Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Lettera dell'editore: Welcome to Parenthood

Lettera dell'editore: Welcome to Parenthood

0
33

Design di Alexis Lira

24 giugno 2015. Questo è stato il giorno esatto in cui io e mio marito abbiamo deciso che eravamo pronti per avere un bambino. Eravamo sposati da poco più di un anno, avevamo appena avuto un cucciolo che ci rendeva già dei genitori genitori ed entrambi avevamo appena compiuto 30 anni. Portare un bambino nell'equazione era il naturale passo successivo in questa vita che stavamo costruendo .

Sapevo solo che saremmo stati il ​​tipo di coppia "capito al primo tentativo". Ero sicuro di aver visto segni di gravidanza solo 7 giorni dopo l'inizio delle avventure per bambini ("Mi fanno male le tette, tesoro!"). Ho ordinato un adesivo "Baby on Board" per la nostra auto perché è quello che fanno i genitori, giusto? Eravamo incinta!

Ma non eravamo vicini. Quell'adesivo raccoglierebbe polvere per altri 3 anni.

Una lotta con l'infertilità

Abbiamo trascorso quel tempo dentro e fuori dagli studi medici, subendo interventi chirurgici per aiutare le nostre possibilità, venir pungenti e pungolati, quindi più aghi durante la fecondazione in vitro. Mi è stato diffuso l'aquila sulla sedia di un medico più volte di quanto mi piacerebbe ricordare.

Abbiamo pianto così tanto. Ci siamo sentiti soli. Avevamo bisogno di supporto. Avevamo bisogno di una dannata vacanza. Se questo fosse uno spaccato di come sarebbe stata la paternità, allora sh * t, a cosa ci stavamo iscrivendo?

Ecco a cosa ci siamo registrati

Non sapevo, questo era Esattamente come sarebbe stata la paternità in quei primi giorni: ho pianto, sono rimasta alzata fino a tardi con mio marito googling "dormiremo mai più?" e ho radunato un villaggio per aiutarmi. E sì, ho fatto una vacanza (andare in bagno in pace e tranquillità).

Ma hey, questa è solo una parte. Il resto è piuttosto speciale.

14 giugno 2018. Abbiamo scoperto quanto possa essere speciale. Le nostre lotte per l'infertilità si sono rivelate degne quando è nato il nostro bambino. È difficile spiegare la sensazione, ma è una cosa che non mi lascia mai come genitore, non importa quanto le cose si sporchino. Entrambi letteralmente, quando fa pipì su di me ma è così carino che non mi interessa, e in senso figurato perché stiamo solo cercando di stare al di sopra dell'acqua e capire come andiamo.

Ecco il punto: non siamo noi tutti stai solo cercando di capire come andiamo? Se hai tutte le risposte – e ancora meglio, se non lo fai – per favore scorri nel DMs @HLParenthood e dimmi tutto.

Ma se sei qui perché hai bisogno di quel sostegno e di un villaggio più grande in questo viaggio incredibilmente selvaggio, estenuante e appagante (leggi: tutti noi), allora sei nel posto giusto.

Tutti hanno una cosa

Il mio viaggio per la fertilità era la cosa per cui nessuno mi preparava. È stata questa esperienza mondiale che mi ha fatto domandare perché non c'erano innumerevoli libri e siti web a farmi passare.

Non sto solo parlando di logistica. Stavo cercando i siti per supportare la mia sanità mentale, il benessere e la forza attraverso quella logistica, che ha avuto un grande successo. Dov'erano quelli risorse?

Ciò che abbiamo imparato rapidamente attraverso la nostra ricerca è questo di tutti ho una cosa – e la maggior parte di noi non la vede arrivare. Ma possiamo essere meglio equipaggiati e preparati con le giuste informazioni, le storie dei genitori che sono stati lì e il supporto per qualunque curva si faccia strada.

Questo è il motivo per cui sono orgoglioso di creare il contenuto che vorrei esistesse quando stavo combattendo tutte le probabilità di avere un bambino. Sono orgoglioso di produrre gli articoli che avrei voluto leggere dopo che mio figlio è arrivato perché quei primi giorni del neonato sono difficili – e dovremmo parlarne di più. Sono orgoglioso di condividere le storie che ti parlano della tua cosa.

Questa è la genitorialità

Sono così entusiasta di darti il ​​benvenuto in Parenthood. Il nuovissimo marchio di Healthline si concentra sulla tua vita e sul tuo benessere attraverso l'obiettivo di diventare un genitore. La tua identità i cambiamenti, ma non è necessario perdere esso.

Le risposte e le informazioni che troverai qui guidano con guida ed empatia – non temere mai. Ogni singolo articolo che leggi viene verificato o revisionato da un medico, in modo da non ricevere alcun BS.

Hai appena iniziato a provare per il tuo primo figlio? Abbiamo suggerimenti per aumentare le tue possibilità. Lottando con infertilità? Ecco una storia per farti andare avanti.

Ti aspetti un bambino e ti senti ansioso? Questa storia aiuterà. Ti chiedi se i sintomi della gravidanza sono normali? Queste vere mamme potrebbero metterti a tuo agio.

Hai un neonato a casa e sei sopraffatto da tutto ciò che deve andare nelle tue cure postpartum? Ti abbiamo coperto. E dal momento che tutti noi potremmo fare una bella risata, ce ne sono molti anche noi.

16 ottobre 2019. Benvenuti in Parenthood. È qui che viene prima il tuo benessere. Perché quando ti prendi cura di te, puoi prenderti cura di loro meglio. Siamo felici che tu sia qui.

Jamie Webber
Redattore senior, Parenthood

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here