Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Demistificare il Bong, un mito alla volta

Demistificare il Bong, un mito alla volta

0
101

I bong, che potresti anche conoscere con termini gergali come gorgogliatore, binger o billy, sono tubature dell'acqua utilizzate per fumare cannabis.

Sono stati in giro per secoli. Si dice che la parola bong derivi dalla parola tailandese "baung" per un tubo di bambù usato per fumare erba.

I bong di oggi sembrano molto più complicati di un semplice tubo di bambù, ma tutti seguono lo stesso processo di base.

Continua a leggere per saperne di più su come funzionano i bong e perché, contrariamente alla tradizione, in realtà non sono meglio per i tuoi polmoni rispetto ad altri metodi di fumo.

Come funzionano?

I bong sono disponibili in tutte le forme e dimensioni. Alcuni sono molto semplici con solo una ciotola e una camera. Altri sono colorate e soffiate opere d'arte.

Alla fine, tutti fanno praticamente la stessa cosa: filtrare e raffreddare il fumo che viene dalla marijuana che brucia.

I bong generalmente hanno una piccola ciotola che contiene erba secca. Quando accendi l'erbaccia si combina. Nel frattempo, mentre inspiri, l'acqua sul fondo delle bolle di bong (o percolato, se vuoi essere tecnico). Il fumo sale attraverso l'acqua e poi la camera prima di entrare in bocca e nei polmoni.

Sono davvero migliori per i tuoi polmoni?

Se stai cercando un toke più liscio, un bong ti darà proprio questo rispetto al fumo di erba arrotolata nella carta.

Come previsto, l'acqua in un bong elimina il calore secco che si ottiene da un'articolazione. L'effetto è spesso descritto come più fresco, cremoso e morbido piuttosto che duro.

Questo effetto può essere ingannevole, però.

Mentre il fumo più liscio potrebbe sentire meglio sui polmoni, stai ancora fumando. E quel fumo ti riempie ancora i polmoni (risparmieremo la lezione sul perché questa è una brutta notizia a tutto tondo per la tua salute).

Certo, una piccola quantità di cose cattive potrebbe essere filtrata. Ma non è abbastanza per fare molta differenza.

Sì, questo significa che tutte quelle storie sui bong che sono il modo "più sicuro" di fumare sono in gran parte basate sulla scienza spazzatura.

Finora, la sicurezza dei bong è stata piuttosto bassa nell'elenco delle priorità quando si tratta di ricerca medica. Ma poiché la cannabis diventa legale in più aree, questo potrebbe cambiare.

Quindi, stai dicendo che sono dannosi?

Sì, scusa.

Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie e altre organizzazioni sanitarie, il fumo è dannoso per la salute polmonare indipendentemente da ciò che si sta fumando a causa delle sostanze cancerogene rilasciate dalla combustione dei materiali.

Fumare marijuana, sia tramite doobie che bong, può danneggiare i tessuti polmonari e causare cicatrici e danni ai piccoli vasi sanguigni.

La tendenza a inalare profondamente e trattenere il respiro quando si fuma la pentola significa che si è spesso esposti a più catrame per respiro. Inoltre, i bong sono fondamentalmente un modo per ottenere più fumo nei polmoni e allo stesso tempo rendere quel fumo più piacevole da inalare.

Tutti questi aspetti rendono facile esagerare quando si usa un bong.

Un altro rischio da tenere a mente è legato all'uso di bong di plastica. Le materie plastiche che contengono sostanze chimiche come il BPA e gli ftalati sono state collegate a effetti negativi sulla salute, incluso il cancro.

A parte i rischi per la salute dei bong, a seconda di dove vivi e delle leggi locali, avere un bong con marijuana o anche solo qualche residuo potrebbe portarti in acqua calda legale.

La ricerca mostra anche che i fumatori solo di marijuana hanno più visite sanitarie relative alle condizioni respiratorie rispetto ai non fumatori, indipendentemente dal metodo utilizzato per inalare il fumo.

Sono davvero più sporchi di un sedile del water?

C'è un'idea fluttuante online che i bong sono più sporchi dei sedili del water. Anche se non riusciamo a trovare lo studio da cui provengono queste informazioni (probabilmente perché non esistono), sollevano un buon punto.

Ci sono stati infatti casi di persone che hanno avuto la tubercolosi polmonare dalla condivisione di un bong. Anche se non condividi, l'uso di un bong può comunque metterti a rischio di disturbi polmonari, incluse infezioni polmonari potenzialmente letali.

Ad esempio, a Caso di studio 2017 dettagli un uomo che ha sviluppato la polmonite necrotizzante dall'uso del bong. Questa è una condizione grave che causa la morte permanente del tessuto polmonare.

I medici hanno determinato che ha inalato acqua contaminata da aerosol da un bong di vetro "filtrato". Culture e tamponi dal bong e il paziente hanno confermato che i batteri provenivano dal bong.

La linea di fondo

Un bong può raffreddare e filtrare il fumo per darti un toke più liscio che sembra meno duro di quello che ottieni da un'articolazione arrotolata, ma non ti protegge dai rischi per la salute del fumo.

Se stai usando regolarmente un bong, potrebbe essere il momento di metterci dei bei fiori e lasciarlo andare in pensione su uno scaffale.

Se hai intenzione di utilizzare la cannabis per scopi ricreativi o medicinali, gli esperti raccomandano di prendere in considerazione un altro modo per introdurla nel tuo corpo.

Alcune alternative, a seconda delle tue esigenze e necessità, sono spray al CBD, capsule, oli e eduli, come le gomme.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here