Forfora vs. Cuoio capelluto secco: quali sono le differenze? Cuoio capelluto secco: cause, trattamenti naturali e consigli per la prevenzione

0
7

Hai notato scaglie che cadono dal cuoio capelluto? Potrebbero essere un segno di forfora o cuoio capelluto secco? Sebbene entrambi i problemi dei capelli abbiano alcune somiglianze, sono anche diversi in alcuni modi. Mentre la forfora potrebbe essere un segno di un cuoio capelluto sporco, un cuoio capelluto secco è un segno di disidratazione. Cerchiamo di approfondire ciascuno di questi problemi per capirli e come puoi trattarli meglio.

In questo articolo

Cos’è la forfora?

La forfora è un comune disturbo del cuoio capelluto che colpisce quasi tutti, indipendentemente dall’età e dal sesso (1). Colpisce principalmente quelli della pubertà e della mezza età. La forfora si verifica principalmente sul cuoio capelluto e provoca prurito e desquamazione senza alcuna infiammazione (2).

Che cos’è un cuoio capelluto secco?

Un cuoio capelluto secco è indicato da prurito e desquamazione. Potrebbe essere un segno di prurito (3). La ricerca mostra che la desquamazione del cuoio capelluto potrebbe spesso essere causata dall’attività sebacea (4). Molti fattori possono causare un cuoio capelluto secco. Questi possono includere condizioni meteorologiche, produzione di sebo squilibrata o igiene e assistenza sanitaria improprie. Anche condizioni mediche come la psoriasi e l’eczema possono causare secchezza del cuoio capelluto. Questa condizione è caratterizzata da piccoli fiocchi bianchi.

Cause della forfora

La forfora è più comunemente causata da un fungo chiamato Malassezia furfur. La ricerca mostra che le persone con forfora tendono ad avere una concentrazione doppia di Malezzisia furfur rispetto a quelle senza (1). Può essere causato anche da batteri.

  • Altre cause di forfora includono un’eccessiva esposizione alla luce solare, tecniche di pettinatura dure, shampoo eccessivo e accumulo di sporco, sporcizia e residui di prodotto.
  • L’uso di determinati prodotti cosmetici può anche causare la forfora.
  • Un ambiente secco può spingere il cuoio capelluto in overdrive, provocando una produzione eccessiva di sebo e portando alla forfora.

Cause di un cuoio capelluto secco

La desquamazione del cuoio capelluto è principalmente causata dall’attività sebacea (4). Le ghiandole sebacee producono sebo (un olio complesso contenente trigliceridi e acidi grassi, esteri della cera, squalene, esteri del colesterolo e colesterolo). La minore secrezione di sebo provoca la denutrizione e la desquamazione del cuoio capelluto. Di seguito sono riportate le altre cause di un cuoio capelluto secco:

  • Uso eccessivo di shampoo che possono seccare i capelli.
  • Infezioni fungine e batteriche.
  • Un cuoio capelluto denutrito che produce meno sebo.
  • Caldo o freddo eccessivo.
  • Danni termici dall’uso eccessivo di strumenti per lo styling.
  • Tinture per capelli e colori che contengono sostanze chimiche nocive (5).
  • Mancanza di una routine per la cura dei capelli che preveda trattamenti di condizionamento profondo, massaggi con olio caldo, impacchi per capelli, ecc.
S.No Forfora Cuoio Capelluto Secco
1. La presenza di Malassezia furfur Diminuzione della produzione di sebo
2. Infezioni batteriche Infezioni batteriche
3 Overshampoo Eccesso di shampoo e uso eccessivo di prodotti per lo styling
4 Sporco e residui di prodotto Carenze nutrizionali
5 Esposizione alla luce solare Condizioni meteo
6 Uso di determinati prodotti cosmetici Tinture e colori per capelli
7 Pettinatura dura frequente Routine scorretta per la cura dei capelli

Cuoio capelluto secco vs. Forfora: la differenza

La forfora è caratterizzata da scaglie fini, sciolte, bianche o grigie, mentre un cuoio capelluto secco produce scaglie bianche più piccole e polverose. La sovrapproduzione di sebo crea un cuoio capelluto grasso, che causa la forfora. La sottoproduzione di sebo provoca l’essiccazione, la desquamazione e il prurito del cuoio capelluto.

La forfora è causata principalmente da un’infezione fungina, mentre un cuoio capelluto secco può essere causato da condizioni della pelle preesistenti come eczema o psoriasi, condizioni meteorologiche o lavaggio eccessivo. Se non trattate in tempo, entrambe le condizioni possono aggravarsi e causare arrossamenti o protuberanze sul cuoio capelluto.

Ecco i sintomi a cui devi prestare attenzione.

Sintomi

Alcuni segni e sintomi possono aiutarti a determinare se hai la forfora o solo un prurito al cuoio capelluto.

Forfora

  • Fiocchi grandi, bianchi o giallastri associati a prurito eccessivo.
  • Fiocchi oleosi o secchi.
  • Nessuna infiammazione evidente.
  • Solo il tuo cuoio capelluto è interessato.

Cuoio Capelluto Secco

  • Piccole scaglie bianche.
  • Possibile arrossamento o piccole protuberanze sul cuoio capelluto.
  • Scaglie bianche a causa di una condizione della pelle preesistente.

Diamo ora un’occhiata ad alcune delle opzioni di trattamento per ogni problema.

Opzioni di trattamento

  • Forfora: Gli shampoo antiforfora possono aiutare a trattare la forfora. Questi contengono acido salicilico, zinco piritione, solfuro di selenio, agenti cheratinolitici, agenti antimicotici imidazolici, idrossi piridoni e agenti naturopatici (1). Questi ingredienti hanno proprietà antimicotiche e antimicrobiche. Puoi anche provare rimedi naturali come il rosmarino abbinato a un olio vettore per ridurre la forfora (6).
  • Cuoio Capelluto Secco: Idratare il cuoio capelluto con balsami profondi, oli e maschere per capelli può aiutare a trattare un cuoio capelluto secco. Puoi anche assumere integratori alimentari per evitare la secchezza causata da carenze nutrizionali. Smetti di usare lo shampoo e lo styling eccessivo dei tuoi capelli.

Suggerimenti per la prevenzione

Forfora

  • L’igiene svolge un ruolo importante nella riduzione e nella prevenzione della forfora. Lava i capelli due volte alla settimana per rimuovere sporco, residui di prodotto e altre impurità.
  • Sii consapevole dei prodotti per capelli che usi. Preferisci gli ingredienti naturali ai prodotti chimici.
  • Usa uno shampoo antiforfora.
  • Ridurre lo shampoo eccessivo e l’uso eccessivo di prodotti cosmetici.

Cuoio Capelluto Secco

  • Mantieni il cuoio capelluto idratato oliandolo regolarmente.
  • Usa trattamenti di condizionamento profondo.
  • Puoi anche usare impacchi e maschere idratanti per capelli.

Quando dovrei consultare un medico?

Consultare un medico se si nota uno dei seguenti:

  • Forfora su altre parti del corpo o forfora accompagnata da infiammazione e scaglie
  • Forfora che persiste anche dopo l’uso di prodotti antiforfora
  • Secchezza del cuoio capelluto associata a grave arrossamento o infiammazione e perdita di capelli
  • Secchezza del cuoio capelluto che persiste anche dopo l’applicazione di impacchi idratanti, sieri, maschere e trattamenti di condizionamento profondo

Gli shampoo antiforfora tratteranno il cuoio capelluto secco?

Gli shampoo antiforfora non trattano il cuoio capelluto secco. Infatti, questi shampoo possono aggravare la secchezza poiché rimuovono il sebo in eccesso dal cuoio capelluto. Il modo migliore per trattare un cuoio capelluto secco è reintegrarlo con l’idratazione.

Conclusione

La forfora e il cuoio capelluto secco non sono la stessa cosa. Sebbene entrambi i problemi del cuoio capelluto possano sembrare molto simili, i loro sintomi e le cause variano. Seguire i giusti metodi di trattamento può aiutarti a trattare entrambe le condizioni. Ancora più importante, seguire un regime regolare per la cura dei capelli e seguire la dieta giusta.

Fonti

Gli articoli su StyleCraze sono supportati da informazioni verificate da documenti di ricerca accademici e peer-reviewed, organizzazioni rinomate, istituti di ricerca e associazioni mediche per garantire accuratezza e pertinenza. Consulta la nostra politica editoriale per ulteriori dettagli.
    • Forfora: la malattia della pelle più sfruttata commercialmente, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2887514/
    • Dermatite seborroica e forfora: una rassegna completa, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4852869/#R23
    • Una guida pratica ai disturbi del cuoio capelluto, https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0022202X15526572
    • Il ruolo dell’attività della ghiandola sebacea e del metabolismo microflorale del cuoio capelluto nell’eziologia della dermatite seborroica e della forfora, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16382662/
    • Sintesi e valutazione di tinture per capelli a base di erbe, https://opendermatologyjournal.com/contents/volumes/V12/TODJ-12-90/TODJ-12-90.pdf
    • Per studiare l’attività antiforfora dell’olio di rosmarino, olio di basilico, olio di coleus sul solfuro di selenio, https://www.semanticscholar.org/paper/To-study-the-antidandruff-activity-of-rosemary-oil%2C-Patil- Gadekar/70242df2ea04bc5af510e6181e38d888b196101e?p2df

Articoli consigliati

  • Diversi tipi di forfora e come fermarli
  • I 10 migliori shampoo per il cuoio capelluto secco – 2020
  • Psoriasi del cuoio capelluto vs. Forfora: quali sono le differenze?
  • Good Vibes Papaya Gel Per Forfora
  • Cuoio capelluto secco: cause, trattamenti naturali e consigli per la prevenzione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here