La malattia renale cronica può portare a problemi cardiaci, incluso un cambiamento nel ritmo cardiaco chiamato palpitazioni cardiache. Trattare entrambe le condizioni può migliorare il risultato generale della salute di una persona.

persona con palpitazioni cardiache da problemi renali
Kayoko Hayashi/Getty Images

Le palpitazioni cardiache sono un tipo di aritmia in cui il cuore batte rapidamente e in modo irregolare. Molte situazioni di salute possono portare a palpitazioni, come le malattie cardiovascolari e la malattia renale cronica (IRC).

Continua a leggere per saperne di più su come la malattia renale cronica può portare a palpitazioni cardiache, come queste due condizioni possono influire sulla tua salute e quando dovresti parlare con un medico.

Continua a leggere per scoprire di più sulle palpitazioni cardiache.

Qual è la relazione tra malattie renali e palpitazioni cardiache?

I reni sono organi a forma di fagiolo che aiutano il corpo a filtrare i prodotti di scarto dal sangue nelle urine. Quando una persona ha una malattia renale, i rifiuti si accumulano nel corpo. Ciò può portare ad altri problemi di salute, come malattie cardiache e ictus.

Ricerca mostra un legame tra disfunzione renale e aritmie e, allo stesso modo, aritmie cardiache che peggiorano la disfunzione renale. Le condizioni renali possono anche contribuire al diabete e all’ipertensione. Le aritmie cardiache come le palpitazioni cardiache hanno un legame con queste due condizioni.

Quando una persona soffre di insufficienza renale cronica, il suo cuore lavora di più per pompare più sangue ai reni. Con questo stress aggiuntivo, il tuo corpo potrebbe avere problemi di ritmo come palpitazioni e malattie cardiache.

Come fai a sapere se hai una malattia renale?

Potresti non sapere di avere la malattia renale cronica, soprattutto nelle fasi iniziali. Tuttavia, ci sono certe condizioni associato a malattia renale. Se soffri di queste condizioni, è importante sottoporsi regolarmente a test di funzionalità renale.

  • diabete
  • ipertensione
  • cardiopatia
  • storia familiare di insufficienza renale

Man mano che la CKD peggiora (malattia renale allo stadio terminale), potresti riscontrare:

  • perdita di peso
  • perdita di appetito
  • sangue nelle urine
  • minzione frequente
  • dispnea
  • insonnia
  • malessere
  • prurito
  • mal di testa
  • disfunzione erettile
  • crampi muscolari

Continua a leggere per scoprire di più sulla malattia renale cronica.

Come viene diagnosticata la malattia renale?

La diagnosi della malattia renale cronica comporta l’incontro con un operatore sanitario per un esame fisico e la discussione della tua storia sanitaria. Successivamente, il medico può ordinare esami di laboratorio, come:

  • esami del sangue per misurare il livello di creatinina nel sangue
  • test delle urine per misurare la quantità di proteine ​​(albumina) nelle urine

Questi test non vengono utilizzati solo per diagnosticare la malattia renale cronica, ma aiutano anche a monitorare la gravità della malattia renale e l’efficacia del trattamento attuale.

Come vengono diagnosticate le palpitazioni cardiache?

Il tuo medico potrebbe indirizzarti a un cardiologo per un elettrocardiogramma. Durante questo test, piccoli sensori vengono attaccati alla pelle, che leggono i segnali elettrici provenienti dal cuore.

Ulteriori test possono includere:

  • esami di laboratorio (sangue e urine)
  • Monitoraggio Holter 24 ore su 24
  • stress test
  • ecocardiogramma
  • procedura di elettrofisiologia
  • cateterizzazione cardiaca

Quando hai bisogno di consultare un medico se soffri di palpitazioni cardiache?

I sintomi delle palpitazioni cardiache includono svolazzi o martellamenti nel petto. Potrebbe sembrare che il tuo cuore batta più velocemente del solito o potresti notare battiti cardiaci aggiuntivi o saltati. Queste sensazioni possono verificarsi solo per pochi secondi o minuti o possono durare più a lungo.

Vale la pena menzionare le palpitazioni al medico indipendentemente dalla durata. Valuta di parlare con un operatore sanitario se questi episodi durano a lungo, peggiorano nel tempo o se hai una storia familiare di problemi cardiaci.

Qual è il trattamento per la malattia renale e può influenzare il cuore?

Non esiste un trattamento standard per la malattia renale cronica. Invece, il trattamento è individuale e mira ad affrontare la causa alla base della disfunzione renale.

I medici possono prescriverti farmaci per trattare altre condizioni come:

  • ipertensione
  • colesterolo alto
  • gonfiore (edema)
  • anemia

Chiedi al tuo medico se questi farmaci possono causare o peggiorare le palpitazioni cardiache. I diuretici (pillole d’acqua), ad esempio, possono esaurire gli elettroliti e portare ad aritmie.

Le opzioni terapeutiche per l’insufficienza renale comprendono la dialisi, che può aumentare il rischio di aritmie e arresto cardiaco. Un trapianto di rene può aiutare nei casi più gravi. Se la malattia renale cronica è abbastanza grave da richiedere un trapianto, allora potrebbe esserci un aumento nel rischio di aritmia di una persona a causa della deplezione di magnesio.

Quali sono le complicanze delle palpitazioni cardiache?

Le palpitazioni cardiache possono portare a danni agli organi del cervello e del cuore.

Le palpitazioni possono anche portare a diverse complicazioni potenzialmente pericolose per la vita, tra cui:

  • colpo
  • insufficienza cardiaca
  • arresto cardiaco

Quali sono i fattori di rischio per le palpitazioni cardiache se si ha una malattia renale?

Diversi fattori di rischio per la malattia renale cronica e le malattie cardiache sono comuni. Se hai entrambe queste condizioni, potresti essere di più probabile che si sviluppi palpitazioni cardiache e altri problemi cardiaci.

I fattori di rischio includono:

  • essere assegnato maschio alla nascita
  • alto tasso di zucchero nel sangue
  • ipertensione
  • storia famigliare
  • indice di massa corporea elevato (BMI)
  • dieta squilibrata
  • stile di vita sedentario
  • fumare

Qual è la prospettiva per le persone con palpitazioni cardiache legate a malattie renali?

Spiegano i ricercatori che trattare le palpitazioni è più difficile se una persona le ha acuto insufficienza renale cronica. A causa della relazione ciclica tra i reni e il cuore, tuttavia, il trattamento dell’aritmia può migliorare la malattia renale cronica.

È importante lavorare a stretto contatto con il team sanitario per affrontare entrambi i problemi contemporaneamente. Senza trattamento, le aritmie cardiache possono abbreviare l’aspettativa di vita di persone che soffrono anche di insufficienza renale.

Domande frequenti

Quanto è comune la malattia renale cronica?

Il CDC lo stima 1 su 7 gli adulti negli Stati Uniti soffrono di insufficienza renale cronica.

Quanto sono comuni le palpitazioni cardiache?

Gli studi lo dimostrano in giro 16% degli appuntamenti sanitari con i medici di base coinvolgono persone che riferiscono palpitazioni cardiache.

Come posso ridurre il rischio di sviluppare la malattia renale cronica?

Seguire una dieta nutriente, fare esercizio fisico, raggiungere un BMI “normale” e trattare le condizioni di salute esistenti possono aiutare a prevenire la malattia renale cronica.

Porta via

La malattia renale cronica e le palpitazioni cardiache possono verificarsi insieme. Una condizione può peggiorare l’altra e viceversa. Se soffri di insufficienza renale cronica e noti palpitazioni cardiache, è importante parlarne con il tuo medico.

Trattare entrambe le condizioni può migliorare la qualità della vita e possibilmente prolungarla, a seconda della gravità della malattia renale cronica.