Polline d’api: valori nutrizionali, benefici per la salute e sicurezza

0
97

Polline d’api: valori nutrizionali, benefici per la salute e sicurezza

Sai che il polline d’api contiene quasi tutti i nutrienti richiesti dal corpo umano? Il polline d’api è il cibo naturale per le api da miele. Il polline d’api contiene non solo polline di fiori, ma anche un mix di miele di fiori, secrezioni d’api, cera d’api e molti altri composti importanti. Ma fa bene alla salute? Puoi usarlo nella tua dieta? Continua a leggere per conoscere il valore nutrizionale, i benefici per la salute, l’uso e gli effetti collaterali del polline d’api.

In questo articolo

Cos’è il polline d’api?

Le api vanno in giro e raccolgono polline da diverse piante da fiore. Possono raccogliere tutto da un particolare tipo di pianta o da diverse varietà. Mentre raccolgono il polline, mescolano parte della loro secrezione salivare o il nettare del fiore, che influisce sulla composizione del polline d’api. Quindi, il polline d’api può contenere anche miele, cera d’api, nettare, ecc.

Una volta raccolto il polline, le api lo portano all’alveare dove lo distribuiscono nelle celle del favo. Quindi ricoprono il polline con uno strato di miele e cera, ottenendo il “pane d’api” che è la principale fonte proteica per la colonia di api (1).

Il polline d’api tende a differire per forma, colore, dimensione e sapore in base alla fonte da cui viene raccolto. In commercio è disponibile sotto forma di piccoli granuli gialli, arancioni, marroni o neri e ha un sapore dolce e floreale. Diamo un’occhiata alla sua composizione nutrizionale.

Informazioni nutrizionali sul polline d’api

Il polline d’api è noto come prodotto apiterapeutico (prodotto dalle api e utilizzato per scopi medicinali). Comprende più di 200 sostanze attive, tra cui vitamine, aminoacidi, macro e micronutrienti e flavonoidi. Il polline d’api contiene in realtà più proteine ​​di qualsiasi altra fonte animale (1). Secondo l’USDA, 100 g di polline d’api contengono i seguenti nutrienti (2):

Energia

400 kcal

Proteina

20 g

Lipidi totali (grassi)

0 g

Carboidrato

70 g

Fibra, dieta totale

10 g

Zucchero

40 g

Il polline d’api con i suoi ricchi nutrienti e il suo contenuto di miele offre molti potenziali benefici per la salute. Vediamo come.

Benefici per la salute del polline d’api

  • Può aiutare a regolare il sistema immunitario

Il polline d’api contiene composti come oli volatili, flavonoidi e steroidi che possono aiutare a regolare il sistema immunitario a livello cellulare (3). Possono anche aiutare a gestire meglio le allergie stagionali riducendo il loro impatto sul sistema immunitario. Mentre la ricerca basata sugli animali indica i potenziali effetti antiallergici delle api, sono necessari ulteriori studi sull’uomo per stabilire lo stesso (4).

  • Può aiutare a ridurre l’infiammazione

L’infiammazione cronica di solito suggerisce un problema di salute sottostante e aumenta il rischio di condizioni di salute a lungo termine come malattie cardiovascolari e diabete. Gli studi sugli animali suggeriscono che gli estratti di polline d’api potrebbero aiutare a ridurre l’infiammazione (5), (3). Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire lo stesso effetto negli esseri umani.

  • Può favorire la guarigione delle ferite

Il polline d’api potrebbe essere efficace nella guarigione delle ferite e nel trattamento delle ustioni. In una formulazione di unguento, gli estratti di polline d’api si sono rivelati efficaci nell’inibire la crescita microbica e nel promuovere la guarigione e la chiusura delle ferite quando applicati alle ferite da ustione (6).

  • Può proteggere contro le malattie cardiovascolari

Gli estratti di polline d’api possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e fornire una certa protezione dall’ictus e da varie altre complicazioni cardiache (7). Uno studio sugli animali indica che l’estratto di polline d’api può aiutare a ridurre la formazione di placca nelle arterie (8). Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche su soggetti umani per dimostrare lo stesso.

  • Può aiutare a combattere il cancro

Alcuni prodotti delle api come miele, propoli e pappa reale possono essere efficaci nel combattere le cellule tumorali in vari tipi di cancro (9). Sebbene ciò sembri promettente, attualmente non ci sono prove degli effetti antitumorali del polline d’api negli esseri umani.

  • Può migliorare la salute del fegato

Il polline d’api potrebbe aiutare a prevenire e riparare i danni al fegato. Uno studio condotto in Turchia ha scoperto che il polline d’api di castagno guarisce le cellule del fegato e le protegge da ulteriori danni (10).

  • Può aiutare a trattare l’osteoporosi

Uno studio sugli animali suggerisce che il polline d’api può aiutare a migliorare i livelli di calcio e fosfato nelle ossa, fornendo così una certa protezione contro la perdita ossea correlata all’osteoporosi. Ciò potrebbe suggerire il potenziale del polline d’api nel trattamento dell’osteoporosi (11).

Ora che conosci i suoi valori nutrizionali, devi essere entusiasta di includerlo nella tua dieta. Quindi, impariamo dove puoi trovare il polline d’api e come usarlo.

Come viene utilizzato il polline d’api?

È possibile trovare granuli di polline d’api in molti negozi di alimenti naturali e nei mercati degli agricoltori. Ora è ampiamente incluso in alcuni integratori alimentari naturali e creme lenitive per la pelle. Dovresti comprare polline d’api da aziende rispettabili o da un apicoltore fidato. Il polline dovrebbe essere privo di pesticidi e prodotti chimici.

Il modo più comune per includere il polline d’api nella dieta è macinarlo e mescolarlo in alimenti come miele, yogurt, fiocchi di latte e cibi da forno come biscotti e torte.

Puoi anche immergere i granuli o i granuli di polline in acqua calda o latte per 2-3 ore per rilasciare i loro nutrienti. Puoi prepararlo così com’è o usarlo per fare frullati.

Sebbene tu possa sentire consigli sull’uso del polline d’api per vari problemi di salute, dovresti consultare il tuo medico prima di aggiungerlo alla tua dieta.

Quanto polline d’api dovresti assumere?

Il polline d’api viene solitamente venduto sotto forma di granuli e deve essere assunto secondo l’etichetta delle istruzioni. Nonostante i suoi numerosi potenziali benefici per la salute, non ci sono abbastanza informazioni scientifiche per determinare un dosaggio standard di consumo per il polline d’api. Sebbene i prodotti naturali possano sembrare utili, potrebbero non essere sempre sicuri da consumare direttamente. Si consiglia di consultare un medico prima di consumarlo.

Si consiglia alle persone che seguono terapie sanitarie alternative di assumere ¼ di cucchiaino di polline d’api al giorno e di aumentarlo gradualmente fino a 2 cucchiai. Tuttavia, è necessario tenere traccia di eventuali sintomi o reazioni avverse come gonfiore, prurito, stordimento, mancanza di respiro o qualsiasi altra reazione grave a tutto il corpo.

Il polline d’api va tenuto al riparo dalla luce solare diretta, in un luogo fresco e buio come il frigorifero, il congelatore o la dispensa.

Il polline d’api, con le sue proteine ​​antimicrobiche e antinfiammatorie e il ricco contenuto di nutrienti, può offrire molti benefici per la salute. Tuttavia, dovresti stare attento ad alcuni effetti collaterali. Scopri tutto su di loro nella prossima sezione.

Effetti collaterali e precauzioni

Il polline d’api può portare a determinate reazioni allergiche e altri problemi di salute. Dovresti consultare il tuo medico prima di prendere il polline d’api.

  • Allergie

Le persone con allergie note al polline, al miele o alle punture d’api dovrebbero consultare un medico o un immunologo prima di usare il polline d’api in qualsiasi forma. Mentre il polline d’api può sembrare sicuro per la maggior parte delle persone, può potenzialmente causare gravi reazioni allergiche che includono (ma non sono limitate a) arrossamento, prurito, gonfiore, orticaria, mancanza di respiro e anafilassi (12). Se noti uno di questi sintomi, dovresti interrompere l’uso e consultare un medico al più presto.

  • Contaminazione

Il polline d’api è un prodotto naturale e presenta il rischio di contaminazione durante la sua raccolta. Anche la muffa delle piante in decomposizione potrebbe potenzialmente influenzare un lotto di polline d’api. La manipolazione e lo stoccaggio impropri possono anche portare a un’ulteriore contaminazione.

  • farmaci

Alcuni composti nel polline d’api possono portare a probabili interazioni con alcuni farmaci. Può potenzialmente aumentare il tasso di sanguinamento se assunto insieme a farmaci anticoagulanti come il Warfarin (13). Se stai assumendo qualsiasi tipo di medicinale, sia esso da banco o anche integratori a base di erbe, dovresti consultare un medico prima di prendere il polline d’api.

  • Gravidanza

Il polline d’api potrebbe non essere sicuro per donne e bambini in gravidanza o in allattamento. Dovrebbero consultare il proprio medico prima di usare il polline d’api in qualsiasi forma.

La linea di fondo

Molte persone considerano il polline d’api un superalimento a causa del suo ricco contenuto di nutrienti. Per le sue proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche, è anche apprezzato come prodotto terapeutico naturale. È possibile acquistare polline d’api come polline macinato o granuli. Può aiutare ad aumentare l’assunzione di nutrienti se aggiunto a cereali, frullati, fiocchi di latte, yogurt, insalate o prodotti da forno. Tuttavia, il polline d’api potrebbe non essere adatto a persone con allergie stagionali ai pollini o alle punture d’api. Sebbene il polline d’api possa essere potenzialmente benefico per l’uomo, la raccolta del polline per un lungo periodo di tempo può influenzare negativamente le api, le loro colonie e il nostro ambiente generale a lungo termine.

Fonti

Gli articoli su StyleCraze sono supportati da informazioni verificate da documenti di ricerca accademici e peer-reviewed, organizzazioni rinomate, istituti di ricerca e associazioni mediche per garantire accuratezza e pertinenza. Leggi la nostra politica editoriale per saperne di più.

  1. Polline d’api: composizione chimica e applicazione terapeuticahttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC4377380/
  2. POLLINE D’APIhttps://fdc.nal.usda.gov/fdc-app.html#/food-details/513506/nutrients
  3. Valutazione dell’attività in vivo di una formulazione “miscela di polline d’api”https://www.tandfonline.com/doi/full/10.3109/13880200903085482
  4. effetto inibitorio del polline raccolto dalle api sulla degranulazione dei mastociti in vivo e in vitro | Journal of Medicinal Foodhttp://www.doi.org/10.1089/jmf.2006.163
  5. Effetto antinfiammatorio dell’estratto di etanolo di polline d’api da Cistus sp. di spagnolo sull’edema della zampa posteriore di ratto indotto dalla carrageninahttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20573205/
  6. Il polline d’api come agente promettente nel trattamento delle ferite da ustionehttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4887649/
  7. (PDF) Proprietà biologiche e terapeutiche del polline d’api. Una recensionehttps://www.researchgate.net/profile/Bozena-Denisow/publication/299432343_Biological_and_therapeutic_properties_of_bee_pollen_A_review/links/5af939d8aca2720af9eeca22/Biological-and-therapeutic-properties-of-bee-review.pdf-A
  8. Attività anti-aterogena dell’estratto ricco di polifenoli dal polline d’apihttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5748819/
  9. Rassegna delle attività antitumorali dei prodotti delle apihttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3985046/
  10. Potenziale epatoprotettivo del polline d’api di castagno sui danni epatici indotti dal tetracloruro di carbonio nei rattihttp://www.doi.org/10.1155/2013/461478
  11. La pappa reale e il polline d’api riducono la perdita ossea dovuta all’osteoporosi in un modello di ratto ooforectomizzatohttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22765489/
  12. Anafilassi indotta da polline d’api: un caso clinico e una revisione della letteraturahttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25749764/
  13. Probabile interazione tra warfarin e polline d’apihttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21098375/