Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi MBC e rimanere innamorati: cosa abbiamo imparato sulla vita e la vita

MBC e rimanere innamorati: cosa abbiamo imparato sulla vita e la vita

0
78

Mio marito ed io abbiamo festeggiato 5 anni di matrimonio nella stessa settimana in cui mi è stato diagnosticato un tumore al seno. A quel punto eravamo stati insieme per quasi un decennio, e le nostre vite insieme non erano mai state lisce.

Ci siamo incontrati per la prima volta circa un anno dopo il college, dopo che ci siamo trasferiti entrambi dalla California a New York alla ricerca di altre relazioni. Dopo un po 'di tempo, quelle relazioni svanirono e noi due ci ritrovammo a una festa insieme.

Eravamo completamente estranei, nonostante il fatto che le nostre vite prendessero strade molto simili. Ci siamo meravigliati della facilità con cui la conversazione scorreva tra di noi.

Sono stato affascinato dal vivace ex ginnasta che si è presentato e poi mi ha detto che era un produttore di mobili in legno personalizzato come Aidan di "Sex and the City" – un riferimento tempestivo nel 2008 – o Gesù.

Poi mi ha informato che poteva fare un backflip, che ha continuato a fare nel mezzo del corridoio del condominio, seguito da una molla posteriore e da un altro backflip. Sono stato subito colpito.

Costruire una fondazione

Dopo quella sera, eravamo inseparabili. A meno di un anno dalla nostra relazione, nella stessa settimana, siamo stati entrambi licenziati – danni collaterali dalla recessione del 2008. Volevamo rimanere a New York, quindi, mentre si affrettava a candidarsi alla scuola di specializzazione, mi sono iscritto alla facoltà di giurisprudenza.

Siamo stati entrambi accettati in programmi che ci hanno permesso di continuare a vivere insieme, ma la vita in quegli anni non è stata facile. Entrambi i nostri programmi accademici sono stati incredibilmente stimolanti. Inoltre, correvano su orari opposti, quindi raramente ci vedevamo tranne i fine settimana, che erano già consumati dai nostri studi.

Ognuno di noi ha sperimentato numerose perdite personali ravvicinate e si è confortato a vicenda attraverso il dolore causato da ciascuno. Entrambi ci siamo ammalati e abbiamo richiesto un intervento chirurgico anche in quel periodo. Abbiamo imparato molto rapidamente i ruoli importanti e vari dei custodi dei partner.

Dopo che mio marito si è laureato con il suo master, mi ha proposto di promettere che saremmo sempre stati lì l'uno per l'altro, non importa quale.

Navigare in una diagnosi metastatica

Avanti veloce da 5 anni a 2017. Avevamo un figlio di 2 anni e avevamo appena comprato una casa nella periferia di New York.

Avevamo superato 2 anni di vita come una famiglia di tre persone, vivendo in un appartamento con una camera da letto di 700 piedi quadrati. Anche se ci siamo riusciti, quegli anni sono stati stressanti. Mentre ci sistemavamo nella nostra nuova casa, abbiamo iniziato a provare ad avere un secondo figlio.

Giorni dopo aver celebrato il nostro quinto anniversario di matrimonio e il secondo compleanno di nostro figlio, mi è stato diagnosticato un cancro al seno. Poco dopo, abbiamo appreso che la mia malattia era metastatica.

Il primo anno della mia diagnosi è stato isolante e difficile per entrambi.

La prospettiva di mio marito

Ho parlato con mio marito Christian delle difficoltà che abbiamo incontrato, soprattutto durante il primo anno come famiglia che si occupa di carcinoma mammario metastatico.

"Avevamo bisogno di trovare spazio per il lutto e l'elaborazione separatamente", ha detto. “Abbiamo lottato per appoggiarci l'un l'altro in quei mesi perché eravamo entrambi così fragili.

"Dopo il primo anno, quando Emily ha sperimentato la progressione del suo primo farmaco, ci siamo resi conto di quanto fossimo davvero spaventati e di quanto fosse importante trovare una nuova forza nella nostra relazione."

Dopo aver subito un'isterectomia totale, abbiamo iniziato a esplorare nuovi modi di essere intimi. Ci siamo ricollegati in modi incredibilmente soddisfacenti per entrambi.

"Questa esperienza ci ha avvicinato più di quanto non fossimo mai stati, ma darei quella vicinanza in un batter d'occhio se significasse che Emily non era più malata", ha detto.

Abbiamo anche dovuto discutere alcuni argomenti difficili, come i miei desideri di fine vita, crescere nostro figlio in futuro e come mi piacerebbe essere ricordato. "Non mi piace pensarci, ma aiuta a essere disposta a sollevare questi argomenti", ha aggiunto Christian.

"Emily ha sempre avuto un selvaggio senso dell'umorismo e, una sera, si è rivolta a me e mi ha detto:" Va bene se ti risposi, ma non voglio che tu compri alla tua prossima moglie un diamante più grande del mio. "

"Entrambi ci siamo fatti una bella risata, perché sembrava così sciocco e un po 'meschino, ma ha anche reso più facile parlare di quel genere di cose."

Andare avanti insieme

Ogni matrimonio ha le sue sfide, le sue insidie ​​e le sue difficoltà. Eppure anche un matrimonio che sta navigando nella vita con una malattia terminale ha spazio per la crescita, per l'amore e per la coltivazione di un nuovo livello di amicizia.

La mia malattia è una delle maggiori sfide che io e mio marito stiamo affrontando nella nostra vita. Ma stiamo anche trovando nuovi modi di connetterci e goderci il tempo che abbiamo insieme.


Emily Garnett è avvocato, madre, moglie e gattara anziana che vive con carcinoma mammario metastatico dal 2017. Poiché crede nel potere della propria voce, blog sulla sua diagnosi e terapia presso Beyond the Pink Ribbon.

Ospita anche il podcast "The Intersection of Cancer and Life".

Scrive per Advancedbreastcancer.net e Young Survival Coalition. È stata pubblicata dalla rivista Wildfire, dal Centro media femminile e dal blog collaborativo Coffee + Crumbs.

Emily può essere trovata su Instagram e contattata via e-mail qui.