Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Trattamento del cancro alla prostata: un viaggio tipico

Trattamento del cancro alla prostata: un viaggio tipico

0
35

Il cancro alla prostata è una malattia in cui le cellule tumorali si formano nei tessuti della prostata.

È uno dei tumori più diffusi negli uomini americani, ma ci sono opzioni di trattamento. Innanzitutto, però, è importante che le persone sappiano quando sottoporsi al test, cosa è coinvolto nel test e cosa succede dopo che i risultati di laboratorio sono stati inseriti.

Il trattamento del cancro alla prostata è un viaggio, ma è quello che salva la vita a milioni di americani.

Il cancro alla prostata secondo i numeri

Il cancro alla prostata è il secondo tumore più comune negli uomini americani, dopo il cancro della pelle. È anche la seconda causa di morte per cancro negli uomini americani, con il cancro ai polmoni che è la causa principale.

Questi sono i fattori di rischio e le statistiche chiave:

  • Gli uomini più anziani e i neri non ispanici sono a maggior rischio di sviluppare il cancro alla prostata.
  • A circa 1 uomo su 8 verrà diagnosticato un cancro alla prostata durante la loro vita.
  • 6 casi su 10 di cancro alla prostata vengono diagnosticati negli uomini di età pari o superiore a 65 anni.
  • Il cancro alla prostata è raro negli uomini sotto i 40 anni, anche se non impossibile.

Si stima che 1 uomo su 41 morirà di cancro alla prostata. Tuttavia, più di 3,1 milioni di uomini negli Stati Uniti a cui è stato diagnosticato un cancro alla prostata sono ancora vivi. Questo ci dice che il trattamento funziona per molti uomini a cui è stato diagnosticato questo tipo di cancro.

Cronologia del trattamento del cancro alla prostata

Il trattamento del cancro alla prostata è un processo in quattro parti. In genere include test, biopsia, un piano di trattamento e recupero. Esistono diversi modi per testare e curare la malattia.

Esistono tre modi comuni per lo screening del cancro alla prostata.

  • Esame del sangue per l’antigene prostatico specifico (PSA). L’antigene prostatico specifico (PSA) è una proteina che indica la presenza di cancro alla prostata. Può essere misurato attraverso un esame del sangue. Un livello elevato di PSA può indicare la necessità di eseguire ulteriori test.
  • Esame rettale digitale (DRE). Un esame rettale digitale (DRE) prevede che un medico inserisca un dito guantato e lubrificato nel retto per sentire eventuali urti o aree dure. Questi a volte possono essere cancro alla prostata e possono essere avvertiti durante un esame rettale. Sebbene questo esame possa essere scomodo, di solito non è doloroso e viene completato in un breve lasso di tempo.
  • Prova di imaging. Un test di imaging della ghiandola prostatica può essere preso in considerazione se un esame del sangue PSA o un esame rettale digitale mostrano risultati anormali. Una risonanza magnetica o un’ecografia possono rilevare il cancro alla prostata.

Se uno qualsiasi dei tuoi test suggerisce una possibile presenza di cancro alla prostata, il medico probabilmente ordinerà una biopsia della prostata. Questa è una procedura in cui piccoli campioni della prostata vengono rimossi ed esaminati al microscopio per osservare più da vicino potenziali cellule tumorali.

  • UN biopsia con ago centrale è l’opzione principale per la diagnosi del cancro alla prostata. Questa procedura è generalmente eseguita da un urologo.
  • Il tuo dottore lo farà intorpidire la zona prima iniettando un anestetico locale. Quindi, un ago sottile e cavo viene inserito nella prostata per raccogliere circa 12 campioni da aree diverse.
  • Le biopsie di solito durano 10 minuti e sono completati in uno studio medico.
  • Il medico probabilmente ti chiederà di prendere antibiotici prima e dopo la procedura per ridurre il rischio di infezione.

Ci sono tre possibili esiti per una biopsia: positivo al cancro, negativo al cancro o sospetto, il che significa che sono presenti risultati anormali che non sono necessariamente il cancro.

A seconda dello stadio o del grado del cancro alla prostata, possono essere prese in considerazione diverse opzioni di trattamento. Esistono otto tipi di trattamenti standard utilizzati per il cancro alla prostata.

  • Vigile attesa o sorveglianza attiva. Un attento monitoraggio per eventuali cambiamenti negli uomini che hanno il cancro alla prostata, ma non hanno segni o sintomi.
  • Chirurgia. Un tumore che non si è diffuso oltre la ghiandola prostatica viene rimosso chirurgicamente.
  • Radioterapia e radioterapia. I raggi X ad alta energia o altri tipi di radiazioni uccidono le cellule tumorali o impediscono loro di crescere.
  • Terapia ormonale. Gli ormoni che causano la crescita del cancro alla prostata vengono rimossi o bloccati.
  • Chemioterapia. I farmaci bloccano la crescita delle cellule tumorali uccidendole o impedendo loro di dividersi.
  • Terapia mirata. Farmaci e altre sostanze identificano e attaccano specifiche cellule tumorali, che di solito causano meno danni alle cellule normali rispetto alla chemioterapia o alla radioterapia.
  • Immunoterapia. Il sistema immunitario del paziente combatte il cancro attraverso sostanze prodotte dall’organismo o prodotte in laboratorio.
  • Terapia con bifosfonati. I farmaci riducono la malattia ossea quando il cancro si è diffuso alle ossa.

I trattamenti sono anche in fase di sperimentazione in studi clinici e questi potrebbero essere utilizzati nel prossimo futuro.

  • criochirurgia. Uno strumento congela e distrugge le cellule del cancro alla prostata.
  • Terapia ad ultrasuoni focalizzata ad alta intensità. Gli ultrasuoni sono usati per distruggere le cellule tumorali.
  • Radioterapia a fasci di protoni. La radioterapia esterna invia flussi di protoni nel corpo per uccidere le cellule tumorali.
  • Terapia fotodinamica. Un farmaco e un certo tipo di luce laser uccidono le cellule tumorali.

Il cancro alla prostata può essere rimosso o curato. In alcuni uomini, tuttavia, il cancro può ripresentarsi o non scomparire mai completamente. Il follow-up è essenziale per tenere traccia di eventuali cambiamenti o nuovi sintomi.

Un piano di ripristino può consistere, ma non è limitato a:

  • Visite ed esami medici. I test di solito iniziano alcuni mesi dopo aver terminato il trattamento del cancro alla prostata. Può includere esami del sangue PSA ed esami rettali digitali (DRE).
  • Cambiamenti dello stile di vita. L’esercizio fisico regolare, il mantenimento di un peso sano, l’evitare di fumare e una dieta sana saranno importanti per l’assistenza e il benessere a lungo termine.
  • Supporto emotivo e sociale. Il percorso del cancro alla prostata può includere sentimenti di depressione, ansia o stress. Potresti cercare un gruppo di supporto o rivolgerti a una persona cara per condividere i tuoi sentimenti, creare connessioni e promuovere un senso di comunità.
  • Sentirsi bene con te stesso. Fare le cose che ami farà molto nel recupero. È importante mantenere gli hobby e persino la sessualità, poiché il trattamento del cancro alla prostata a volte può influenzare la funzione sessuale. Stare bene con il proprio corpo dovrebbe essere sempre una priorità.

Il cancro alla prostata può essere spaventoso, ma può essere sopravvissuto. Sottoporsi a screening regolari e stare al passo con la salute della tua prostata può aiutarti a farti diagnosticare nelle fasi iniziali della malattia. Questo può portare a risultati migliori.