Incendi violenti nella città portuale cilena di Valparaiso lascia 700 senzatetto

0
64

Di Aislinn Laing e Natalia A. Ramos Miranda

Una bandiera cilena appende i resti di una casa, dopo che è stata distrutta da un incendio, a seguito della diffusione degli incendi a Valparaiso, in Cile, il 26 dicembre 2019. REUTERS / Rodrigo Garrido

SANTIAGO – Più di 245 case sono state distrutte e 700 persone hanno lasciato i poveri dopo un incendio boschivo in una zona a basso reddito della città costiera cilena di Valparaiso alla vigilia di Natale.

Il presidente Sebastian Pinera ha dichiarato giovedì durante un tour nella zona colpita che ci sono prove che l'incendio sia stato avviato deliberatamente.

"Mi dispiace profondamente che quella che avrebbe dovuto essere una buona notte, una notte di pace, avrebbe dovuto essere così profondamente modificata da questa tragedia", ha detto.

Valparaiso, noto per le sue case colorate con struttura in legno, è popolare tra i turisti nel paese sudamericano.

Il fuoco è scoppiato in una zona boscosa alla periferia della città e si è diffuso verso la costa, colpendo le colline di Rocuant e San Roque, un miscuglio di insediamenti che si affacciano sulla città.

Gli abitanti sono fuggiti dalle loro case pochi istanti prima di sedersi alla cena della vigilia di Natale, alcuni hanno perso tutti i loro averi e persino gli animali domestici.

Marta Pinto, 78 anni, ha detto che sua nipote ha notato il fuoco che scendeva dalla collina e ha lanciato l'allarme.

"Mi hanno portato a casa di una nipote perché soffro di malattie polmonari", ha detto a Reuters. "Mio marito è arrivato e ha detto: 'Amore, abbiamo perso tutto.' Ho già pianto tutte le mie lacrime. Il mio cuore è così dolorante per tutto quello che è successo a noi, ai nostri vicini, in questa tremenda tragedia ”.

Juan Silva Suazo, 68 anni, ha dichiarato di aver perso la sua casa e tutti i beni che ha accumulato per 45 anni.

"Così tanti anni di sacrificio, mi è costato così tanto per costruire la mia casa e ora che sono in pensione, non ho modo di tornare indietro", ha detto. “Ho la poliomielite, non posso sopportare a lungo, o sedermi a lungo sia perché ho l'osteoporosi nei fianchi, nelle ginocchia e nei piedi. Stiamo dormendo in un bagno in questo momento, è terribile. "

La commissione forestale del Cile ha dichiarato che l'incendio è stato completamente controllato solo a mezzogiorno di giovedì con l'aiuto di nove squadre antincendio, cinque elicotteri e due camion d'acqua. Un totale di 132 ettari di vegetazione sono stati distrutti, ha aggiunto.

Il ministro dell'Agricoltura Antonio Walker ha affermato che le alte temperature al culmine dell'estate nell'emisfero australe, che va da dicembre a marzo, e le condizioni di siccità causate da una siccità storica che attualmente sta devastando il Cile hanno fornito terreno fertile per l'incendio.

Il sindaco di Valparaiso, Jorge Sharp, ha dichiarato mercoledì di aver presentato una denuncia penale ai tribunali contro coloro che hanno iniziato l'incendio, una volta identificati.

"Che questo incendio sia stato avviato intenzionalmente è chiaro, da varie indicazioni, e vogliamo sapere chi è responsabile e perché vorrebbero causare così tanti danni a Valparaiso", ha detto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here