Le forze ucraine sembrano uccidere i russi catturati in video: rapporto

0
17

La clip, verificata dal New York Times, è stata girata a nord del villaggio di Dmytrivka, vicino alla città di Bucha.

Un residente locale esamina un carro armato russo distrutto nel villaggio di Dmytrivka, vicino a Kiev [File: Efrem Lukatsky/The Associated Press]

Avvertenza: alcuni lettori potrebbero trovare inquietanti le descrizioni di questo articolo.

Un video pubblicato online e verificato dal New York Times sembra mostrare le truppe che combattono sotto uno stendardo ucraino mentre sparano a quello che si ritiene essere un soldato russo catturato fuori da un villaggio a ovest della capitale ucraina, Kiev.

Nella clip, pubblicata online lunedì, il soldato russo è visto con una giacca infilata sulla testa, apparentemente ferito ma ancora respirando, ha riportato il quotidiano mercoledì.

«È ancora vivo. Filma questi predoni. Guarda, è ancora vivo. Sta ansimando”, si sente dire un uomo.

Un soldato poi spara all’uomo due volte. Gli spara una terza volta dopo che continua a muoversi. Il ferito poi si ferma.

Altri tre soldati ritenuti russi possono essere visti morti nelle vicinanze, uno con una ferita alla testa e le mani legate dietro la schiena.

Il Times ha riferito che i presunti soldati ucraini sono identificabili dalla toppa con la bandiera e dalle bracciali blu. Si sentono dire più volte “gloria all’Ucraina”.

I soldati morti indossano mimetiche e bracciali bianchi comunemente indossati dalle truppe russe. Stanno mentendo a pochi metri da un BMD-2, un veicolo da combattimento di fanteria utilizzato dall’unità aviotrasportata russa, secondo il giornale.

Il video è stato girato a nord del villaggio di Dmytrivka, che si trova a circa 11 km (sette miglia) da Bucha, secondo il Times. A Bucha, le autorità ucraine affermano di aver scoperto centinaia di cadaveri di civili dopo che le forze russe si erano ritirate dall’area. Le immagini dei corpi lungo le strade di Bucha hanno sconvolto la comunità internazionale e riacceso gli appelli per un’indagine sui crimini di guerra.

Anche l’esecuzione di soldati nemici catturati costituirebbe un crimine di guerra.

Non ci sono stati commenti immediati da parte delle autorità ucraine.

In un reportage da Mosca, Dorsa Jabbari di Al Jazeera ha affermato che il video rappresenta “la prima volta che vediamo filmati verificati dai media occidentali di soldati russi uccisi da presunte forze ucraine”.

La Russia è stata ripetutamente accusata di diffondere disinformazione per rafforzare il sostegno all’invasione in patria; il video segue settimane di accuse da parte di funzionari secondo cui i soldati russi sono stati vittime di atrocità in Ucraina.

“Mercoledì abbiamo anche sentito il ministero della Difesa russo, che ha affermato di aver sentito di resoconti di soldati russi di torture per mano delle forze ucraine”, ha detto Jabbari, “e stanno esortando le organizzazioni internazionali… a farsi coinvolgere per indagare sul accuse”.

L’apparente uccisione dei soldati russi segue un’imboscata a una colonna russa intorno al 30 marzo nel mezzo di un continuo ritiro dalle aree circostanti Kiev, secondo il Times.

Il ministero della Difesa ucraino aveva precedentemente twittato sulla distruzione del convoglio russo, definendolo “un lavoro preciso”.

Un’agenzia di stampa ucraina che ha pubblicato un video sulla scia dell’imboscata ha descritto coloro che vi sono dietro come membri della “Legione georgiana”, un’unità paramilitare di volontari della Georgia che si è formata nel 2014.

Tuttavia, secondo il Times, un uomo si riferisce ai combattenti ucraini come “ragazzi di Belgravia”, forse riferendosi al complesso residenziale di Belgravia situato vicino a dove è avvenuto l’incidente.

Le forze russe hanno invaso l’Ucraina il 24 febbraio, inizialmente facendo un’avanzata su Kiev e le aree circostanti.

Negli ultimi giorni, Mosca ha riposizionato le truppe lontano da Kiev per concentrarsi sulla cattura delle regioni orientali e meridionali dell’Ucraina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here