spot_img
More
    spot_img
    HomeMondoElezioni USA 2024: chi si candida alla presidenza?

    Elezioni USA 2024: chi si candida alla presidenza?

    -

    Mentre la campagna presidenziale degli Stati Uniti si infiamma, Al Jazeera esamina candidati confermati e probabili prima del novembre 2024.

    Segni della campagna per Biden e Trump durante le elezioni del 2020.
    Il voto del 2024 potrebbe mettere il presidente degli Stati Uniti Joe Biden contro il suo rivale repubblicano, Donald Trump, per la seconda volta [File: Shannon Stapleton/Reuters]

    Con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden che ha annunciato la sua tanto attesa candidatura per la rielezione, la corsa presidenziale degli Stati Uniti del 2024 si sta riscaldando.

    Il suo predecessore, l’ex presidente Donald Trump, ha formalmente lanciato la sua campagna a novembre, ponendo le basi per una potenziale rivincita delle elezioni del 2020 che Biden ha vinto sul suo rivale repubblicano.

    Con il presidente in carica pronto a essere il candidato democratico e Trump il primo favorito del GOP, i due principali partiti politici degli Stati Uniti avvieranno il prossimo anno un processo per scegliere formalmente un candidato del 2024 per competere per la Casa Bianca.

    Da parte democratica, solo due candidati long-shot sono entrati in corsa per sfidare Biden, mentre un certo numero di repubblicani ha gettato i loro cappelli sul ring per competere contro Trump per la nomination del GOP, con più attesi.

    Qui, Al Jazeera esamina l’elenco dei candidati alla presidenza degli Stati Uniti confermati e attesi, le loro piattaforme e le loro possibilità.

    partito Democratico

    Joe Biden

    Biden, che ha sconfitto Trump nelle elezioni del 2020, il 25 aprile ha fatto appello agli elettori americani affinché lo aiutino a difendere la democrazia e a “finire il lavoro” iniziato nel suo primo mandato. “Quando mi sono candidato alla presidenza quattro anni fa, ho detto che siamo in una battaglia per l’anima dell’America. E lo siamo ancora”, ha detto un video annunciando la sua campagna per la rielezione.

    “Finiamo questo lavoro. So che possiamo”, ha detto.

    Un sondaggio dell’Associated Press-NORC pubblicato a metà aprile ha mostrato che circa la metà degli elettori democratici voleva che Biden si candidasse di nuovo, con circa l’80% che affermava che lo avrebbe sostenuto contro un candidato repubblicano.

    Nonostante una sottile maggioranza democratica al Senato degli Stati Uniti e una Camera dei rappresentanti passata sotto il suo controllo al controllo repubblicano, Biden ha goduto di una presidenza abbastanza produttiva. Molte delle sue priorità legislative, tra cui l’aumento della spesa per combattere il cambiamento climatico e rafforzare le infrastrutture statunitensi, sono passate al Congresso all’inizio del suo primo mandato.

    Tuttavia, Biden è stato ostacolato dalle preoccupazioni sulla sua età: avrebbe 82 anni all’inizio del suo secondo mandato se vincesse le elezioni del 2024. Alcuni critici si sono chiesti se abbia la resistenza per ricoprire la carica di vertice per altri quattro anni.

    Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden
    Biden dovrebbe lanciare la sua campagna per la rielezione già questa settimana [File: Patrick Semansky/AP Photo]

    Marianne Williamson

    Williamson, ex autrice di auto-aiuto, si è candidata senza successo alla presidenza nel 2020 e ha annunciato a marzo che si sarebbe candidata di nuovo.

    Un sondaggio del Morning Consult all’inizio di marzo ha rilevato che Williamson era dietro a Biden tra gli elettori democratici con un considerevole deficit di circa 73 punti percentuali.

    Williamson ha abbracciato temi di giustizia economica e razziale, chiedendo la conservazione della sicurezza sociale, un sostegno più solido ai sindacati e risarcimenti per la schiavitù per i neri americani.

    “Negli ultimi cinquant’anni il sistema è stato truccato”, afferma Williamson sul suo sito web.

    “Dagli sgravi fiscali per i ricchi agli infiniti sussidi aziendali alla privatizzazione di quasi tutto; dalla rottura dei sindacati alla deregolamentazione ossessiva fino alla diminuzione della spesa pubblica: le opportunità economiche erano state sottratte al lavoratore medio americano.

    Marianne Williamson
    Williamson (a sinistra) si è candidato senza successo per la nomination democratica nel 2020 [File: Meg Kinnard/AP Photo]

    Robert F. Kennedy Jr

    Kennedy, un attivista anti-vaccino e nipote dell’ex presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, ha formalmente lanciato la sua candidatura ad aprile.

    Ha raccolto il sostegno di circa il 14% degli elettori democratici primari, secondo un sondaggio USA TODAY/Suffolk University dello stesso mese.

    Membro di una delle famiglie più famose della politica statunitense, Kennedy – figlio di Robert Kennedy, assassinato nel 1968 durante la campagna per la nomina presidenziale democratica – è diventato una voce di spicco nel movimento anti-vaccino.

    Ha pubblicato un libro nel 2021 accusando l’ex consigliere della Casa Bianca COVID-19 Anthony Fauci di “uno storico colpo di stato contro la democrazia occidentale”.

    Kennedy ha promesso di respingere la “fusione corrotta tra potere statale e corporativo” se eletto.

    Robert F Kennedy Jr si trova di fronte a centinaia di manifestanti durante una manifestazione contro il vaccino.
    Robert F Kennedy Jr (a sinistra) è una voce di spicco nel movimento anti-vaccino [File: Ted S Warren/AP Photo]

    partito repubblicano

    Donald Trump

    Trump, che ha servito un mandato come presidente degli Stati Uniti dopo aver sconfitto la candidata democratica Hillary Clinton nel 2016, ha formalmente lanciato la sua campagna a novembre.

    Dopo la sua sconfitta contro Biden nel 2020, Trump ha tentato di ribaltare i risultati delle elezioni affermando falsamente che il voto era stato “truccato” contro di lui.

    I critici affermano che la sua falsa campagna di frode elettorale ha spinto una folla di sostenitori a prendere d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio 2021, nel tentativo di impedire al Congresso di certificare la vittoria elettorale di Biden. Trump è stato successivamente messo sotto accusa dalla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti per “incitamento” alla rivolta.

    Anche Trump, ex uomo d’affari e personaggio televisivo, continua ad affrontare una lunga lista di questioni legali e indagini, e all’inizio di aprile è diventato il primo ex presidente ad affrontare accuse penali.

    Tuttavia, Trump – abile nell’attirare la rabbia contro l’establishment politico statunitense – detiene un vantaggio sui suoi rivali per la nomination repubblicana e detiene ancora un’influenza diffusa sugli elettori del partito.

    Ha assunto un tono populista su argomenti come il libero scambio e la politica estera, dove ha perseguito una strategia “America First”, e si è appoggiato alla retorica di estrema destra che prende di mira immigrati e musulmani.

    Durante il suo periodo come presidente, tuttavia, Trump ha governato per lo più come un repubblicano tradizionale, e il suo risultato legislativo caratteristico è stato una serie di agevolazioni fiscali a beneficio in gran parte dei ricchi.

    Trump su un podio che recita: "Sms Trump a 88022, Trump, Make America Great Again"
    L’ex presidente Donald Trump si rivolge ai sostenitori nel suo resort di Mar-a-Lago [File: Marco Bello/Reuters]

    Ron De Santis

    DeSantis, il governatore della Florida, non ha ancora annunciato formalmente la sua candidatura, ma è ampiamente considerato il principale sfidante di Trump per la nomination del 2024.

    È diventato famoso nei circoli conservatori mentre sostiene cause di destra in Florida su questioni tra cui l’aborto, l’istruzione e le misure di mitigazione del COVID-19.

    A marzo, DeSantis ha descritto la guerra in Ucraina come una “controversia territoriale” che non è un interesse primario per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, sollevando interrogativi su cosa significherebbe una potenziale vittoria presidenziale per il sostegno di Washington a Kiev durante l’invasione russa.

    Trump aveva un enorme vantaggio su DeSantis tra gli elettori repubblicani e indipendenti a livello nazionale dal 58% al 21% in un sondaggio Reuters/Ipsos di inizio aprile.

    Il governatore della Florida Ron DeSantis
    Il governatore della Florida Ron DeSantis parla a una folla al negozio di armi Adventure Outdoors il 30 marzo a Smyrna, in Georgia [File: John Bazemore/AP Photo]

    Mike Pence

    Pence, che è stato vicepresidente di Trump, ha detto che sta prendendo in considerazione una corsa presidenziale del 2024, dicendo ad ABC News l’anno scorso che sta dando alla questione “considerazione di preghiera”.

    Pence era stato un convinto difensore dell’ex presidente, ma ha litigato con Trump dopo che si è rifiutato di usare il suo ruolo cerimoniale di supervisione del conteggio del collegio elettorale al Congresso per ribaltare le elezioni del 2020.

    Prima di diventare vicepresidente, Pence era il governatore dell’Indiana. Ha anche prestato servizio nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti.

    È stato uno dei sostenitori più accesi degli aiuti statunitensi all’Ucraina tra le aspiranti presidenziali repubblicane.

    Pence, che ha centrato la sua fede cristiana nella sua carriera politica, è anche un forte sostenitore della lotta contro il diritto all’aborto. Ad aprile ha dichiarato che avrebbe ritirato dal mercato la pillola abortiva mifepristone per “proteggere il nascituro”.

    Mike Pence parla in un microfono alla Heritage Foundation
    Pence, ex governatore dell’Indiana, è stato vicepresidente dell’amministrazione Trump [File: Leah Millis/Reuters]

    Nikki Haley

    Haley, ex ambasciatrice degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, ha annunciato che avrebbe cercato la nomina repubblicana a febbraio.

    Un sondaggio di Morning Consult pubblicato a metà aprile ha mostrato che il suo sondaggio era di circa il quattro percento.

    Mentre Haley è stata riservata nelle sue critiche a Trump, ha affermato nel suo annuncio che era “tempo per una nuova generazione” di leader repubblicani.

    Figlia di immigrati indiani, è stata governatrice dello stato della Carolina del Sud dal 2011 al 2017.

    In qualità di inviata di Washington alle Nazioni Unite durante l’amministrazione Trump, ha sostenuto di assumere una posizione conflittuale nei confronti dell’Iran ed è stata una forte sostenitrice degli alleati statunitensi nella regione, in particolare Israele e Arabia Saudita.

    Nikki Haley
    La speranza presidenziale repubblicana Nikki Haley parla durante una manifestazione elettorale nella Carolina del Sud nell’aprile 2023 [Meg Kinnard/AP Photo]

    Tim Scott

    Un senatore repubblicano, Scott non ha annunciato che cercherà la nomina del partito, ma ha detto che stava formando un “comitato esplorativo” ad aprile.

    Scott è l’unico repubblicano nero al Senato degli Stati Uniti e ha recentemente dichiarato all’agenzia di stampa Associated Press che i repubblicani sono “affamati di speranza”.

    In precedenza si è posizionato come un conservatore disposto a sfidare le idee liberali sul razzismo negli Stati Uniti.

    “Ascoltami chiaramente”, ha detto in un discorso nel 2021. “L’America non è un paese razzista”.

    Il senatore americano Tim Scott
    “L’America non è un paese razzista”, ha dichiarato il senatore americano Tim Scott nel 2021 [File: Charlie Neibergall/AP Photo]

    Vivek Ramaswami

    Ramaswamy è entrato nella corsa presidenziale a febbraio. Imprenditore e autore, si è costruito una reputazione come crociato contro il “wokeismo”, un termine generico che generalmente si riferisce a un impegno per la giustizia sociale, ma è stato utilizzato dai conservatori per dipingere un’immagine di correttezza politica impazzita.

    Il sondaggio di April Morning Consult ha mostrato che i sondaggi di Ramaswamy erano circa al tre per cento nelle primarie repubblicane.

    Ramaswamy è nato nello stato dell’Ohio e si è laureato alla Yale Law School prima di andare a lavorare in un hedge fund e avviare un’azienda farmaceutica.

    Il sito web della sua campagna rileva che è stato definito il “CEO dell’anti-woke”.

      Vivek Ramaswami
    Ramaswamy parla con i giornalisti alla Conservative Political Action Conference nel marzo 2023 [File: Alex Brandon/AP Photo]

    Asa Hutchinson

    Hutchinson ha annunciato la sua candidatura il 2 aprile. È un ex governatore repubblicano dello stato dell’Arkansas, dove ha prestato servizio dal 2015 al 2023.

    Il suo profilo sul sito web della National Governors Association afferma che in precedenza ha servito tre mandati come membro del Congresso degli Stati Uniti e sottosegretario del Dipartimento per la sicurezza interna durante il mandato dell’ex presidente George W. Bush.

    Il sondaggio del Morning Consult lo mostra con lo zero per cento dei voti.

    L'ex governatore dell'Arkansas Asa Hutchinson
    L’ex governatore dell’Arkansas Asa Hutchinson parla alla convention della National Rifle Association nell’aprile 2023 [Darron Cummings/AP Photo]

    Larry Elder

    Elder ha annunciato la sua corsa alla presidenza il 20 aprile. È un conduttore radiofonico conservatore che era il candidato più serio nel tentativo di sostituire il governatore democratico della California Gavin Newsom in un voto di revoca nel 2021.

    Newsom ha facilmente respinto quel tentativo di richiamo, che è fallito con un margine di circa il 62-38 percento.

    Il conduttore radiofonico nero ha negato che esista qualcosa come il razzismo sistemico negli Stati Uniti.

    Quando ha annunciato la sua candidatura ad aprile, ha detto che il Paese era in declino ma che poteva entrare in “una nuova età dell’oro”.

    Non compare ancora nei sondaggi primari ma è considerato un candidato a lungo termine.

    Larry Elder balla con i sostenitori che tengono in mano uno striscione della campagna e un grande ritaglio della sua faccia.
    I sostenitori di Elder si riuniscono mentre i sondaggi si chiudono nelle elezioni di revoca del governatore della California nel 2021 [File: Ashley Landis/AP Photo]

    Questo articolo è stato aggiornato l’ultima volta il 25 aprile 2023.

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts