Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa fare per le emorroidi che non andranno via

Cosa fare per le emorroidi che non andranno via

0
73

Anche senza trattamento, i sintomi delle piccole emorroidi potrebbero risolversi in pochi giorni. Le emorroidi croniche, tuttavia, possono durare settimane con riacutizzazioni regolari dei sintomi.

Continua a leggere per imparare come trattare le emorroidi che non andranno via e quando consultare un medico.

Cosa sono le emorroidi?

Le emorroidi sono vene gonfie attorno al retto inferiore e all'ano. Queste vene possono gonfiarsi al punto da gonfiarsi e irritarsi. Esistono due tipi principali di emorroidi:

  • Emorroidi interne. Questi si verificano nei piccoli rami arteriosi all'interno del retto. In genere non si sentono né si vedono, ma possono sanguinare.
  • Emorroidi esterne. Questi si verificano nelle vene sotto la pelle al di fuori dell'apertura anale. Come le emorroidi interne, le emorroidi esterne possono sanguinare, ma poiché ci sono più nervi nell'area, tendono a creare disagio.

Le condizioni comunemente associate alle emorroidi croniche includono quanto segue:

  • Un'emorroide prolasso è un'emorroide interna che si ingrandisce e si gonfia all'esterno dello sfintere anale.
  • Un'emorroide strangolata è un'emorroide prolasso con l'afflusso di sangue interrotto dai muscoli intorno all'ano.
  • Un'emorroidi trombose è un coagulo (trombi) che si forma dopo i pool di sangue in un'emorroidi esterne.

Se hai le emorroidi, non sei sola. Il National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases stima che le emorroidi colpiscono circa il 5% degli americani e circa il 50% degli adulti di età superiore ai 50 anni.

Cambiamenti nello stile di vita e cura di sé

Se hai emorroidi che non scompaiono o continuano a riapparire, consulta il medico.

Dopo la diagnosi, il medico potrebbe raccomandare di trattare le emorroidi croniche con cambiamenti nello stile di vita, tra cui:

  • incorporando più alimenti ricchi di fibre nella dieta
  • aumentare il consumo giornaliero di acqua e altre bevande analcoliche
  • limitando il tuo tempo seduto sul water
  • evitando di sforzare durante i movimenti intestinali
  • evitando sollevamenti pesanti

Il medico può anche raccomandare alcuni passaggi più coinvolti o più medicinali da incorporare nell'auto-trattamento, come l'uso di:

  • antidolorifici da banco (OTC), come ibuprofene (Advil), acetaminofene (Tylenol), naprossene (Aleve) o aspirina
  • Trattamenti topici OTC, come una crema contenente idrocortisone o un tampone con un agente paralizzante o amamelide
  • un ammorbidente per le feci o un integratore di fibre, come metilcellulosa (citrucel) o psillio (metamucile)
  • un bagno sitz

Trattamento medico

Se la cura di sé non è efficace nell'alleviare i sintomi, il medico può raccomandare una delle varie procedure.

Procedure interne all'ufficio

Il medico può suggerire:

  • Legatura elastica. Chiamata anche banda emorroidea, questa procedura viene utilizzata per emorroidi prolasso o sanguinante. Il medico posiziona uno speciale elastico attorno alla base dell'emorroide per interrompere l'afflusso di sangue. Tra circa una settimana, la sezione fasciata si restringe e cade.
  • Elettrocoagulazione. Il medico utilizza uno strumento speciale per erogare una corrente elettrica che riduce le emorroidi tagliandone l'afflusso di sangue. È comunemente usato per le emorroidi interne.
  • Fotocoagulazione a infrarossi. Il medico utilizza uno strumento che eroga luce infrarossa per ridurre l'emorroidi tagliandone l'afflusso di sangue. È in genere utilizzato per le emorroidi interne.
  • Scleroterapia. Il medico inietta una soluzione che riduce le emorroidi tagliandone l'afflusso di sangue. È in genere utilizzato per le emorroidi interne.

Procedure ospedaliere

Il medico può suggerire:

  • Emorroidopessi. Un chirurgo utilizza uno speciale strumento di pinzatura per rimuovere il tessuto interno delle emorroidi, tirando un'emorroidi prolasso nell'ano. Questa procedura è anche chiamata pinzatura delle emorroidi.
  • Emorroidectomia. Un chirurgo rimuove chirurgicamente emorroidi prolasso o grandi emorroidi esterne.

Porta via

Se hai emorroidi che non vanno via, consulta il tuo medico. Possono raccomandare una varietà di trattamenti, che vanno dalla dieta e dai cambiamenti dello stile di vita alle procedure.

È importante consultare il medico se:

  • Stai avvertendo disagio nella tua zona anale o sanguinamento durante i movimenti intestinali.
  • Hai emorroidi che non migliorano dopo una settimana di cura di sé.
  • Hai molto sanguinamento rettale e hai le vertigini o la testa leggera.

Non dare per scontato che il sanguinamento rettale sia emorroidi. Può anche essere un sintomo di altre malattie, tra cui il cancro anale e il cancro del colon-retto.