Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Pensiero astratto: cos'è, perché ne abbiamo bisogno e quando reintegrarlo

Pensiero astratto: cos'è, perché ne abbiamo bisogno e quando reintegrarlo

0
525

Oggi siamo ossessionati dai dati. Gli esperti di ogni settore stanno trovando modi ingegnosi per misurare e rappresentare milioni di punti dati ogni giorno.

Ma i dati sono praticamente senza valore a meno che qualcuno non possa guardare i numeri, rilevare schemi, analizzare cosa significano quegli schemi e sviluppare narrazioni per spiegarli a tutti gli altri.

La differenza tra raccogliere dati e comprenderne il significato è la differenza tra pensiero concreto e astratto.

Il pensiero astratto è la capacità di comprendere concetti che sono reali, come libertà o vulnerabilità, ma che non sono direttamente legati a oggetti ed esperienze fisiche concrete.

Il pensiero astratto è la capacità di assorbire informazioni dai nostri sensi e stabilire connessioni con il resto del mondo.

Un grande esempio di pensiero astratto sul lavoro è l'umorismo. I comici sono esperti nel pensiero astratto. Osservano il mondo che li circonda. Rilevano incongruenze, assurdità e oltraggi. E costruiscono battute dalle connessioni inaspettate.

Come usi il pensiero astratto

Il pensiero astratto è considerato un'abilità di ragionamento di ordine superiore. Lo usi quando:

  • creare cose
  • parlare in modo figurato
  • risolvere problemi
  • capire i concetti
  • analizzare le situazioni
  • formare teorie
  • mettere le cose in prospettiva

Pensiero astratto vs. concreto

Il pensiero astratto viene di solito definito accanto al suo contrario: il pensiero concreto. Il pensiero concreto è strettamente connesso agli oggetti e alle esperienze che possono essere osservati direttamente.

Un esempio di un compito che coinvolge il pensiero concreto è la scomposizione di un progetto in specifici passi cronologici. Un compito di pensiero astratto correlato è comprendere i motivi per cui il progetto è importante.

Molti di noi hanno bisogno di usare una miscela di pensiero concreto e astratto per funzionare bene nella vita di tutti i giorni.

Come sviluppiamo la capacità di pensare in modo astratto?

Le capacità di pensiero astratto si sviluppano man mano che cresciamo e maturiamo. Lo psicologo svizzero Jean Piaget ha spiegato come cambiano le capacità di pensiero dei bambini quando invecchiano.

Piaget ha affermato che dalla nascita fino all'età di circa 2 anni, neonati e bambini piccoli generalmente pensano concretamente. Osservano ed esplorano il mondo che li circonda usando i loro cinque sensi e le loro capacità motorie.

Guarda il Cheerio sul pavimento, pizzicalo con la punta delle dita e mettilo in bocca. Decidi che ti piace. Ripeti il ​​processo.

Dai 2 ai 7 anni, i bambini sviluppano la capacità di pensare in modo simbolico, che può essere la base per il pensiero astratto. Imparano che simboli come lettere, immagini e suoni possono rappresentare oggetti reali nel mondo reale.

Dall'età di 7 anni a circa 11 anni, i bambini sviluppano un ragionamento logico, ma il loro pensiero rimane in gran parte concreto – legato a ciò che osservano direttamente.

A circa 12 anni e continuando fino all'età adulta, la maggior parte delle persone sviluppa il proprio ragionamento concreto e si espande nel pensiero astratto.

Questa fase include la crescente capacità di mettersi nei panni di altre persone (per usare una metafora del pensiero astratto), imparando come entrare in empatia. L'esercizio dell'empatia è considerato un'abilità di pensiero astratto.

Ragionamento astratto a scuola

Molti dei compiti che gli studenti svolgono a scuola sono legati al pensiero astratto. Le abilità matematiche sono spesso astratte. Si basano sulla capacità di concettualizzare numeri e operazioni senza mettere sempre le mani sugli oggetti fisici.

Lo studio del linguaggio spesso comporta l'analisi e l'espressione di idee astratte, la generalizzazione della natura umana e dei conflitti e l'apprendimento della scrittura di confronti figurativi come metafore e similitudini.

Storia, studi sociali, filosofia e politica richiedono tutti la capacità di pensare in generale ai problemi sociali e di usare il giudizio etico. La scienza richiede agli studenti di proporre, testare e rivedere ipotesi e teorie.

Oltre agli aspetti accademici della scuola, la navigazione nelle complesse situazioni sociali presentate durante una tipica giornata scolastica comporta anche un pensiero astratto.

I vantaggi del pensiero astratto

Le persone che sono in grado di pensare in modo astratto sono spesso brave a:

  • fare test di intelligenza
  • risolvere problemi complessi
  • creando arte di tutti i tipi
  • venire con nuove opzioni e direzioni (pensiero divergente)

Come migliorare il pensiero astratto

Se vuoi migliorare le tue capacità di pensiero astratto, ecco alcune cose che puoi provare:

modi semplici per migliorare il tuo pensiero astratto

  • Improvvisare. Se c'è un gruppo teatrale di improvvisazione nella tua zona, prendi in considerazione l'idea di partecipare a un seminario che ti permetta di esplorare questa forma aperta di rappresentazione teatrale.
  • Risolvi i puzzle. Puzzle 3D, visivi e di parole ti insegneranno a pensare a alternative oltre a quelle che ti si presentano immediatamente.
  • Costruisci modelli 3D. Ricerca ha dimostrato che le persone nelle professioni di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica migliorano le loro capacità di pensiero astratto realizzando progetti di arti e mestieri.
  • Esplora le illusioni ottiche. Alcuni ricercatori usa l'arte e le fotografie con illusioni ottiche per addestrare gli studenti a vedere le cose in molti modi, che è un segno distintivo del ragionamento astratto.
  • Gioca con un linguaggio figurativo. La capacità di scrivere similitudini, metafore, analogie e persino pezzi di personificazione può stimolare il pensiero astratto. Pensa a qualcosa di concreto e mettilo in relazione con qualcosa di astratto: "Il giorno in cui fu condannato, la pioggia cadde continuamente, come se la giustizia stesse piangendo". O "La psicologa fece un'osservazione sessista, dicendo che le menti delle donne erano come ciotole di spaghetti".

Condizioni che possono limitare il ragionamento astratto

Alcune condizioni neurologiche possono interferire con la tua capacità di pensare in modo astratto.

  • Disturbo dello spettro autistico. ricercatori hanno scoperto che alcune persone con disturbo dello spettro autistico potrebbero avere problemi con i concetti e la risoluzione dei problemi.
  • Schizofrenia. Alcune forme di pensiero astratto, in particolare quelle coinvolte interpretare situazioni sociali, può essere limitato dalla schizofrenia.
  • Lesioni cerebrali traumatiche o organiche. Le lesioni causate da incidenti ed esposizioni prenatali, inclusi i disturbi dello spettro alcolico fetale, possono avere un impatto sulle aree del cervello che rendono possibile il pensiero astratto.
  • Disabilità intellettuali. Le persone con disabilità intellettiva hanno spesso difficoltà a utilizzare e comprendere le capacità di pensiero astratto.
  • Demenza. Spesso le parti del cervello coinvolte in molti tipi di demenza sono le stesse parti che controllano le capacità di pensiero astratte.

Quando il pensiero astratto non è utile

A volte la capacità di immaginare, prevedere e stabilire connessioni interferisce con il corretto funzionamento.

Prendi la distorsione cognitiva nota come catastrofizzante, per esempio. Se immagini abitualmente scenari peggiori, puoi aumentare il tuo livello di ansia o peggiorare i sintomi della depressione.

L'eccessiva generalizzazione è un altro esempio. Se riscontri una battuta d'arresto come prova del fallimento, la tua capacità di generalizzare sta raggiungendo una conclusione inaccurata e controproducente. Ricerca ha dimostrato che questo tipo di astrazione è comune con ansia e depressione.

Se hai una di queste condizioni, potresti scoprire che il pensiero astratto è occasionalmente problematico:

  • ansia
  • depressione
  • disturbo ossessivo compulsivo (DOC)
  • disturbo post traumatico da stress (PTSD)

La buona notizia è che i ricercatori hanno scoperto che è possibile praticare abilità di pensiero concrete e utilizzarle per migliorare sintomi di depressione e persino aiutarti il processo decisionale durante i periodi di depressione.

L'asporto

Il pensiero astratto è la capacità di considerare concetti al di là di ciò che osserviamo fisicamente. Riconoscere schemi, analizzare idee, sintetizzare informazioni, risolvere problemi e creare cose implica il pensiero astratto.

La capacità di pensare si sviluppa in modo astratto man mano che maturiamo e possiamo migliorare intenzionalmente la nostra capacità di pensiero astratto improvvisando e giocando con puzzle, modelli e linguaggio.

Trovare un sano equilibrio tra pensiero astratto e concreto è importante per mantenere una buona salute mentale e il funzionamento quotidiano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here