Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 12 consigli per rompere un'abitudine bugiarda

12 consigli per rompere un'abitudine bugiarda

0
28

donna con gli occhiali

Molte persone hanno raccontato una o due bugie nella loro vita. Forse distorcono la verità per impedire a qualcuno di farsi male. O forse fuorviano qualcuno per raggiungere un obiettivo finale. Altri potrebbero mentire a se stessi riguardo ai loro veri sentimenti.

Ma le storie che raccontiamo a volte possono allontanarci da noi e le bugie possono avere gravi conseguenze.

Se mentire è diventato un'abitudine più normale nella tua vita, cerca di non essere troppo duro con te stesso. Dopotutto, molte persone mentono, anche se non lo ammettono.

Invece, chiediti come puoi rompere questo schema ed essere più sincero andando avanti. Abbiamo alcune risposte a questa domanda che possono aiutarti.

Esamina i tuoi trigger

La prossima volta che ti trovi in ​​una bugia, fermati e presta attenzione a quello che sta succedendo dentro.

Chiedilo a te stesso:

  • Dove sei?
  • Con chi sei?
  • Come ti senti?
  • Stai mentendo per farti sentire meglio o evitare di far star male qualcuno?

Rispondere a queste domande può aiutarti a individuare quali scenari, emozioni o altri fattori ti inducono a mentire. Dopo aver identificato alcuni fattori scatenanti, osservali attentamente e pensa ad alcuni nuovi modi per reagire.

Ad esempio, se tendi a mentire quando sei messo sul posto, prova a pianificare possibili risposte prima entrare in situazioni in cui sai che potresti essere sul sedile caldo o sotto un sacco di stress.

Pensa al tipo di bugie che dici

Le bugie possono assumere forme diverse. Erin Bryant, autrice di un piccolo studio del 2008 che esamina come gli studenti universitari hanno separato le bugie bianche da altri tipi di disonestà, suggerisce che le bugie possono essere suddivise in diverse categorie.

Tipi di bugie

  • bugie bianche
  • bugie per omissione
  • esagerazioni
  • Bugie "grigie" o sottili
  • falsità complete

Restringere il tipo di menzogna che tendi a impegnarti può aiutarti a capire meglio le ragioni dietro la tua menzogna.

Forse esageri i tuoi risultati sul lavoro perché credi di avere meno successo dei tuoi amici. O forse non dici al tuo partner del tuo pranzo con un ex perché, anche se non hai intenzione di imbrogliare, ti preoccupi di cosa potrebbero pensare.

Esercitati a impostare – e attenersi a – i tuoi confini

"Certo, passare del tempo suona alla grande!"

"Mi piacerebbe averti finito per qualche giorno."

"No, non sono troppo occupato. Posso sicuramente aiutare con quel progetto. "

Qualcuno di quelle frasi suona familiare? Li hai detti senza un'oncia di sincerità? Forse sono per metà vere: ti piacerebbe uscire ma non lo senti in questo momento.

Potresti sentirti più motivato a mentire se hai difficoltà a creare confini nella tua vita personale o professionale. Queste bugie potrebbero non sembrare un grosso problema, ma possono essere un problema per te.

Non è sempre facile dire di no, soprattutto se non vuoi ferire i sentimenti di un amico o affrontare possibili conseguenze sul lavoro. Ma essere più deciso sulle tue esigenze può aiutarti a parlare di ciò che è meglio per te.

Inizia dando risposte complete, non quelle che pensi che l'altra persona voglia sentire.

Per esempio:

  • "Non posso svolgere più lavoro questa settimana perché devo concentrarmi sulle attività che già ho. Ma posso dare una mano la prossima settimana. ”
  • "Stasera non funziona per me, ma vorrei uscire. Potremmo provare più tardi questa settimana? ”

Cerchi altri consigli? La nostra guida per essere più assertivi può aiutare.

Chiediti "Qual è il peggio che può succedere?"

Ricorda il vecchio adagio, "l'onestà è la migliore politica"? C'è un motivo per cui è bloccato. Mentire (o omettere la verità) in realtà non aiuta nessuno, incluso te stesso.

Se menti perché pensi che la verità possa turbare qualcuno o causare danni, chiediti quale sarebbe il risultato peggiore se decidessi di dire la verità. Le probabilità sono che non è così male come pensi.

Immagina di avere un fratello che vuole davvero aiutarti con la sua nuova idea di avvio. Non lo senti e continui a rimandarlo. Alla fine, potrebbe alla fine rinunciare a tutta l'idea perché non può farcela da solo.

Se gli hai detto la verità, lo scenario peggiore sarebbe probabilmente che all'inizio si arrabbi. Ma dopo quella reazione iniziale, potrebbe cercare un partner completamente a bordo. Questo lo aiuterà a lungo termine.

Prendilo un giorno alla volta

Se stai cercando di essere più onesto, non tentare di premere un interruttore e smettere di mentire completamente da quel punto in avanti. Certo, potrebbe sembrare un buon piano, ma non è realistico.

Invece, impegnati ad essere più sincero ogni giorno. Se scivoli o ti ritrovi a mentire, non scoraggiarti. Puoi fare una scelta diversa domani.

Puoi dire la verità senza dire tutto

Se conoscenti, colleghi di lavoro o familiari pongono domande indecenti sulla tua vita personale, potresti sentirti tentato di mentire e toglierteli dalla schiena. Allo stesso tempo, non sei obbligato a dare a tutti un accesso aperto alla tua vita.

Non devi mentire per evitare di condividere dettagli che preferiresti mantenere privati. Invece, prova un rifiuto educato ma fermo, come "Questo è tra me e (il nome del partner)", o "Preferirei non dirlo".

Se sanno che non dirai loro nulla, potrebbero smettere di chiedere prima.

Considera l'obiettivo della menzogna

La disonestà potrebbe aiutarti a smettere quando devi prendere una decisione, ma in genere non risolve i problemi.

Supponi di voler rompere con un partner occasionale, ma trovi difficile iniziare la conversazione. Invece, offri scuse come "Sono molto impegnato con il lavoro questa settimana" o "Non mi sento bene" ogni volta che provano a fissare un appuntamento.

Dal tuo punto di vista, questo è un modo più gentile di dire che non vuoi vederli. In realtà, stai solo prolungando il processo di separazione. Potrebbero non riuscire a raccogliere i tuoi suggerimenti, rimanere investiti e avere un momento più difficile quando effettivamente raggiungi il punto di rottura.

In questo esempio, il tuo desiderio di ferirli di meno potrebbe effettivamente finire per causare loro più dolore.

Accettazione pratica

Tutti mentono per motivi unici, afferma Kim Egel. Aggiunge che alcune persone potrebbero trovare la verità più angosciante delle conseguenze della menzogna. In altre parole, "mentiamo quando dire la verità supera la nostra zona di comfort".

Il disagio con la verità può portare a bugie che tentano di controllare o cambiare una situazione. Se ti senti infelice o angosciato da qualcosa ma credi di non poterlo cambiare, potresti tentare di ingannare te stesso e gli altri invece di accettare come ti senti veramente.

Essere più a proprio agio con la verità spesso implica accettare una realtà stimolante o dolorosa, forse anche ammettere che hai fatto un errore. Imparare ad accettare la verità può essere un processo continuo, ma spesso si traduce in alcune lezioni preziose.

Evita di cercare di giustificare o convalidare la disonestà

"Mentiamo perché è quello che ci è stato insegnato a fare", afferma Egel.

C'è una buona possibilità quando eri un bambino, uno dei tuoi genitori ha detto qualcosa del genere: "Anche se non ti piace il regalo di compleanno di tua nonna, dille che è proprio quello che volevi, quindi non ferire i suoi sentimenti".

Lo studio di Bryant del 2008 suggerisce che la maggior parte delle persone generalmente accetta le bugie bianche come innocue. In alcuni casi, le bugie bianche potrebbero persino essere incoraggiate come parte comune dell'interazione sociale.

Egel crede che "esiste sempre un modo per esprimere la verità in un modo di classe, ben intenzionato e rispettabile." Continua spiegando che mentire può danneggiare le relazioni con gli altri, ma può anche danneggiare le relazioni che hai con te stesso.

"Quando iniziamo a rompere la fiducia nel nostro mondo", dice, "quella ragnatela di inautenticità da lì."

Invece di giustificare perché una menzogna è necessaria per proteggere i sentimenti di qualcuno, metti quell'energia per trovare un modo per raggiungere lo stesso obiettivo dicendo la verità.

Chiediti se una bugia è davvero necessaria

"A volte si presentano situazioni e in realtà non esiste un modo lineare e semplice per gestirle", afferma Egel.

Suggerisce di usare abilità come l'intuizione e il tempismo, o persino di tenere traccia di come le conversazioni si aprono, prima di decidere cosa dirai e come percorrere il percorso.

Controllo dell'intestino

La decisione di essere sincero è una decisione che devi prendere. Prima di scegliere di mentire o meno, considera se le tue azioni:

  • mostra rispetto per te stesso e gli altri
  • supportare il miglior interesse di tutti, non solo il tuo
  • potrebbe avere conseguenze future

Controlla se la tua menzogna si sente compulsiva

La menzogna compulsiva o patologica si riferisce a un tipo specifico di disonestà. Alcuni esperti ritengono che differisca in modo significativo da altri tipi di menzogna, sebbene non abbia una diagnosi specifica.

Potresti avere a che fare con bugie compulsive se le tue bugie sono:

  • impulsivo
  • non pianificato
  • incontrollabile
  • non serve allo scopo
  • frequente e persistente per tutta la vita

I comportamenti compulsivi sono difficili da fermare da soli e lavorare con un terapista può rendere il processo molto più semplice. Possono aiutarti a saperne di più sui motivi alla base della tua menzogna e aiutarti a smettere.

Se hai iniziato a mentire per affrontare un'infanzia difficile, ad esempio, lavorare su ciò che hai vissuto potrebbe aiutarti a sentire meno il bisogno di mentire.

Alcune persone che mentono compulsivamente credono alle loro bugie, il che può rendere un po 'difficile riconoscerle. Se questo è il tuo caso, parlare con un amico o un familiare può darti un'idea di ciò che sta accadendo. Puoi anche portare in terapia qualcuno di cui ti fidi se pensi di avere difficoltà a rispettare la verità.

Parla con un professionista

Anche se la tua menzogna non sembra compulsiva, lavorare con un terapista può essere di grande aiuto se stai cercando di superare l'abitudine di mentire. Ciò è particolarmente vero se scopri che mentire ha un impatto negativo sulla tua vita quotidiana.

Egel incoraggia ad agire per cercare supporto prima piuttosto che dopo. "Come qualsiasi cosa nella vita", dice Egel, "prima viene riconosciuto e risolto un problema, meno danni vengono fatti".

Questo può essere particolarmente vero con le bugie, che spesso si basano l'una sull'altra e diventano sempre più complesse e difficili da tenere traccia. Se dici bugie da molto tempo, potresti non sapere come iniziare a districarle e preoccuparti che tutti si arrabbieranno quando sentiranno la verità.

Un terapeuta può offrire compassione e supporto all'avvio del processo. In terapia, puoi anche parlare dei tuoi obiettivi sull'onestà e ottenere assistenza se continui a lottare con la disonestà. Possono anche aiutarti a ricostruire la fiducia con i tuoi cari.

La linea di fondo

Mentire è un comportamento complesso che può svolgere molte funzioni. Alla fine della giornata, di solito non fa alcun favore a nessuno.

Se trovi difficile essere sincero, con gli altri o con te stesso, prendi in considerazione di contattare un professionista della salute mentale per arrivare alla radice del problema. Preoccupato per il costo? La nostra guida alla terapia per ogni budget può aiutare.


Crystal ha precedentemente lavorato come scrittore ed editore per GoodTherapy. I suoi campi di interesse comprendono lingue e letteratura asiatiche, traduzione giapponese, cucina, scienze naturali, positività sessuale e salute mentale. In particolare, si è impegnata ad aiutare a ridurre lo stigma nei problemi di salute mentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here