Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 20 mamme diventano reali sul loro corpo post-bambino (e non stiamo parlando...

20 mamme diventano reali sul loro corpo post-bambino (e non stiamo parlando di peso)

0
70

Dalle fosse puzzolenti alla perdita di capelli (per non parlare dell'ansia e delle lacrime incontrollabili), i cambiamenti fisici e mentali postpartum che potresti sperimentare possono essere sorprendenti. Ti daremo lo scoop in modo da non essere così scioccato.

Indipendentemente da quanto leggi, da quante amiche con cui parli o anche da quanti cervelli di doulas scegli, è difficile sapere esattamente come diminuiranno il travaglio e il parto.

Oltre a ciò, nessuna nuova mamma ha una sfera di cristallo che le mostra come sarà la vita un giorno, una settimana o diversi mesi dopo il parto. Insieme alla gioia di accogliere il tuo piccolo nel mondo, arriva un pacchetto di varietà individualizzato di sfide postpartum. La prossima volta possiamo ricevere un avvertimento, per favore?

Ascolta cosa hanno da dire queste 20 mamme sui sintomi postpartum che li hanno sorpresi di più.

Bizzarre reazioni corporee

1. Freddo letterale

“Ho avuto queste scosse incontrollabili (brividi postpartum) subito dopo che mia figlia è stata posta sul mio petto. Le mie ostetriche hanno detto che tutta l'adrenalina nel tuo corpo mentre stai spingendo può causarla una volta che ti fermi. Era selvaggio. ”- Hannah B., Carolina del Sud

Suggerimento professionale: Cerca di rilassarti, poiché il tentativo di controllare i brividi non fa che peggiorare la situazione e chiedi coperte extra (o portane le tue da casa), se non ti vengono date automaticamente.

2. Owies di ingorgo

"Non ho allattato al seno per motivi medici e non avevo idea di quanto sarebbe doloroso per il mio corpo non avere quel latte rilasciato." – Leigh H., South Carolina

Suggerimento: La produzione di latte si interromperà se non la stai esprimendo o allattando, ma nel frattempo puoi curare l'ingorgo prendendo farmaci antidolorifici approvati dal tuo medico e applicando un impacco freddo al seno per 15 minuti alla volta ogni ora, se necessario.

3. Betty sudata

“Per due settimane dopo il parto, sudo come un matto di notte. Avevo bisogno di cambiare i miei vestiti e le lenzuola nel bel mezzo della notte, ero così inzuppato. ”- Caitlin D., South Carolina

Suggerimento professionale: Bassi livelli di estrogeni e il tentativo del corpo di liberarsi dei liquidi in eccesso possono scatenare sudorazioni notturne o vampate di calore dopo il parto. Per frenare tutto ciò che gocciola, prova a bere acqua fredda (che impedirà la disidratazione) e fai del tuo meglio per rilassarti praticando la meditazione o le tecniche di respirazione profonda.

4. La pipì

“Non avevo idea che avrei letteralmente avuto il controllo della vescica zero per le prime settimane dopo un parto vaginale. Ricordo di aver riso di qualcosa in ospedale e di aver fatto pipì e di non essere riuscito a smettere! ”- Lauren B., Massachusetts

Suggerimento professionale: Se stai soffrendo di incontinenza o altri problemi del pavimento pelvico durante e dopo la gravidanza, potresti fare bene a vedere un fisioterapista del pavimento pelvico che possa aiutarti a elaborare un piano di gioco mirato per rafforzare questi muscoli chiave che sono colpiti dalla gravidanza e parto.

5. Inferno di guarigione

“Vorrei aver saputo quanto tempo potrebbe davvero richiedere la guarigione. Ho avuto lacrime di terzo grado con il mio primo. Ho pianto durante il sesso per 7 mesi. Volevo strisciare fuori dalla mia pelle. È stato terribile. E tutti continuavano a dirmi che avrebbe dovuto andare bene per 6 settimane. ”- Brittany G., Massachusetts

Suggerimento professionale: Sebbene lo strappo sia del tutto normale, possono assolutamente volerci mesi per far guarire una grave lacrima vaginale e il dolore non è qualcosa che dovrebbe essere respinto. Gli esercizi del pavimento pelvico possono migliorare la circolazione e ridurre gonfiore e dolore.

6. Piroette e riccioli

“I miei capelli, che sono sempre stati naturalmente molto ricci, hanno iniziato a crescere dritti. Dopo che ho smesso di allattare, circa un anno e mezzo dopo, è tornato a riccio. Questo è successo con i miei primi due, e attualmente sono nel mezzo con il numero tre. "- Aria E., New Hampshire

Suggerimento professionale: Ormoni come gli estrogeni possono influenzare la consistenza dei capelli dopo il parto. Mentre andare dagli anni '80 Cher a Kim K. potrebbe sembrare stonante, rockerai in modo impeccabile in entrambi gli stili.

7. Ciao, capelli

"Vorrei aver saputo della dannata perdita di capelli e del fatto che mi avrebbe cambiato per sempre l'attaccatura dei capelli." – Ashleigh B., Texas

Suggerimento professionale: La caduta dei capelli dopo il parto, causata dal precipitare dei livelli di estrogeni, generalmente si risolve nel tempo. Ma se persiste, o se sei preoccupato, parla con il tuo medico per escludere eventuali problemi di fondo, come ipotiroidismo o anemia sideropenica.

8. Bleh, cibo

“Avevo appetito zero dopo ciascuna delle mie tre nascite. Tutto ciò che ho letto in precedenza mi ha fatto pensare che mangiare sarebbe stata la cosa migliore di sempre, e avevo bisogno di un grande pasto elaborato pianificato, ma in realtà ho dovuto forzare il cibo verso il basso. ”- Mollie R., South Carolina

Suggerimento professionale: Sia i cambiamenti ormonali che la depressione postpartum possono essere alla base di un appetito minimo dopo il parto. Se il tuo appetito non si ripresenta entro una settimana dal parto, consulta il tuo medico.

9. Bagno di sangue

“Nessuno mi ha detto quanto tempo ci vorrebbe per guarire dallo strappo così gravemente. Che puoi sanguinare per un massimo di 6 settimane di seguito. Fondamentalmente, sei in modalità sopravvivenza il momento immediatamente successivo al parto. ”- Jenni Q., ​​Colorado

Suggerimento professionale: Anche se non è assolutamente un picnic, il sanguinamento dopo il parto è normale, così come indossa cuscinetti extra assorbenti. Ma ehi, almeno le mamme celebri come Amy Schumer e Chrissy Teigen hanno trasformato le mutande del postpartum in una dichiarazione di moda.

10. Organi cadenti

“Non avevo idea di cosa fosse un prolasso e che gli organi che dovevano vivere all'interno del tuo corpo potessero davvero cadere. Ancora più interessante, quanti pochi dottori erano ben informati e quante donne sono state diagnosticate. Ha avuto un impatto su ogni area della mia vita. ”- Adrienne R., Massachusetts

Suggerimento professionale: Il trattamento non è sempre necessario per un utero prolasso, ma le opzioni non chirurgiche includono esercizi per il pavimento pelvico e indossare un pessario, un dispositivo che aiuta a stabilizzare l'utero e la cervice.

11. Pozzi puzzolenti

"Quando i miei ormoni si sono spostati dopo lo svezzamento, le mie ascelle hanno puzzato con la potenza di 1.000 moffette!" – Melissa R., Minnesota

Suggerimento professionale: Sai già che puoi usare deodoranti o antitraspiranti per ridurre quell'odore offensivo, ma potresti anche provare il deodorante fai-da-te.

Problemi di alimentazione

12. Scudi per capezzoli e altro

“Sono rimasto sorpreso da quanto sia difficile l'allattamento al seno. Leggi libri e pensi che si blocchino. Ma il più delle volte, c'è molto di più. Ho dovuto usare uno scudo per capezzoli con il mio primo per le prime due settimane e poi erano preoccupati per il suo aumento di peso, quindi volevano che pompassi. Le pompe non hanno mai funzionato bene. Non ho mai avuto così tanto in una seduta. Ma sapevo che la stavo nutrendo perché se aspettavo ero gonfio. Con il bambino numero due, era molto più agevole, e lei si limitò a bloccare, nutrire e guadagnare. Ma comunque, il pompaggio non ha ottenuto molto. "- Megan L., Maryland

Suggerimento professionale: Se ti senti frustrato per l'allattamento, prendi in considerazione la possibilità di lavorare uno contro uno con un consulente per l'allattamento, che potrebbe essere coperto dalla tua assicurazione.

13. Contrazioni post-parto?

"Vorrei sapere che quando allatti al seno all'inizio, hai contrazioni e sanguinamento perché il tuo utero si sta restringendo." – Emma L., Florida

Suggerimento professionale: Mentre allatti al seno, il tuo corpo produce l'ormone ossitocina, noto come "l'ormone delle coccole". Ma il suo scopo non è tutto caldo e sfocato: può anche causare contrazioni uterine e sanguinamento.

14. Powering through

“Le mie tette mi hanno fatto molto male mentre alimentavo l'allattamento. Alla fine, ho finito per integrare e curare. Vorrei che più persone avrebbero detto che andava bene invece di giudicare e di dirmi di fare di più per allattare. Vorrei anche che le persone fossero più favorevoli. Incoraggio le mamme a stare insieme e chiedere aiuto se ne hai bisogno. ”- Katie P., Virginia

Suggerimento professionale: Ricorda che, qualunque cosa tu ascolti, ogni genitore e figlio sono diversi e alimentato è meglio.

Sfide emotive

15. Lacrime e paure

“Per circa un mese dopo il parto, ogni volta che mi guardavo allo specchio, iniziavo istericamente a piangere. Per qualche motivo mi sentivo come se avessi perso il mio bambino – non l'ho fatto – perché non la portavo più nella pancia. La depressione postpartum non è uno scherzo! Sapevo che poteva essere brutto ed è stato avvertito da altre mamme e operatori sanitari, ma non conoscevo la gravità. "- Suzhanna D., South Carolina

16. PPD imprevisto

“La mia depressione postpartum non assomigliava per niente al tradizionale PPD di cui tutti parlano. Non odiavo il mio bambino. In realtà, non volevo altro che prendere il mio bambino e nascondermi e non tornare più a lavorare. Ero geloso che mio marito potesse diventare un papà casalingo. ”- Cori A., Arkansas

Suggerimento professionale: Se pensi di avere una depressione postpartum, non essere timido nel parlare al tuo medico dei tuoi sintomi. Possono indirizzarti a un terapista o ad altre risorse locali. I professionisti possono aiutarti a elaborare un piano di trattamento personalizzato.

17. Ansia postpartum

“Vorrei aver saputo dell'ansia postpartum. Sapevo tutto di PPD, ma dopo aver avuto il mio terzo figlio non è stato fino al mio controllo di 6 settimane quando stavo scherzando sull'avere un "nido ad esordio tardivo", perché sentivo il bisogno di riorganizzare il mio congelatore alle 3 del mattino, e il mio dottore diceva: "Sì … ci sono pillole per quello." Non stavo dormendo, perché ero terrorizzato dal fatto che lei avrebbe improvvisamente smesso di respirare, e quando dormivo, avrei sognato che fosse morta. Ho attribuito tutto questo al suo soggiorno in terapia intensiva, che probabilmente era un fattore scatenante, ma non avevo idea di dover essere trattato per PPA / PTSD. Ho perso una parte di me stesso durante quelle 6 settimane che sto ancora cercando di recuperare 3 anni dopo. "- Chelsea W., Florida

Suggerimento professionale: Se sei preoccupato potresti avere ansia postpartum, parla con il tuo medico delle opzioni di trattamento, tra cui terapia e farmaci mirati.

18. Ma io?

“La grave privazione del sonno mi ha letteralmente allucinato una notte. Vorrei aver saputo che va bene chiedere aiuto, come dimentichi di prenderti cura di te (dimenticandoti di fare la doccia, mangiare, ecc.), Come tutti sono così preoccupati per il bambino che la gente dimentica che il tuo corpo si sta riprendendo da un grande evento traumatico. ”- Amanda M., Nevada

Suggerimento professionale: Non esitare a contattare e richiedere supporto alla famiglia e agli amici a beneficio del tuo corpo e della tua mente. Certo, c'è un adorabile nuovo umano nel mondo – grazie al tuo corpo che sopporta la gravidanza e il parto, il che non è nulla di cui starnutire. Meriti riposo, tempo di guarigione e tutto l'aiuto.

19. Mamma vergogna

“Non ero preparato per la vergogna della mamma o per le persone che hanno sempre un'opinione su come crescere mio figlio. Cerco di non lasciarmi arrivare, ma mi dà fastidio! Mio figlio è felice e in salute e invece di essere incoraggiato o applaudito, a volte sembra un lavoro ingrato. Ma mio figlio è grato e lo adoro per questo! ”- BriSha Jak, Maryland

Suggerimento professionale: Sappi che la maggior parte della negatività che ti viene lanciata è la proiezione di altre persone sulle proprie insicurezze. Non sei tu, sono loro.

Immagine del corpo

20. Nessun rimbalzo

"Non sapevo quanto tempo ci volesse veramente per" rimbalzare indietro ". Ero piuttosto piccola prima della gravidanza. Tutti mi dissero costantemente come sarei tornato indietro. Avevamo programmato il nostro matrimonio per 6 mesi dopo il parto e avevo già acquistato l'abito. Sono 7 mesi dopo il parto e ancora non entrare nel vestito. Non penso davvero che il mio corpo sarà mai lo stesso. È stato un vero successo nella realizzazione del viso dopo aver sentito costantemente come sarei "tutta la pancia" e "rimbalzare subito". "- Meagan K., Arizona

Suggerimento professionale: Mentre può essere difficile filtrare il rumore di "rimbalzo", fai del tuo meglio per concentrarti sul tuo viaggio. Il tuo corpo è diverso ora perché ha dimostrato di essere superpotente. Prenditi del tempo per te, sia che si tratti di leggere un libro (un romanzo per adulti, cioè!) Che ti iscrivi a una nuova lezione di ginnastica, o di uscire a cena, e non essere troppo duro con te stesso.

L'asporto

L'esperienza postpartum di ogni mamma e i cambiamenti emotivi, fisici e mentali che affronti dopo la nascita sono unici.

Ma non importa quanto le cose siano degne di fiato, selvagge o complicate, puoi prendere il cuore sapendo che non sei solo.

E non c'è assolutamente alcuna vergogna nel fare affidamento su persone care, amici e il proprio medico per il supporto personalizzato di cui avete bisogno.


Maressa Brown è una giornalista che si occupa di salute, stile di vita e astrologia da oltre un decennio per varie pubblicazioni tra cui The Washington Post, Cosmopolitan, Parents.com, Shape, Horoscope.com, Woman's World, Better Homes & Gardens e Women's Health .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here