sono le linee guida per lo screening?

Secondo le linee guida di screening ACS:

  • Le persone di età compresa tra 21 e 29 anni dovrebbero sottoporsi a un Pap test ogni 3 anni.
  • Le persone di età compresa tra 30 e 65 anni dovrebbero sottoporsi a un Pap test più un test HPV ogni 5 anni. In alternativa, potresti fare il Pap test da solo ogni 3 anni.
  • Se hai avuto un'isterectomia totale per motivi diversi dal cancro o dal precancer, non è più necessario sottoporsi a test Pap o HPV. Se l'utero è stato rimosso, ma hai ancora la cervice, lo screening dovrebbe continuare.
  • Se hai più di 65 anni, non hai avuto un precanceroso serio negli ultimi 20 anni e hai avuto uno screening regolare per 10 anni, puoi interrompere lo screening del cancro cervicale.

Potresti aver bisogno di test più frequenti se:

  • Sei ad alto rischio di cancro cervicale.
  • Hai avuto un risultato Pap anomalo.
  • Ti è stato diagnosticato un precancer cervicale o l'HIV.
  • Sei stato precedentemente curato per il cancro cervicale.

Uno studio del 2017 ha rilevato che i tassi di mortalità per cancro cervicale, in particolare nelle donne di colore più anziane, potrebbero essere stati sottovalutati. Parla con il tuo medico del tuo rischio di sviluppare il cancro cervicale e assicurati di ottenere lo screening giusto.

Il primo passo è di solito un esame pelvico per verificare la salute generale e segni di malattia. Un test HPV e un Pap test possono essere eseguiti contemporaneamente all'esame pelvico.

Come viene diagnosticata

Sebbene un Pap test possa verificare la presenza di cellule anomale, non può confermare che queste cellule siano cancerose. Per questo, avrai bisogno di una biopsia cervicale.

In una procedura chiamata curettage endocervicale, un campione di tessuto viene prelevato dal canale cervicale utilizzando uno strumento chiamato curette.

Questo può essere fatto da solo o durante una colposcopia, in cui il medico utilizza uno strumento di ingrandimento illuminato per dare un'occhiata più da vicino alla vagina e alla cervice.

Il medico potrebbe voler eseguire una biopsia a cono per ottenere un campione più grande, a forma di cono di tessuto cervicale. Questa è una chirurgia ambulatoriale che coinvolge un bisturi o un laser.

Il tessuto viene quindi esaminato al microscopio per cercare le cellule tumorali.

È possibile sottoporsi a un normale pap test e sviluppare ancora il cancro cervicale?

Sì. Un Pap test può solo dirti che al momento non hai cellule cervicali cancerose o precancerose. Non significa che non puoi sviluppare il cancro cervicale.

Tuttavia, se il Pap test è normale e il test HPV è negativo, la possibilità di sviluppare il cancro cervicale nei prossimi anni è molto basso.

Quando si ottiene un risultato Pap normale ma si è positivi per l'HPV, il medico può raccomandare un follow-up per verificare la presenza di cambiamenti. Anche così, potrebbe non essere necessario un altro test per un anno.

Ricorda, il cancro cervicale cresce lentamente, quindi finché tieni il passo con i test di screening e follow-up, non c'è motivo di preoccuparti.

Come viene trattato?

Una volta che c'è una diagnosi di cancro cervicale, il passo successivo è scoprire fino a che punto il cancro potrebbe essersi diffuso.

Determinare lo stadio può iniziare con una serie di test di imaging per cercare prove di cancro. Il medico può avere un'idea migliore del palcoscenico dopo aver eseguito un intervento chirurgico.

Il trattamento per il cancro cervicale dipende da quanto si è diffuso. Le opzioni chirurgiche possono includere:

  • conizzazione: Rimozione del tessuto canceroso dalla cervice.
  • Isterectomia totale: Rimozione della cervice e dell'utero.
  • Isterectomia radicale: Rimozione della cervice, dell'utero, della parte della vagina e di alcuni legamenti e tessuti circostanti. Ciò può includere anche la rimozione delle ovaie, delle tube di Falloppio o dei linfonodi vicini.
  • Isterectomia radicale modificata: Rimozione della cervice, dell'utero, della parte superiore della vagina, di alcuni legamenti e tessuti circostanti e possibilmente dei linfonodi vicini.
  • Trachelectomia radicale: Rimozione della cervice, del tessuto e dei linfonodi vicini e della vagina superiore.
  • Salpingo-ooforectomia bilaterale: Rimozione delle ovaie e delle tube di Falloppio.
  • Esenterazione pelvica: Rimozione della vescica, del colon inferiore, del retto, più della cervice, della vagina, delle ovaie e dei linfonodi vicini. Devono essere realizzate aperture artificiali per il flusso di urina e feci.

Altri trattamenti possono includere:

  • Radioterapia: Mirare e distruggere le cellule tumorali e impedirle di crescere.
  • Chemioterapia: Utilizzato a livello regionale o sistemico per uccidere le cellule tumorali.
  • Terapia mirata: Farmaci in grado di identificare e attaccare il cancro senza danneggiare le cellule sane.
  • Immunoterapia: Farmaci che aiutano il sistema immunitario a combattere il cancro.
  • Test clinici: Per provare nuovi trattamenti innovativi non ancora approvati per l'uso generale.
  • Cure palliative: Trattamento dei sintomi e degli effetti collaterali per migliorare la qualità generale della vita.

È curabile?

Sì, soprattutto se diagnosticato e trattato in una fase precoce.

La ricorrenza è possibile?

Come con altri tipi di cancro, il cancro cervicale può tornare dopo che hai completato il trattamento. Può ripresentarsi vicino alla cervice o in qualche altra parte del corpo. Avrai un programma di visite di follow-up per monitorare i segni di ricorrenza.

Qual è la prospettiva generale?

Il cancro cervicale è una malattia a crescita lenta, ma potenzialmente letale. Le tecniche di screening di oggi significano che hai maggiori probabilità di scoprire cellule precancerose che possono essere rimosse prima che abbiano la possibilità di svilupparsi nel cancro.

Con diagnosi e trattamento precoci, le prospettive sono molto buone.

Puoi aiutare a ridurre le possibilità di sviluppare il cancro cervicale o di prenderlo in anticipo. Parlate con il vostro medico dei vostri fattori di rischio e della frequenza con cui dovreste essere sottoposti a screening.