Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Hai paura di perdere il telefono? C'è un nome per quello: nomofobia

Hai paura di perdere il telefono? C'è un nome per quello: nomofobia

0
55

Hai problemi a posare lo smartphone o ti senti ansioso quando sai che perderai il servizio per alcune ore? I pensieri di essere senza telefono causano angoscia?

In tal caso, è possibile che tu abbia la nomofobia, una paura estrema di non avere il telefono o di non poterlo usare.

La maggior parte di noi dipende dai nostri dispositivi per informazioni e connessioni, quindi è normale preoccuparsi di perderli. Improvvisamente non riuscire a trovare il telefono fa probabilmente sorgere preoccupazioni su come gestire la perdita di foto, contatti e altre informazioni.

Ma la nomofobia, abbreviata da "nessuna fobia del telefono cellulare", descrive la paura di non avere un telefono così persistente e grave da influire sulla vita quotidiana.

I risultati di numerosi studi suggeriscono che questa fobia sta diventando sempre più diffusa. Secondo Ricerca 2019, quasi il 53 percento degli inglesi che possedevano un telefono nel 2008 si sentiva ansioso quando non avevano il telefono, avevano una batteria scarica o non avevano alcun servizio.

UN Studio 2017 esaminando 145 studenti di medicina del primo anno in India, è emerso che il 17,9 percento dei partecipanti presentava una lieve nomofobia. Per il 60 percento dei partecipanti, i sintomi della nomofobia erano moderati e per il 22,1 percento i sintomi erano gravi.

Nessuno studio scientifico ha riferito sulle statistiche degli Stati Uniti. Alcuni esperti suggeriscono che questi numeri potrebbero essere più alti, specialmente tra gli adolescenti.

Continua a leggere per saperne di più sui sintomi e sulle cause della nomofobia, su come viene diagnosticata e su come ottenere aiuto.

Quali sono i sintomi?

La nomofobia non è elencata nell'ultima edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5). Gli esperti di salute mentale non hanno ancora deciso criteri diagnostici formali per questa condizione.

Tuttavia, è generalmente riconosciuto che la nomofobia presenta una preoccupazione per la salute mentale. Alcuni esperti hanno persino suggerito che la nomofobia rappresenta un tipo di dipendenza o dipendenza dal telefono.

Le fobie sono un tipo di ansia. Provocano una significativa risposta alla paura quando pensi a ciò di cui hai paura, causando spesso sintomi emotivi e fisici.

possibili SINTOMI della NOMOFOBIA

I sintomi emotivi includono:

  • preoccupazione, paura o panico quando pensi di non avere il telefono o di non essere in grado di usarlo
  • ansia e agitazione se devi mettere giù il telefono o sapere che non sarai in grado di usarlo per un po '
  • panico o ansia se non riesci a trovare brevemente il tuo telefono
  • irritazione, stress o ansia quando non riesci a controllare il telefono

I sintomi fisici includono:

  • senso di oppressione al petto
  • difficoltà a respirare normalmente
  • tremante o tremante
  • aumento della sudorazione
  • sensazione di svenimento, vertigini o disorientamento
  • battito cardiaco accelerato

Se hai la nomofobia o qualsiasi fobia, potresti riconoscere che la tua paura è estrema. Nonostante questa consapevolezza, potresti avere difficoltà a gestire o gestire le reazioni che provoca.

Per evitare sentimenti di angoscia, potresti fare tutto il possibile per tenere il telefono vicino e assicurarti di poterlo usare. Questi comportamenti potrebbero suggerire dipendenza dal telefono. Ad esempio, potresti:

  • portalo a letto, in bagno, persino nella doccia
  • controllalo costantemente, anche più volte in un'ora, per assicurarti che funzioni e che non hai perso una notifica

  • passare diverse ore al giorno usando il telefono
  • sentirsi impotenti senza il telefono
  • assicurati di poterlo vedere ogni volta che non è in mano o in tasca

Cosa causa questa fobia?

La nomofobia è considerata una fobia moderna. In altre parole, molto probabilmente deriva da una maggiore dipendenza dalla tecnologia e dalla preoccupazione su cosa potrebbe accadere se improvvisamente non potessi accedere alle informazioni necessarie.

Le informazioni esistenti sulla nomofobia suggeriscono che si verificano più frequentemente negli adolescenti e nei giovani adulti.

Gli esperti non hanno ancora scoperto una causa specifica della nomofobia. Piuttosto, credono che diversi fattori possano contribuire.

La paura dell'isolamento può, comprensibilmente, avere un ruolo nello sviluppo della nomofobia. Se il tuo telefono funge da metodo principale per contattare le persone a cui tieni, molto probabilmente ti sentiresti abbastanza solo senza di esso.

Non voler provare questa solitudine può farti desiderare di tenere il telefono sempre vicino.

Un'altra causa potrebbe essere la paura di non essere raggiungibili. Teniamo tutti i nostri telefoni vicini se stiamo aspettando un messaggio importante o una chiamata. Questo può diventare un'abitudine difficile da rompere.

Le fobie non si sviluppano sempre in risposta a un'esperienza negativa, ma a volte ciò accade. Ad esempio, se perdere il telefono in passato ha causato disagi o problemi significativi per te, potresti preoccuparti che questo accada di nuovo.

Il rischio di sviluppare la nomofobia può aumentare se si ha un parente stretto che ha una fobia o un altro tipo di ansia.

Vivere con l'ansia in generale può anche aumentare il rischio di sviluppare una fobia.

Come viene diagnosticata

Se riconosci alcuni segni di nomofobia in te stesso, può aiutare a parlare con un terapeuta.

L'uso frequente del telefono o la preoccupazione di non avere il telefono non significa che hai la nomofobia. Ma è una buona idea parlare con qualcuno se hai avuto sintomi per sei mesi o più, soprattutto se questi sintomi:

  • sono frequenti e persistono per tutta la giornata
  • ferire il tuo lavoro o le tue relazioni
  • rendere difficile dormire a sufficienza
  • causare problemi nelle attività quotidiane
  • avere un impatto negativo sulla salute o sulla qualità della vita

Non esiste ancora una diagnosi ufficiale per la nomofobia, ma i professionisti della salute mentale addestrati possono riconoscere i segni di fobia e ansia e aiutarti a imparare a gestire i sintomi in modo produttivo per aiutare a superarne gli effetti.

Uno studente di dottorato e un professore associato presso la Iowa State University hanno lavorato per sviluppare un questionario che potesse aiutare a identificare la nomofobia. Hanno quindi condotto uno studio nel 2015 che ha esaminato 301 studenti universitari per testare questo questionario ed esplorare la nomofobia e i suoi effetti.

I risultati dello studio suggeriscono che le 20 dichiarazioni del sondaggio potrebbero aiutare in modo affidabile a determinare vari gradi di nomofobia. Ricerche simili potrebbero aiutare gli esperti a lavorare per sviluppare criteri diagnostici specifici.

Come viene trattata una fobia?

Un terapista probabilmente consiglierà il trattamento se si verifica un disagio significativo o si ha difficoltà a gestire la propria vita quotidiana.

La terapia di solito può aiutarti ad affrontare i sintomi della nomofobia. Il terapista potrebbe raccomandare la terapia cognitivo comportamentale o la terapia dell'esposizione.

Terapia comportamentale cognitiva

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) può aiutarti a imparare a gestire pensieri e sentimenti negativi che emergono quando pensi di non avere il telefono.

Il pensiero "Se perdo il telefono, non potrò mai più parlare con i miei amici" potrebbe farti sentire ansioso e malato. Ma la CBT può aiutarti a imparare a sfidare logicamente questo pensiero.

Ad esempio, invece potresti dire: "Viene eseguito il backup dei miei contatti e otterrei un nuovo telefono. I primi giorni sarebbero difficili, ma non sarebbe la fine del mondo ".

Terapia dell'esposizione

La terapia dell'esposizione ti aiuta a imparare ad affrontare la tua paura attraverso una graduale esposizione ad essa.

Se hai la nomofobia, ti abituerai lentamente all'esperienza di non avere il telefono. All'inizio questo può sembrare spaventoso, soprattutto se hai bisogno del tuo telefono per rimanere in contatto con i tuoi cari.

Ma l'obiettivo della terapia dell'esposizione non è quello di evitare completamente l'uso del telefono, a meno che questo non sia il tuo obiettivo personale. Invece, ti aiuta a imparare ad affrontare l'estrema paura che provi quando pensi di non avere il tuo telefono. Gestire questa paura può aiutarti a usare il telefono in modi più sani.

medicazione

I farmaci possono aiutarti ad affrontare gravi sintomi di nomofobia, ma non trattano la causa principale. Di solito non è utile trattare una fobia con i soli farmaci.

A seconda dei sintomi, uno psichiatra può raccomandare di usare i farmaci per un breve periodo mentre impari a gestire i sintomi durante la terapia. Ecco un paio di esempi:

  • I beta-bloccanti possono aiutare a ridurre i sintomi fisici della fobia, come vertigini, difficoltà respiratorie o battito cardiaco accelerato. Di solito li prendi prima di affrontare una situazione che coinvolge la tua paura. Ad esempio, potrebbero essere d'aiuto se devi recarti in una località remota senza il servizio telefonico.

  • Le benzodiazepine possono aiutarti a sentirti meno spaventato e ansioso quando pensi di non avere il telefono. Il tuo corpo può sviluppare una dipendenza da loro, tuttavia, quindi il medico generalmente li prescriverà solo per un uso a breve termine.

Cura di sé

Puoi anche prendere provvedimenti per far fronte alla nomofobia da solo. Prova quanto segue:

  • Spegni il telefono di notte per ottenere un sonno più riposante. Se hai bisogno di una sveglia per svegliarti, tieni il telefono a distanza, abbastanza lontano da non poterlo controllare facilmente di notte.
  • Prova a lasciare il telefono a casa per brevi periodi di tempo, ad esempio quando fai la spesa, prendi la cena o fai una passeggiata.
  • Trascorri un po 'di tempo ogni giorno lontano da ogni tecnologia. Prova a sederti in silenzio, scrivere una lettera, fare una passeggiata o esplorare una nuova area all'aperto.

Alcune persone si sentono così connesse ai loro telefoni perché li usano per mantenere i contatti con amici e persone care. Questo può rendere difficile prendere spazio dal telefono, ma considera di fare quanto segue:

  • Incoraggia amici e persone care ad avere interazioni di persona, se possibile. Organizza un incontro, fai una passeggiata o organizza un weekend.
  • Se i tuoi cari vivono in città o paesi diversi, prova a bilanciare il tempo che passi sul telefono con altre attività. Metti da parte un periodo di tempo ogni giorno quando spegni il telefono e ti concentri su qualcos'altro.
  • Cerca di avere più interazioni di persona con le persone fisicamente vicine a te. Fai una breve conversazione con un collega, chatta con un compagno di classe o un vicino di casa o complimentati con l'outfit di qualcuno. Queste connessioni potrebbero non portare ad amicizie, ma potrebbero.

Le persone hanno diversi stili di relazione con gli altri. Non è necessariamente un problema se hai più tempo a fare amicizia online.

Ma se le interazioni online e altri usi del telefono influiscono sulla vita e sulle responsabilità quotidiane o rendono difficile il completamento delle attività necessarie, può essere utile parlare con un professionista della salute mentale.

È particolarmente importante chiedere aiuto se hai difficoltà a parlare con gli altri a causa degli effetti del bullismo o degli abusi o dei sintomi di problemi di salute mentale, come depressione, ansia sociale o stress.

Un terapeuta può offrire supporto, aiutarti a imparare a far fronte a questi problemi e, se necessario, guidarti verso altre risorse.

La linea di fondo

La nomofobia potrebbe non essere ancora classificata come condizione ufficiale di salute mentale. Tuttavia, gli esperti concordano sul fatto che questo problema dell'era della tecnologia è una preoccupazione crescente che può influire sulla salute mentale.

La nomofobia appare più comune nei giovani, anche se molti utenti telefonici avvertono un certo grado di sintomi.

Se usi regolarmente il tuo telefono, potresti provare un breve momento di panico quando ti rendi conto di non averlo o non riesci a trovarlo. Questo non significa che tu abbia la nomofobia.

Ma se ti preoccupi così tanto di non avere il tuo telefono o di non essere in grado di usarlo da non poterti concentrare su ciò che devi fare, prendi in considerazione la possibilità di contattare un terapista per chiedere aiuto.

La nomofobia può migliorare con i cambiamenti del trattamento e dello stile di vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here