10 modi per raggiungere una crisi di salute mentale

0
76

Nota dell'autore: Ciao! Si tu! Sono un po 'di parte, ma mi piacerebbe davvero che tu rimanessi vivo. Se ritieni di poterti fare del male, ti preghiamo di prendere in considerazione il pronto soccorso. L'ho fatto due volte e non me ne sono mai pentito (ho anche scritto su come prepararsi per una tale visita in Questo articolo). Se non sei in pericolo immediato, continua a leggere e per favore … continua a vivere.

Sono uno scrittore e un difensore della salute mentale e un sopravvissuto al tentativo di suicidio. Ho detto alla gente molte volte: "Continua a contattare." Ho scritto più articoli predicando l'importanza della vulnerabilità, sfidando lo stigma e possedendo le tue lotte.

Questa è tutta mia, ok? Questo è ciò che faccio.

Quindi, quando uno dei miei amici più cari è morto per suicidio, non ero solo scioccato, ero completamente sventrato.

Ho pensato che non ci fosse mai una domanda se i miei cari potessero contattarmi o meno. Ma la persona con cui avevo parlato così spesso della salute mentale … non mi ha chiamato.

Nemmeno per dire addio.

Nelle settimane successive al loro suicidio, il mio dolore mi portò in luoghi bui. Presto ho iniziato ad avere i miei pensieri suicidi.

E quando è stato il mio turno di raggiungere? Anche dopo aver perso il mio amico? Ho anche iniziato a ritirarmi.

Ho guardato, con dolorosa consapevolezza, mentre facevo gran parte di ciò che il mio amico sembrava fare prima del suicidio.

Mi sono cancellato come un peso. Mi sono isolato. Mi sono perso nella mia testa. E nonostante sapessi il pericolo di dove mi trovassi, non dissi nulla.

Dopo una notte particolarmente spaventosa, ho realizzato qualcosa: nessuno mi ha mai spiegato Come chiedere aiuto. Nessuno mi ha detto cosa significasse raggiungere.

Mentre il mio dolore iniziava a nevicare, ho esitato a dire a qualcuno che stavo lottando, soprattutto perché non sapevo come. Non sapevo cosa chiedere, e senza sapere cosa chiedere, mi è sembrato troppo complicato e inutile da provare.

"Perché non me l'hanno detto?" È un ritornello così comune quando parliamo di suicidi o problemi di salute mentale in generale. È facile fare questa osservazione, perché "dire a qualcuno" sembra una semplice richiesta.

In verità, nella migliore delle ipotesi è vago.

Raggiungere è questa abilità che ci si aspetta in qualche modo di conoscere, eppure non ci è mai stato insegnato e raramente modellato per noi.

È questo sentimento vago e pieno di speranza che la gente getta in giro, senza mai definirlo. Cosa stiamo chiedendo alla gente fare o dire? Non è esattamente chiaro.

Quindi voglio essere più specifico. Noi bisogno per essere più specifici.

Non so se un articolo come questo avrebbe potuto salvare il mio amico. Ma quello che so è che dobbiamo normalizzare chiedere aiuto e parlare di come potrebbe apparire, piuttosto che fingere che sia una cosa semplice e intuitiva da fare.

Forse allora, possiamo raggiungere le persone prima. Possiamo incontrarli in modo più compassionevole. E possiamo trovare modi migliori per supportarli.

Quindi se stai lottando ma non sai cosa dire? Capisco.

Parliamone.

1. Quando non sai di cosa hai bisogno: "Sono (depresso / ansioso / suicida). Non sono sicuro di cosa chiedere, ma non voglio essere solo adesso. "

A volte non sappiamo esattamente di cosa abbiamo bisogno o non siamo sicuri di ciò che qualcuno può offrire. Va bene, non dovrebbe scoraggiarci dal raggiungere.

Va benissimo se non hai idea di cosa hai bisogno o desideri, soprattutto quando tutto ciò a cui puoi pensare è quanto stai facendo male.

Fai sapere a qualcuno come ti senti. Potresti essere sorpreso dal modo in cui offrono per supportarti.

E se non sono utili? Continua a chiedere fino a quando non trovi qualcuno che lo è, o cerca una hotline (so che può essere strano parlare con uno sconosciuto, ma ci sono alcune hotline fantastiche là fuori).

2. Quando non hai persone vicine nelle vicinanze: "So che non parliamo molto … Sto attraversando un momento difficile e mi sento come se fossi qualcuno di cui mi posso fidare. Sei libero di parlare (giorno / ora)? "

Volevo includerlo perché mi rendo conto che non tutti noi abbiamo persone a cui siamo vicini in cui confidiamo. Ciò non significa che tu abbia raggiunto un vicolo cieco.

Quando ero un adolescente, tutto è cambiato per me quando ho contattato un insegnante del mio liceo che conoscevo a malapena. Era sempre stata incredibilmente gentile con me, e avevo la sensazione che avrebbe "capito". E l'ha fatto!

Ancora oggi, credo ancora che mi abbia salvato la vita in un momento in cui non avevo nessun altro a cui rivolgersi. Mi ha messo in contatto con un assistente sociale, che è stato quindi in grado di aiutarmi ad accedere alle risorse di cui avevo bisogno per recuperare.

Mentre è importante essere rispettosi delle capacità e dei confini delle persone (ed essere preparati, ovviamente, se qualcuno non può essere lì per te o non è utile – non è personale!), Potresti essere sorpreso dalle risposte che ricevi .

3. Quando ti senti bloccato o senza opzioni: "Sto lottando con la mia salute mentale e ciò che ho provato non funziona. Possiamo (incontrarci / skype / ecc.) Il (data) e elaborare un piano migliore? ”

Sentirsi impotenti o sfiniti è parte integrante per affrontare un sistema di salute mentale rotto. Ma un approccio di squadra può renderlo un po 'più gestibile.

A volte abbiamo bisogno di una cheerleader o di un ricercatore che ci aiuti a esplorare le nostre opzioni, soprattutto quando abbiamo difficoltà a credere di averne.

Suggerimento bonus: una cosa che noterai anche è che, per quasi tutto in questo elenco, suggerisco di impostare un orario.

Questo è importante per un paio di ragioni. Il primo è che aiuta la persona con cui stai parlando a capire l'urgenza dietro la tua domanda. Può anche essere utile sapere che c'è un evento nel prossimo futuro quando puoi aspettarti di ricevere un po 'di supporto. Questo può aiutarci a rimanere aggrappati quando le cose diventano desolate.

4. Quando non puoi essere solo: "Non mi sento al sicuro da solo in questo momento. Puoi restare al telefono con me o venire finché non mi calmo? ”

So che è difficile da dire. Perché spesso temiamo di dire a qualcuno quanto stiamo lottando e di ammettere che non ci sentiamo al sicuro? Questo è un grosso problema.

Ovviamente puoi sostituire la parola "sicuro" se non funziona per te, ma incoraggio sempre le persone a essere dirette, perché è la strada più sicura per ottenere esattamente ciò di cui abbiamo bisogno.

Chiedere a qualcuno di essere presente potrebbe essere particolarmente vulnerabile. Potrebbe non sembrare nemmeno che, al momento, farà molta differenza. Ma è più probabile che tu ti senta meglio con il supporto che senza.

E ricorda, da tutto ciò che sappiamo sulla malattia mentale, è più probabile che la depressione sia un bugiardo che un narratore di verità (ne parlo un mucchio qui).

5. Quando non vuoi parlarne: "Sono in un brutto posto ma non sono pronto a parlarne. Puoi aiutarmi a distrarmi? ”

Non devi parlare di ciò che ti dà fastidio se non sei pronto.

Aprire un'intera lattina di worm potrebbe non essere la cosa più sicura o migliore per te in quel particolare momento. E indovina cosa? Puoi ancora chiedere aiuto.

A volte abbiamo solo bisogno di qualcuno con cui sparare, quindi non siamo bloccati nella nostra testa, rendendoci un po 'impazziti. Questa è una cosa valida e salutare da chiedere! Ed è un modo sottile di sensibilizzare la gente che stai attraversando un periodo difficile, senza bisogno di entrare nei dettagli.

Prima le persone intorno a te sono consapevoli che stai attraversando un momento difficile, più velocemente possono presentarsi per aiutarti.

Gli interventi precoci sono così critico per la nostra salute mentale. In altre parole: non aspettare che tutto il seminterrato si allaghi prima di riparare un tubo che perde. Correggi il tubo quando noti che il problema è iniziato.

6. Quando hai bisogno di sentirti connesso: "Puoi fare il check-in con me (in data / ogni giorno) solo per assicurarti che stia bene?"

Non posso dirlo abbastanza – non sottovalutare il valore di chiedere un check-in. Sono un grande fan di questo come un'abilità di coping, soprattutto perché può essere super utile per tutti i soggetti coinvolti.

Se non prendi nient'altro da questo articolo, dovrebbe essere questo: chiedi alle persone di fare il check-in con te. È una cosa così piccola da chiedere nell'era dei messaggi, ma può aiutarci a rimanere in contatto, che è tremendamente critico per la nostra salute mentale.

(Se hai già giocato a The Sims prima, ricordi la barra sociale? Sei tu. Devi riempirla. Umani bisogno per connettersi con altri umani. Non si tratta solo di volerlo, ma di richiederlo davvero per sopravvivere.)

E questo può accadere in tanti modi intelligenti. Alcuni dei miei preferiti:

  • "Non sto andando bene. Puoi scrivermi ogni mattina per essere sicuro che stia bene? Mi aiuterebbe davvero. "
  • "Ehi amico. Ultimamente sono stato un po 'triste – vuoi forse Snapchat / inviare selfie l'uno con l'altro prima di andare a letto ogni sera, solo per fare il check-in? Sarebbe bello vedere la tua faccia ".
  • "Sono in un funk in questo momento. Vuoi essere amici di sé? Ti piacerebbe scambiarci messaggi una volta al giorno, qualcosa che abbiamo fatto per prenderci cura di noi stessi? "
  • "Ultimamente mi sono isolata un po '. Puoi fare il check-in con me ogni tanto, solo per assicurarti di non cadere dalla faccia della terra? "

Aggiungi emoji ovunque sia adatto se vuoi che sia più casual (ma in realtà, non è necessario, non c'è nulla di sbagliato nel chiedere ciò di cui hai bisogno!).

Chiedere alle persone di fare il check-in con te quando stai lottando è come allacciare la cintura di sicurezza quando sali in macchina. È solo un'ulteriore misura di sicurezza nel caso in cui le cose si rompano.

Entrambi possono effettivamente salvare vite anche. Considera questo un PSA.

7. Quando ti senti un disastro: "Sto facendo fatica a prendermi cura di me stesso. Ho bisogno di ulteriore supporto in giro (compito). Puoi aiutare?"

Forse hai bisogno di aiuto per raggiungere un appuntamento o un negozio di alimentari. Forse hai bisogno di una cheerleader per assicurarti di aver preso le tue medicine, o qualcuno a cui mandare un selfie, per provare che ti sei alzato dal letto quella mattina.

I tuoi piatti si stanno accumulando nel lavandino? Hai bisogno di un compagno di studio? Non fa male chiedere supporto per compiti come questi.

A volte queste cose si sommano quando stiamo lottando con la nostra salute mentale. Ma dimentichiamo che va bene chiedere una mano, specialmente in quei momenti in cui potrebbe davvero fare la differenza.

Essere un adulto è già una sfida. Se stai attraversando un momento difficile? È ancora più difficile. Tutti abbiamo raggiunto un punto in cui abbiamo bisogno di ulteriore supporto. Non abbiate paura di far sapere direttamente alle persone come potrebbero supportarvi.

8. Quando ti senti disgustato: "Mi sono sentito così in basso. Puoi condividere un nostro ricordo preferito / ricordarmi cosa intendo per te? Mi aiuterebbe davvero. "

Pensavo che chiedere qualcosa del genere significasse che stavo "cercando complimenti". E che modo pessimo di vederlo.

A volte abbiamo bisogno di promemoria che contiamo! A volte non riusciamo a ricordare i bei tempi e abbiamo bisogno di qualcuno che ci aiuti a ricordarli. Questo è vero ogni singolo essere umano sul pianeta.

È anche una richiesta così semplice. Se sei il tipo di persona che si sente nervoso nel fare una grande domanda (di nuovo, ti incoraggio a contestare quell'ipotesi – va bene chiedere aiuto), questo può essere un piccolo passo nella giusta direzione.

9. Quando ti avvicini alla fine della tua corda: "Sto lottando proprio ora e ho paura di raggiungere il mio limite. Posso chiamarti stasera? ”

Ad essere sincero, non è stato fino alla morte del mio amico che ho trovato queste parole in particolare.

Fino a quel momento, non ero mai stato esattamente sicuro di come attivare l'allarme. Sai, quel momento in cui non sei alla fine della tua corda, ma ci stai arrivando? È un momento cruciale.

Sì, puoi e allora dovresti assolutamente raggiungere, anche se non sei sicuro che possa fare la differenza (avviso spoiler, le persone potrebbero davvero sorprenderti). Penso a quanto dolore avrei potuto evitare se avessi visto quel momento per l'opportunità che era davvero.

Ascolta quella vocina nella parte posteriore della tua mente, quella che sta cercando di dirti che sei un po 'troppo vicino al limite per conforto. Ascolta quella sensazione fastidiosa che ti dice che sei sopra la testa.

Questo è il tuo istinto di sopravvivenza – ed è un istinto di cui dovresti fidarti.

10. Quando hai voglia di scattare: "Sono suicida. Ho bisogno di aiuto in questo momento. "

Solleva l'allarme.

Solleva il maledetto allarme, amici, e sii diretto come devi. Un'emergenza è un'emergenza, che si tratti di un infarto o di un rischio di autolesionismo. Il danno a te in qualsiasi forma è una ragione sufficiente per chiedere aiuto.

Te lo prometto, c'è qualcuno in questo mondo – un vecchio amico o un futuro, un familiare, un terapista, persino un volontario su una hotline – che vuole che tu rimanga.

Trova quella persona (o persone), anche se ci vuole tempo. Anche se devi continuare a chiedere.

Dai alle persone la possibilità di aiutarti. È un'opportunità che il mio amico ha meritato, ed è un'opportunità voi meritano.

(E se tutto il resto fallisce, ho questa risorsa per andare al pronto soccorso in caso di suicidio. Sono stato personalmente ricoverato due volte in ospedale e, sebbene non sia una vacanza lussuosa, è la ragione per cui sono qui oggi.)

Scegli qualcosa da questo elenco. Scrivilo, anche se è sulla tua mano o una nota adesiva. E poi contattaci, perché ora sai come fare.

Diavolo, aggiungi questo articolo ai segnalibri mentre ci sei. Stampalo. So che lo farò, perché ci sono volte in cui ho bisogno anche di questo consiglio.

Se stai lottando con la tua salute mentale, lascia che ti ricordi che non è mai troppo presto o troppo tardi per far sapere a qualcuno.

E la sua mai e poi mai troppo pesante, troppo disordinato o troppo da chiedere, anche se lo hai chiesto 50 volte il giorno prima.

Avrei preferito che il mio amico mi "disturbasse" ogni giorno per il resto della mia vita piuttosto che perderli per sempre. La loro vita era così preziosa.

E sì, lo è anche il tuo.

Hai bisogno di supporto? Scorri fino alla nostra sezione leggi di seguito per ulteriori risorse.

Questo articolo è originariamente apparso qui.


Sam Dylan Finch è l'editore di salute mentale e condizioni croniche di Healthline. È anche il blogger dietro Let's Queer Things Up !, dove scrive di salute mentale, positività corporea e identità LGBTQ +. Come avvocato, è appassionato di costruire comunità per le persone in fase di recupero. Puoi trovarlo su cinguettio, Instagram e Facebook, oppure scopri di più su samdylanfinch.com.