Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Perché avviene il bullismo?

Perché avviene il bullismo?

0
20

La maggior parte dei fattori di rischio legati al bullismo derivano dall’essere diversi dai propri coetanei. Tuttavia, con una migliore consapevolezza sul bullismo, possiamo cambiare la situazione.

Diverse ragazze coinvolte in un alterco di bullismo in un parco giochi.
Kerkez/Getty Images

Il bullismo descrive qualsiasi tipo di comportamento ripetitivo e aggressivo che intimidisce o ferisce intenzionalmente un’altra persona. Il bullismo può essere fisico o verbale e può includere molti tipi diversi di comportamenti, sia di persona che online.

Gli studi hanno scoperto che esistono molteplici fattori che aumentano il rischio di bullismo, sia come vittima che come bullo. Secondo la ricerca, tutto, dalle differenze fisiche alle difficoltà finanziarie in casa, può aumentare il rischio che qualcuno venga vittima di bullismo da parte dei suoi coetanei.

In seguito, esploreremo alcuni dei fattori di rischio più significativi per il bullismo e condivideremo risorse su come ottenere aiuto se tu o qualcuno che conosci siete vittime di bullismo.

Risposta breve: quali sono i fattori di rischio del bullismo?

Il bullismo può colpire chiunque, di qualunque provenienza, e non esiste un unico fattore che possa far diventare un bullo o una persona vittima di bullismo. Tuttavia, la ricerca suggerisce che diversi fattori di rischio possono farlo aumentare il rischio di qualcuno vittima di bullismo.

Alcuni di questi fattori di rischio per il bullismo potrebbero includere:

  • far parte di una minoranza razziale, etnica, di genere o sessuale
  • essere altrimenti “diversi” dai propri coetanei
  • avere una bassa autostima
  • avere depressione o ansia
  • difficoltà a socializzare con gli altri
  • avere una disabilità intellettiva o dello sviluppo
  • avere un background socioeconomico inferiore
  • sperimentare le avversità durante l’infanzia

Sebbene questo non sia un elenco completo di tutti i fattori che contribuiscono al bullismo, i ricercatori hanno scoperto che questi fattori hanno l’impatto più significativo sul rischio di bullismo.

Comprendere i fattori di rischio comuni per il bullismo

Alcuni gruppi di persone corrono un rischio maggiore di bullismo, sia che si tratti di vittime, di bulli o di entrambi. E anche se non esiste necessariamente “un” fattore che determina questo rischio, ecco cosa sappiamo sui principali fattori di rischio che possono contribuire al rischio di bullismo.

Differenze nell’espressione di sé

Ricerca ha scoperto che uno dei maggiori fattori che influiscono sul rischio di bullismo è se qualcuno viene percepito come “diverso” da coloro che lo circondano. Alcune di queste differenze personali possono includere:

  • Aspetto: Le differenze nell’aspetto fisico sono la prima causa di bullismo infantile.
  • Razza o etnia: Le differenze di razza ed etnia sono la seconda causa più comune di bullismo.
  • Genere: I ragazzi subiscono più bullismo fisico, mentre le ragazze subiscono più bullismo verbale.
  • Espressione di genere: Le persone di genere non conforme, comprese le persone trans, subiscono più bullismo.
  • Età: Il rischio di bullismo diminuisce con l’età, ad eccezione del cyberbullismo, che ha maggiori probabilità di colpire i bambini più grandi.
  • Peso corporeo: Le persone con un peso corporeo più elevato o che hanno insoddisfazione del peso subiscono più bullismo.
  • Sessualità: I bambini che si identificano come LGBTQIA+ corrono un rischio maggiore di subire bullismo.

Condizioni di salute mentale

Gli studi mostrano una relazione complessa tra salute mentale e bullismo. Da un lato, il bullismo aumenta il rischio di patologie mentali e, dall’altro, alcune condizioni di salute mentale possono aumentare il rischio di bullismo.

Uno studio del 2015 ha esplorato la relazione tra solitudine, ansia sociale e bullismo negli adolescenti. I risultati dello studio hanno rilevato che i problemi di salute mentale come la solitudine sociale ed emotiva e l’ansia sociale erano associati a un aumento del rischio di essere vittima di bullismo.

Uno più recente revisione del 2019 hanno scoperto che i comportamenti di bullismo negli adolescenti possono aumentare significativamente il rischio di sviluppare condizioni come l’ansia sociale.

Disabilità intellettive o dello sviluppo

Gli studi hanno anche scoperto che avere una disabilità – fisica, dello sviluppo o di altro tipo – può aumentare il rischio di bullismo.

Per esempio, uno studio del 2022 hanno esplorato i vari fattori associati al bullismo nei bambini e negli adolescenti con ADHD. I risultati dello studio hanno rilevato che il 46,9% dei partecipanti intervistati ha dichiarato di essere vittima di bullismo, mentre il 16,2% ha dichiarato di essere stato bullo.

Contesto socioeconomico inferiore

La ricerca ha dimostrato che avere un background socioeconomico inferiore e avere difficoltà finanziarie, soprattutto durante l’infanzia, può aumentare il rischio di essere vittime di bullismo.

Uno meta-analisi del 2014, che comprendeva 28 studi sul bullismo scolastico, ha esplorato il potenziale legame tra status socioeconomico e bullismo. I risultati dello studio hanno rilevato che le vittime di bullismo, e i bulli/vittime, avevano maggiori probabilità di provenire da un contesto socioeconomico inferiore.

Esperienze infantili avverse

Ricerca suggerisce anche che le avversità durante l’infanzia, come vivere conflitti o violenze in casa, aumentano il rischio di diventare vittime di bullismo.

Ad esempio, nel uno studio del 2019, i ricercatori spiegano che fattori come la violenza di vicinato, i conflitti domestici e persino i traumi intergenerazionali creano ambienti avversi. Questi ambienti, che colpiscono in modo sproporzionato le comunità minoritarie, possono aumentare il rischio di bullismo.

Come ottenere supporto per il bullismo

Che tu sia un adolescente o un adulto vittima di bullismo, sappi che non sei solo: ci sono dei passaggi che puoi intraprendere per affrontare questi comportamenti e ottenere supporto.

Uno di questi passaggi è documentare tutto ciò che sta accadendo e segnalarlo alle persone appropriate. A scuola potrebbe essere un insegnante o un preside, mentre al lavoro potrebbe includere un supervisore o un capo.

A seconda del tipo di bullismo in atto, esistono regolamenti e leggi in vigore che possono proteggerti da questo tipo di comportamenti.

E se stai cercando ulteriori risorse su come riconoscere e affrontare il bullismo, eccone alcune da consultare:

  • Risorse su StopBullying.gov
  • Pagina dei genitori vittime di bullismo
  • Centro risorse sul bullismo AACAP
  • SchoolSafety.gov Bullismo e cyberbullismo
  • Comitato per le risorse per la prevenzione del bullismo infantile
È stato utile?

Secondo le statistiche, circa il 20% degli studenti ogni anno sono vittime di bullismo.

Anche se non esiste un fattore che metta qualcuno a rischio di bullismo, la ricerca ha dimostrato che molteplici fattori possono aumentare il rischio di bullismo, sia per le vittime che per i bulli. La maggior parte di questi fattori è incentrata sull’essere in qualche modo diversi dai propri coetanei.

Se tu o qualcuno che ami siete vittime di bullismo, contattate qualcuno di cui vi fidate e condividete cosa sta succedendo. Insieme potrete documentare e segnalare questi comportamenti alle persone appropriate e ottenere il supporto di cui avete bisogno.