Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Il succo di mirtillo ti fa fare la cacca?

Il succo di mirtillo ti fa fare la cacca?

0
6

Il succo di mirtillo rosso è la bevanda acida e rinfrescante che molti di noi conoscono come metodo per ridurre il rischio di fastidiose infezioni del tratto urinario (UTI).

Ma ci sono anche molte altre voci sul succo di mirtillo rosso, incluso il fatto che può aiutarti a fare la cacca se sei stitico.

Continua a leggere per scoprire se il succo di mirtillo rosso non ha uno ma due (o più) benefici per la salute segnalati, oltre ad alcuni suggerimenti sulla prevenzione e il trattamento della stitichezza.

Il succo di mirtillo ti fa fare la cacca?

Non ci sono molte ricerche o dati che suggeriscano che il succo di mirtillo rosso possa farti fare la cacca più di qualsiasi altro liquido.

Ecco cosa abbiamo scoperto nella nostra ricerca.

Salute dell’intestino

UN studio 2019 ha tentato di isolare gli effetti dei mirtilli rossi in generale sull’intestino. Hanno individuato l’acido salicilico, o salicilato, il composto che conferisce al succo il suo sapore aspro.

I ricercatori hanno scoperto che il salicilato naturale nel succo di mirtillo rosso può ridurre la quantità di Enterobatteriacee, Compreso E. coli, quali sono si trova a livelli più alti in quelli con condizioni digestive come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Hanno anche scoperto che il salicilato aumenta la presenza di Bacteroidaceae, un batterio intestinale sano che i ricercatori ritengono aiuti a promuovere la salute dell’apparato digerente.

Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che il succo di mirtillo ha aiutato a uccidere i batteri in modo dose-dipendente, ma non ha specificato quanto una persona avrebbe bisogno di consumare per godere di effetti potenzialmente benefici.

Ma questo studio era piccolo, con solo 26 partecipanti che hanno donato campioni di feci prima e dopo aver bevuto succo di mirtillo rosso fatto di polvere di mirtillo rosso concentrata mescolata con acqua.

Questo studio indica un potenziale beneficio del succo di mirtillo rosso: aiutare le persone con IBS che possono lottare con sintomi come la stitichezza.

Ma ci sono altre possibili cause di stitichezza, quindi il succo di mirtillo rosso potrebbe non essere la soluzione per tutti.

Un rapporto del 2016 della Cranberry Health Research Conference ha rilevato che il succo di mirtillo rosso conteneva composti come proantocianidine, isoprenoidi e xiloglucani.

Ciascuno di questi composti ha un effetto potenzialmente protettivo contro i batteri intestinali nocivi, tra cui E. coli.

Fattore fluido

Alcune persone sperimentano una maggiore incidenza di costipazione a causa della disidratazione.

Il tuo corpo ha bisogno di acqua per facilitare il passaggio delle feci. Quindi bere più succo di mirtillo rosso può ridurre la disidratazione e aiutare con la stitichezza.

Ma non ci sono prove che suggeriscano che il succo di mirtillo riesca a farlo in modo più efficace della semplice acqua.

Inoltre, il succo di mirtillo rosso (anche le versioni a basso contenuto di zucchero o ipocaloriche) ha calorie che potrebbero portare ad un aumento di peso nel tempo. Ciò significa che potrebbe non essere la tua scelta quotidiana per la prevenzione della stitichezza.

Riassumendo

Anche se ami il succo di mirtillo rosso, potresti voler trovare altri motivi per berlo oltre a farti fare la cacca.

Ci sono altre scelte di succo, come il succo di prugna (ricco di fibre) e il succo di mela (ricco di zuccheri che hanno lievi effetti di riduzione della stitichezza), che possono essere una soluzione migliore per la stitichezza rispetto al succo di mirtillo rosso.

Il succo di mirtillo ha altri benefici per la salute?

Probabilmente uno degli effetti più noti riportati del succo di mirtillo rosso è il suo potenziale per prevenire le infezioni del tratto urinario. Ma gli studi relativi al consumo di succo di mirtillo rosso per prevenire le infezioni delle vie urinarie sono contrastanti.

Studi di laboratorio mostrano che il succo di mirtillo rosso dovrebbe avere alcuni effetti protettivi.

Ma gli studi sull’uomo non hanno dimostrato in modo definitivo che questo sia vero, secondo alcuni altri studi:

  • Uno studio del 2011 su 319 donne in età universitaria con IVU ha scoperto che bere succo di mirtillo rosso non ha avuto effetti sulle IVU rispetto alle donne che hanno bevuto un liquido placebo.
  • UN studio 2017 di 227 donne di età superiore ai 60 anni che hanno ricevuto cateteri urinari dopo un intervento chirurgico all’anca non ha trovato il succo di mirtillo rosso efficace per prevenire le infezioni delle vie urinarie associate all’uso del catetere.
  • UN studio 2019 ha trovato una correlazione tra succo di mirtillo rosso e infezioni delle vie urinarie, ma si riferiva specificamente all’arricchimento di batteri intestinali come Bacteroidaceae e controllando la crescita di Enterobatteriacee.

I ricercatori sanno che i mirtilli rossi contengono più di 150 composti bioattivi — molto per una piccola bacca. Alcuni dei principali componenti antinfiammatori includono flavonoidi, acidi fenolici e antociani.

Questi composti probabilmente forniscono molti degli effetti protettivi per la salute del consumo di mirtilli rossi e del loro succo.

E potrebbero esserci ulteriori potenziali benefici nel consumare i mirtilli rossi in diverse preparazioni.

Benefici cardiaci

Alcuni studi sui ratti hanno identificato che mangiare i mirtilli rossi può aiutare a ridurre i livelli sierici di lipidi e l’infiammazione nel corpo.

Ma la maggior parte di questi riguarda l’uso della polvere di mirtillo rosso, non del succo.

Pressione sanguigna ridotta

I ricercatori hanno collegato il consumo di succo di mirtillo rosso in quantità che vanno da 250 a 500 millilitri (mL) (da 8,5 a 16,5 once) alla diminuzione della pressione sanguigna sistolica (il numero più alto) di 3 millimetri di mercurio (mm Hg).

Un altro studio 2015 su uomini e donne hanno scoperto che bere succo di mirtillo ha contribuito ad abbassare la pressione sanguigna diastolica (il numero inferiore) di 4 punti.

Benefici contro il cancro

UN Recensione 2016 2016 di 14 studi di laboratorio riguardanti i mirtilli rossi e il cancro hanno scoperto che le bacche possono aiutare a promuovere la morte cellulare e ridurre la crescita delle cellule tumorali.

Ma non ci sono studi umani a breve o lungo termine che dimostrino effetti definitivi del consumo di mirtilli rossi e della riduzione o della lotta contro il cancro.

Quali sono alcune cause comuni di stitichezza?

La stitichezza spesso non è il risultato di una sola causa, ma di molti fattori che contribuiscono. Alcune potenziali cause includono:

  • Condizioni mediche. Alcune condizioni mediche influenzano la velocità con cui le feci si muovono attraverso il corpo, il che può portare alla stitichezza. Gli esempi includono IBS, una storia di chirurgia del colon o disfunzione del pavimento pelvico.
  • Assunzione di determinati farmaci. Alcuni farmaci sono noti per peggiorare la stitichezza, inclusi calcio-antagonisti, diuretici, integratori di ferro, antidepressivi, oppioidi e alcuni antiacidi che contengono alluminio o calcio. Ma non interrompere l’assunzione di questi farmaci a meno che il medico non lo consigli.
  • Fattori dello stile di vita. Non impegnarsi in un’attività fisica regolare o alcuni fattori dietetici, come non bere abbastanza acqua o seguire una dieta ricca di fibre, possono contribuire alla stitichezza.
  • Fase della vita. Gli anziani hanno maggiori probabilità di sperimentare la stitichezza correlata ai cambiamenti nel loro movimento intestinale. Le donne incinte hanno anche maggiori probabilità di avere costipazione come effetto collaterale.

Quando dovrei vedere un medico?

La stitichezza può essere fastidiosa ma anche potenzialmente pericolosa perché può portare al blocco intestinale.

Consultare immediatamente un medico se si verificano i seguenti sintomi legati alla stitichezza:

  • sangue nelle feci
  • impossibilità di far passare il gas
  • sanguinamento rettale
  • forte dolore addominale
  • odore di feci nell’alito

Idealmente, dovresti cercare un trattamento prima che inizino questi sintomi. Se soffri di stitichezza che persiste oltre i metodi di assistenza domiciliare per diversi giorni, contatta l’ufficio del medico.

Come posso incoraggiare movimenti intestinali sani?

I movimenti intestinali sani e regolari di solito iniziano con uno stile di vita sano. Esempi inclusi:

  • Consumare una dieta ricca di frutta, verdura e cibi integrali. Questi sono ricchi di fibre, che aggiungono volume alle feci. Le donne hanno bisogno di circa 25 grammi al giorno mentre gli uomini hanno bisogno di circa 38 grammi, secondo l’Academy of Nutrition and Dietetics.
  • Bere molta acqua e altri liquidi al giorno. Il colore delle urine dovrebbe essere giallo pallido su base giornaliera.
  • Impegnarsi in una regolare attività fisica. La torsione e il movimento dell’esercizio possono aiutare a stimolare l’intestino. Obiettivo per almeno 30 minuti quasi tutti i giorni della settimana.
  • Usare il bagno ogni volta che ne senti il ​​bisogno. Ritardare il movimento intestinale può portare a ulteriore stitichezza. Molte persone scoprono di fare la cacca più o meno alla stessa ora ogni giorno. Cerca di rispettare un programma quando possibile.

Puoi anche rivedere la tua lista di farmaci con il tuo medico per vedere se qualcuno dei tuoi farmaci potrebbe peggiorare i tuoi sintomi.

Quali sono alcuni trattamenti comuni per la stitichezza?

Oltre ai cambiamenti dello stile di vita, puoi utilizzare trattamenti per ridurre la stitichezza. Alcuni sono disponibili al banco, ma è comunque meglio consultare il medico prima di usarli. Esempi inclusi:

  • integratori di fibre, come Metamucil o altri integratori a base di psillio. Questi aggiungono volume alle tue feci.
  • Ammorbidenti per le feci, come il docusato di sodio (Colace). Questi rendono più facile il passaggio delle feci.
  • agenti osmotici, come latte di magnesia o glicole polietilenico (MiraLAX). Questi attirano l’acqua nelle feci in modo che sia più morbido e più facile da passare.
  • stimolanti, come il bisacodile (Dulcolax) o il tè alla senna (Senokot). Questi stimolano l’intestino a muoversi di più.
  • Lubrificanti, come l’olio minerale (clisteri della flotta). Questi lubrificano il rivestimento intestinale in modo che le feci siano più facili da eliminare.

I farmaci per la stitichezza da banco sono intesi come soluzioni a breve termine per alleviare la stitichezza. Se trovi che non puoi avere un movimento intestinale senza assumere farmaci, parla con il tuo medico.

Sono disponibili farmaci da prescrizione che potrebbero essere una soluzione più a lungo termine. Esistono anche altri approcci, come l’allenamento intestinale o il biofeedback, che possono aiutarti a lavorare con il tuo corpo per ridurre la stitichezza.

L’asporto

Sebbene non ci siano molte ricerche a sostegno del fatto che il succo di mirtillo rosso ti faccia fare la cacca, il succo di mirtillo rosso non è una cattiva scelta nel complesso per la salute con moderazione. Cerca versioni a basso contenuto di zucchero per mantenere basse le calorie e stabilizzare la glicemia.

Mentre ti concentri su quella scelta salutare, non dimenticare di prendere altre misure per prevenire la stitichezza. Questi includono seguire una dieta nutriente, bere molta acqua e impegnarsi in una regolare attività fisica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here