Come creare e utilizzare collegamenti simbolici (noti anche come collegamenti simbolici) su Linux

0
94

Linux ti consente di creare collegamenti simbolici o symlink che puntano a un altro file o cartella sul tuo computer. Il modo migliore per farlo è con ln comando terminale — anche se ci sono alcuni file manager grafici che possono creare anche collegamenti simbolici.

Quali sono i collegamenti simbolici?

I collegamenti simbolici sono fondamentalmente scorciatoie avanzate. Un link simbolico che crei sembrerà essere lo stesso del file o della cartella originale a cui punta, anche se è solo un link.

Ad esempio, supponiamo che tu abbia un programma che ha bisogno dei suoi file memorizzati in /home/user/.program. Ma vuoi archiviare quei file su un'altra partizione, che è montata su / mnt / partition. È possibile spostare la directory .program in /mnt/partition/.program, quindi creare un collegamento simbolico in /home/user/.program che punta a /mnt/partition/.program. Il programma proverà ad accedere alla sua cartella in /home/user/.program e il sistema operativo lo reindirizzerà a /mnt/partition/.program.

Questo è completamente trasparente per il sistema operativo e i programmi che usi. Se si accede alla directory /home/user/.program in un file manager, sembrerà contenere i file all'interno di /mnt/partition/.program.

Oltre ai “collegamenti simbolici”, noti anche come “collegamenti soft”, è possibile invece creare un “collegamento reale”. Un collegamento simbolico o soft punta a un percorso nel file system. Ad esempio, supponiamo che tu abbia un link simbolico (o “soft”) da / home / examplefile che punta a / var / examplefile. Se si sposta il file in / var / examplefile, il collegamento in / home / examplefile verrà interrotto. Tuttavia, se si crea un “collegamento reale”, in realtà punterà all'inode sottostante sul file system. Quindi, se hai creato un collegamento reale da / home / esempio di file che punta a / var / esempio di file e successivamente spostato / var / esempio di file, il collegamento a / home / esempio di file rimarrebbe comunque puntato al file, indipendentemente da dove lo hai spostato. L'hard link funziona a un livello inferiore.

In genere dovresti utilizzare i collegamenti simbolici standard, noti anche come “collegamenti soft”, se non sei sicuro di quale utilizzare.

Come creare collegamenti simbolici con ln

Per creare un collegamento simbolico con il comando ln, devi prima aprire una finestra del terminale. Una volta eseguito, esegui il comando ln nel seguente formato:

ln -s /path/to/original /path/to/link

È possibile specificare un percorso per una directory o un file nel comando. “Funzionerà”, qualunque cosa tu inserisca.

Pertanto, se si desidera creare un collegamento simbolico alla cartella Download presente sul desktop, è necessario eseguire il comando seguente:

ln -s /home/name/Downloads /home/name/Desktop

Il -s nel comando crea un collegamento simbolico. Se invece volessi creare un collegamento reale, di nuovo, questo è qualcosa che di solito non vorresti fare a meno che tu non abbia un motivo specifico per farlo, escluderesti il -s dal comando.

Usando il nostro esempio, se guardiamo all'interno della nostra cartella Desktop, troviamo una cartella “Download” che sembra contenere tutti gli stessi file della nostra cartella Download principale.

Come eliminare i collegamenti simbolici

Per rimuovere i collegamenti simbolici, puoi semplicemente eliminarli normalmente. Ad esempio, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse ed eliminarli utilizzando un file manager grafico o utilizzare il comando seguente, che consente di eliminare (o “rimuovere”) qualsiasi tipo di file:

rm /path/to/link

Come creare collegamenti simbolici con uno strumento grafico

Molti file manager di Linux offrono la possibilità di creare graficamente collegamenti simbolici. In questo caso, in genere è possibile farlo facendo clic con il pulsante destro del mouse su una cartella o su un file e selezionando “Copia”, quindi facendo clic con il pulsante destro del mouse in un'altra cartella e selezionando “Crea collegamento”, “Incolla come collegamento” o un'opzione con un nome simile.

Il file manager Nautilus incluso in GNOME e nei desktop Unity di Ubuntu non ha più questa opzione di menu, ma ha un collegamento che farà la stessa cosa. Per creare un collegamento simbolico in Nautilus, tieni premuti i tasti Ctrl e Maiusc sulla tastiera. Trascina e rilascia un file o una cartella in un'altra posizione. Nautilus creerà un collegamento simbolico al file o alla cartella originale nella posizione in cui si rilascia il file o la cartella anziché spostare il file o la cartella originale.