Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Non c’è una risposta a quanto tempo ci vuole per innamorarsi

Non c’è una risposta a quanto tempo ci vuole per innamorarsi

0
19

Joe+Kathrina/Stocksy United

L’amore tende ad essere un po’ complicato. La maggior parte delle persone probabilmente sarebbe d’accordo, infatti, che anche “complicato” è per usare un eufemismo.

Anche l’atto di innamorarsi può significare cose diverse per persone diverse o in momenti diversi della tua vita. Se ti sei innamorato una o due volte prima, potresti avere una conoscenza diretta della sua complessità. Potresti persino trovarla una cosa scivolosa da definire, non importa quante volte l’hai sperimentata.

È quella prima ondata di potente attrazione che ti lascia stordito, senza fiato e ti senti come se stessi letteralmente per cadere? Quella scintilla di assoluta certezza che hai finalmente incontrato la tua partita? Quel momento in cui non riesci più a immaginare una vita senza quella persona?

Come probabilmente avrai intuito, non esiste una risposta semplice.

Non c’è una quantità di tempo “normale”

Se sai già che le persone in genere non si innamorano esattamente nello stesso momento, esattamente nello stesso modo, potrebbe non sorprenderti sapere che i ricercatori trovano alquanto difficile individuare il tempo necessario per innamorarsi.

Fondamentalmente, è difficile misurare un processo che non rientra in alcun parametro definito. Non esiste un test prestabilito che possa determinare se sei innamorato o meno. Potresti anche non sapere con certezza esattamente cosa significano i tuoi sentimenti.

Ma i ricercatori avere ho cercato di misurare quanto tempo impiegano le persone a confessare il loro amore. Usare questo come cartina di tornasole per innamorarsi ha senso, se ci pensi.

Potresti scegliere di aspettare prima di dire quelle tre (non sempre piccole) parole, certo. Ma è probabile che non inizieresti a pensare di dirli a meno che tu non abbia effettivamente iniziato a innamorarti di qualcuno.

Uno studio in 6 parti pubblicato nel 2011 ha esaminato vari aspetti dell’impegno nelle relazioni romantiche.

In un esperimento, i ricercatori hanno posto a un totale di 111 studenti universitari (45 femmine, 66 maschi) due domande sulla loro relazione romantica attuale o terminata di recente:

  • Chi ha confessato per primo il loro amore?
  • Quanto tempo ci è voluto prima che iniziassi a considerare di dire che eri innamorato?

I risultati suggeriscono che i partecipanti di sesso maschile hanno impiegato poco più di 97 giorni, in media, per considerare di condividere i propri sentimenti. Le donne partecipanti hanno riferito di aver impiegato più tempo per pensare a confessare: quasi 139 giorni, in media.

Vari altri sondaggi condotti da siti di incontri hanno trovato risultati simili, suggerendo che generalmente ci vogliono almeno alcuni mesi per innamorarsi, indipendentemente dal sesso.

Naturalmente, il genere va oltre il binario maschio-femmina riflesso in questi studi e sondaggi.

Le esperienze di vita e le aspettative sociali sui ruoli di genere possono assolutamente svolgere un ruolo nella quantità di tempo necessaria per confessare il tuo amore.

Ma il tuo genere reale, ovunque rientri nello spettro, potrebbe avere poco a che fare con l’atto stesso di innamorarsi.

Capire “amore a prima vista”

Romanzi, fiabe e commedie romantiche ti faranno credere nella magia degli incontri casuali e dell’amore instabile. La scienza suggerisce una spiegazione alternativa: attrazione a prima vista.

Al primo incontro con qualcuno, probabilmente non sai quasi nulla dei tratti della sua personalità, della capacità di impegnarsi o del comportamento tipico delle relazioni – sai, tutti quei fattori che giocano un ruolo importante nel sostenere l’amore a lungo termine.

Non hai molto altro da fare oltre all’aspetto fisico, infatti, e ricerca 2017 sostiene l’idea che la maggior parte dei rapporti di “amore a prima vista” derivi da quel primo lampo di attrazione.

Gli autori dello studio suggeriscono anche che alcuni partner potrebbero dare un tocco più romantico alla loro connessione ricordando quella prima scintilla di desiderio come amore.

Come può sentirsi innamorarsi

Quindi, abbiamo stabilito che non puoi usare il tempo per prevedere in modo affidabile quando potresti innamorarti. Allora come puoi sapere quando succede davvero?

La maggior parte delle persone concorda sul fatto che di solito comporta alcuni dei seguenti:

  • Una sferzata di energia ed eccitazione. Potresti descriverlo come una sensazione “in cima al mondo”.
  • Un senso di novità. La tua routine quotidiana potrebbe sembrare rivitalizzata, più luminosa o più interessante.
  • Difficoltà a concentrarsi su altro. La maggior parte dei tuoi momenti di veglia, oltre a molti dei tuoi sogni, sono incentrati sui ricordi dei tuoi incontri passati e sui piani per gli incontri futuri.
  • Il desiderio di passare più tempo possibile insieme. Non ti interessa nemmeno cosa fate insieme. Fare commissioni? Strofinare i pavimenti? Tutto sembra divertente quando sono in giro.
  • Interesse per tutto ciò che li riguarda. Vuoi imparare tutto ciò che puoi: cibi preferiti, sogni e obiettivi e paure segrete, per non parlare di tutto ciò che potresti avere in comune.
  • Sentimenti di attaccamento. Il tuo legame non è solo fisico, anche se una grande chimica potrebbe influire. Senti anche una forte connessione emotiva.
  • Un senso di sicurezza. Non ti senti solo fisicamente al sicuro intorno a loro. Sai anche che puoi aprirti ai tuoi pensieri e sentimenti più profondi e privati ​​e fidarti che capiscano e rispettino quelle emozioni.

Incuriosito? Scopri di più sui segni chiave dell’innamoramento qui.

“Fasi” comuni che potresti riconoscere

I ricercatori hanno identificato tre fasi principali dell’amore romantico.

Lussuria

Questa fase ha molto a che fare con il desiderio sessuale. Puoi ringraziare il tuo impulso evolutivo per propagare la specie umana per questo.

A un livello più chimico, gli ormoni estrogeni e testosterone (presenti in vari livelli nelle persone di ogni sesso) aiutano ad aumentare la libido e stimolano la voglia di diventare fisici. Questa è una buona spiegazione del perché le prime settimane di una relazione spesso implicano molta intimità fisica.

Attrazione

Questa fase può anche coinvolgere sentimenti di lussuria e desiderio, ma va un po’ più in profondità.

Quando l’attrazione mette radici e fiorisce, il tuo cervello produce livelli più elevati di diversi ormoni, vale a dire dopamina e norepinefrina. Queste sostanze chimiche possono aumentare i livelli di energia e lasciarti con un senso di vertiginosa beatitudine e, a volte, sentimenti di gelosia e il bisogno di proteggere ferocemente un partner e la tua relazione.

Questo stato euforico può anche iniziare a influenzare altri processi del corpo, come il sonno e l’appetito.

allegato

Una volta che la tua attrazione si stabilizza, alla fine può trasformarsi in attaccamento a lungo termine. Gli ormoni ossitocina (nota anche come “l’ormone dell’amore”) e la vasopressina assumono i ruoli principali qui.

Questa fase tende a stimolare il desiderio di formare legami duraturi e coltivare l’attrazione esistente. Qui, potresti fare una scelta consapevole per sviluppare i tuoi sentimenti di amore per qualcuno che si sente bene per te, invece di ballare semplicemente al ritmo della lussuria e dell’attrazione.

Vuoi saperne di più? Analizziamo qui gli effetti dell’amore sul tuo cervello e sul tuo corpo.

Parlare di quello che vuoi con i tuoi partner

Se tendi ad innamorarti abbastanza facilmente, dire “ti amo” potrebbe non sembrare molto monumentale. Riconosci i sentimenti quando emergono, quindi li condividi con un partner perché, beh, perché no?

Eppure a volte quelle tre parole rappresentano un enorme salto di fede e fiducia. Vuoi che un partner risponda a tono, e non sai cosa farai se loro non farlo ricambia il tuo amore.

In entrambi gli scenari, una confessione d’amore è sempre un ottimo posto per mettere in pausa e avere una conversazione aperta su ciò che si desidera l’uno dall’altro.

E se solo uno di voi si sentisse “innamorato”?

Le persone si innamorano a ritmi diversi, quindi probabilmente uno di voi si innamorerà per primo.

“Nelle relazioni sane, è normale che i partner sentano diversi livelli di intensità e certezza nei loro sentimenti di amore reciproco”, afferma la dott.ssa Melissa Estavillo, una psicologa di Phoenix specializzata in consulenza relazionale.

Continua spiegando che la relazione non è necessariamente condannata se non ti innamori allo stesso tempo o hai vari gradi di certezza sul futuro della relazione.

Il modo migliore per gestire la situazione? Raccomanda di sentirsi più a proprio agio nel condividere i sentimenti in modo onesto.

“Sentirsi più sicuri della relazione non dovrebbe essere imbarazzante o vergognoso”, dice. “Sii paziente affinché il tuo partner sviluppi questi sentimenti nel proprio tempo”.

Detto questo, può anche aiutarti decidere da solo quanto tempo sei disposto ad aspettare che un partner (o l’oggetto di tuo interesse, se non hai già una relazione) ricambi quei sentimenti.

Se non sei ancora sicuro dei tuoi sentimenti

Pensi di esserti innamorato, ma temi che possa essere troppo presto. Dopotutto, hai iniziato a frequentarti solo pochi mesi fa. Puoi davvero amarli già?

Forse hanno confessato i loro amore, ma non sai esattamente come ti senti. Li ami? O semplicemente come loro moltissimo?

La maggior parte delle persone ha bisogno di almeno un po’ di tempo per risolvere complicati sentimenti romantici. Se hai uno stile di attaccamento sicuro, spiega Estavillo, potresti avere maggiori probabilità di fidarti del tuo istinto o del tuo senso intuitivo della relazione.

Accettare i tuoi sentimenti così come vengono potrebbe rivelarsi più difficile quando hai un attaccamento insicuro. Estavillo spiega che un attaccamento ansioso-insicuro può significare:

  • innamorarsi in fretta
  • considera te stesso non amabile
  • aggrapparsi alle relazioni in cui ti senti amato o hai speranze di essere amato

A volte può svilupparsi uno stile di attaccamento evitante come conseguenza di un trauma o di una negligenza emotiva. Con uno stile di attaccamento evitante, potresti:

  • dubita dei tuoi sentimenti
  • trova difficile fidarsi degli altri
  • lottare per condividere le vulnerabilità
  • la paura fa ancora più male

Clicca qui per saperne di più sui fattori che modellano gli stili di attaccamento e su come questo può manifestarsi nelle tue relazioni.

È vero che l’amore comporta qualche rischio di dolore. Tuttavia, non puoi ottenere i suoi benefici – compagnia, sicurezza, appartenenza – senza accettare quel rischio.

Inoltre, i sentimenti d’amore che esplodono rapidamente nell’esistenza potrebbero derivare da un profondo senso di insicurezza, un bisogno impellente di essere amati da qualcuno, chiunque.

I legami della prima infanzia possono sembrare storia antica, ma i problemi di attaccamento di solito continuano a riemergere nelle tue relazioni finché non fai uno sforzo dedicato per affrontarli.

Le buone notizie? Puoi assolutamente imparare a creare attaccamenti più sani e sicuri. Inizia qui.

Suggerimenti per andare avanti

Ti conosci fare voglio innamorarmi, ma non troppo in fretta. Quindi qual è una buona via di mezzo per costruire efficacemente l’intimità?

In generale, questo significa lasciare che l’amore sbocci e fiorisca naturalmente invece di forzarlo. Coltiva un nuovo amore con:

  • comunicazione aperta
  • confini chiari
  • vulnerabilità condivise

Se trovi difficile fidarti di un nuovo partner, Estavilla consiglia di offrire piccole opportunità per guadagnare la tua fiducia:

  • Presta attenzione a come reagiscono ai tuoi limiti.
  • Considera come reagiscono quando condividi cose che contano.
  • Esercitati a correre dei rischi insieme.

Quando chiudere?

Affrontare una situazione d’amore unilaterale? Potresti chiederti quanto tempo aspettare prima di andare avanti.

Tieni presente che potrebbero volerci settimane, anche mesi, prima che un partner (o te!) si senta abbastanza sicuro da dire “Ti amo anch’io”.

Piuttosto che usare queste parole per valutare la situazione, è spesso più utile considerare come ti senti all’interno della relazione.

Ti senti sicuro e protetto, a tuo agio con la tua vulnerabilità, eccitato e pieno di speranza per il futuro? Questi segni suggeriscono una relazione sana, quindi non c’è niente di male nel dare tempo alle cose.

Ma cosa succede se ti senti solo, vergognoso o critico con te stesso? Oppure credi che devi solo fare di più per renderli felici o rilassare i tuoi confini per “vincere” il loro amore. In tal caso, la relazione probabilmente non soddisfa i tuoi bisogni, dal momento che questi segni non suggeriscono un amore sano.

La linea di fondo

L’amore non è uguale per tutti. È ovvio, quindi, che la quantità di tempo necessaria affinché il tuo piede vacilli mentre cadi a capofitto può variare anche abbastanza ampiamente.

Invece di contare i mesi che passano, prova a concentrarti su come ti senti con il tuo partner. L’amore può esistere e fiorire senza parole, dopotutto, e potresti sentire la sua presenza prima che qualcuno gli dia voce.


Crystal Raypole scrive per Healthline e Psych Central. I suoi campi di interesse includono la traduzione giapponese, la cucina, le scienze naturali, la positività sessuale e la salute mentale, insieme a libri, libri e altri libri. In particolare, si impegna ad aiutare a ridurre lo stigma sui problemi di salute mentale. Vive a Washington con suo figlio e un gatto amabilmente recalcitrante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here