Il cordone ombelicale è un tubo di sostegno vitale che collega il bambino alla placenta. Alcuni problemi possono svilupparsi con il cavo durante la gravidanza. Dopo la nascita, è facile prendersi cura del moncone del cordone del bambino mantenendolo pulito e asciutto.

neonato con cordone ombelicale attaccato
Felipe Ibanez V/Getty Images

Il cordone ombelicale è vitale durante la gravidanza, ma non è necessario dopo la nascita del bambino. Vari problemi al cordone ombelicale possono verificarsi durante la gravidanza e il parto, ma la maggior parte delle condizioni del cordone ombelicale sono rare.

Dopo la nascita, il cordone ombelicale del tuo bambino viene tagliato. Diventa un ceppo che cadrà. Prendersi cura di quest’area è fondamentale per garantire un processo di guarigione regolare.

La migliore pratica per la gestione del cordone ombelicale del tuo bambino è il metodo di cura a secco semplice ed efficace.

Come prendersi cura del cordone ombelicale del bambino

Dopo la nascita del bambino, il cordone ombelicale non è più necessario. È bloccato e tagliato, lasciando un moncone corto. Un infermiere rimuove il morsetto dopo 1 o 2 giorni.

Il moncone cadrà entro circa 1-2 settimane. Uno grande Studio 2020 rilevato che il tempo medio è di circa 7 giorni.

Prendersi cura del moncone del cordone è facile. Le prove ci dicono che nella maggior parte delle situazioni, meno è meglio. L’uso di alcol o clorexidina può prolungare la guarigione e non diminuisce il rischio di infezione.

Prendersi cura del moncone del cordone ombelicale del tuo bambino è semplice usando il metodo di cura a secco. Trattare l’area procedendo come segue:

  • Mantieni il moncone del cavo asciutto.
  • Se sono presenti secrezioni o la cacca entra nel cavo, pulisci l’area con acqua naturale o acqua e sapone e asciugala tamponando.
  • Potrebbe essere necessario premere sulla pelle e spostare il cavo per pulire le secrezioni.
  • Esponi l’area all’aria.
  • Piega il pannolino del tuo bambino in modo che non tocchi il moncone.
  • Attenersi ai bagni di spugna fino a quando il cavo non cade.

Dopo che il cordone è caduto, mantieni l’ombelico del bambino pulito e asciutto. È comune che la parte centrale appaia rossa o trasuda alcune secrezioni. Continua a pulire le secrezioni con acqua e sapone. L’area guarirà gradualmente.

Quando chiamare il pediatra

C’è un leggero rischio che il cordone ombelicale possa essere infettato. Tale infezione è chiamata onfalite. Succede solo in circa 1 bambino su 1.000 che riceve cure a secco che vivono in paesi, come gli Stati Uniti, con un’assistenza sanitaria di alta qualità.

Le infezioni del midollo possono portare a gravi complicazioni. Contatta il tuo pediatra se il tuo bambino presenta uno dei seguenti segni di infezione o altre possibili complicazioni:

  • scarico giallastro maleodorante
  • pelle rossa o tenera attorno alla base
  • piangere quando si tocca l’area del cavo
  • sanguinamento dal cordone
  • febbre di 100,4 ° F (38 ° C)
  • cambiamenti di comportamento, tra cui essere letargico o irritabile
  • un cavo non è caduto dopo 3 settimane
  • un piccolo grumo di tessuto rosso che si sviluppa all’interno dell’ombelico

Cos’è il cordone ombelicale?

Il cordone ombelicale è la connessione tra te e il tuo bambino. Il cavo è presente a 5 settimane della gravidanza. Matura e collega il tuo feto alla tua placenta.

Il cordone ombelicale è tipicamente arrotolato. Contiene tre vasi sanguigni: una vena e due arterie. Una sostanza chiamata gelatina di Wharton costituisce la maggior parte del cordone. Questa sostanza soffice attutisce e protegge i vasi sanguigni.

A cosa serve il cordone ombelicale?

La vena del cordone ombelicale fornisce ossigeno e sostanze nutritive dal sangue direttamente al sangue fetale. Le due arterie rimuovono i prodotti di scarto dalla circolazione fetale. Non c’è alcuna mescolanza del sangue che va e viene dal tuo bambino.

Il cordone ombelicale può avere problemi?

Diversi problemi possono verificarsi con il cordone ombelicale durante la gravidanza. La maggior parte di questi sono eventi rari, ma ognuno ha determinati rischi. Gli ultrasuoni possono rilevare alcune condizioni del cordone ombelicale.

Le condizioni del cordone ombelicale durante la gravidanza includono:

  • Prolasso del cordone: Questa è un’emergenza medica. Un prolasso del cordone si verifica quando il cordone cade nella vagina davanti al bambino durante il travaglio e il parto.
  • Cordone nucale: Un cordone nucale è quando il cordone ombelicale viene avvolto attorno al collo del tuo bambino. Questa condizione si verifica in circa il 20-35% delle nascite singole a termine. È il problema più comune con il cordone ombelicale. Il più delle volte, non causa gravi complicazioni.
  • Nodo del cordone ombelicale: I nodi nel cordone ombelicale possono formarsi durante la gravidanza quando il bambino si muove molto. I nodi sono un rischio di aborto spontaneo o morte fetale perché possono limitare o interrompere il flusso sanguigno al bambino.
  • Arteria ombelicale singola: Una singola arteria ombelicale è quando manca un’arteria nel cordone. Questa condizione è spesso chiamata corda a due vasi. A volte, una singola arteria ombelicale può indicare altri problemi ai reni o al sistema digestivo del bambino.
  • Vasa previa: Un vasa previa è quando uno o più vasi sanguigni nel cordone crescono sopra la cervice. Questa è una condizione pericolosa e di solito richiede un parto cesareo.
  • Cisti del cordone ombelicale: Le cisti del cordone ombelicale sono sacche di liquido nel cordone. Le cisti possono indicare un problema cromosomico. Il medico probabilmente ordinerà ulteriori test.
  • Cavo extra lungo o corto: I cordoni ombelicali possono essere extra lunghi o corti. Di solito, un cavo corto o lungo non causa problemi. A volte, però, un cordone corto può staccarsi dalla placenta. Un lungo cordone può avvolgere il corpo o il collo del tuo bambino.

Quali sono le prospettive se hai problemi con il cordone ombelicale durante la gravidanza?

Sebbene le gravi complicazioni dovute alle condizioni del cordone ombelicale siano rare, alcuni problemi del cordone ombelicale possono essere pericolosi per il tuo bambino.

Domande frequenti

Esistono rimedi casalinghi per accelerare il processo di guarigione del moncone del cordone ombelicale?

Non è stato dimostrato alcun metodo casalingo per accelerare in modo sicuro la guarigione del moncone del cordone ombelicale. Prove dal 2020 indica che l’essiccatore è possibile mantenere il moncone, più velocemente guarirà.

È tipico che il moncone del cordone ombelicale sanguini leggermente dopo la caduta?

Sì, è normale che ci sia un leggero sanguinamento quando il moncone cade. Una crosta può formarsi e cadere naturalmente mentre la pelle sottostante guarisce. Tirare il cavo non accelererà il processo di caduta. Infatti, tirare il cordone può causare un eccessivo sanguinamento.

Un nodo nel cordone ombelicale fa paura. Quanto è comune?

Un nodo nel cordone è molto raro. Si stima che si verifichi solo nello 0,4-1,2% circa delle nascite. È più probabile che si verifichi un nodo se il cavo è lungo e non c’è modo di impedire che si verifichi un nodo.

Alcune complicazioni come il prolasso o i nodi del cordone possono verificarsi durante la gravidanza, ma non sono comuni. Dopo la gravidanza, prendersi cura del moncone del cordone ombelicale del bambino è facile con il metodo di cura a secco.

In caso di dubbi sulle condizioni del cordone ombelicale, contattare il proprio medico.