Svezia e Danimarca mettono in pausa i colpi di Moderna COVID per i gruppi di età più giovani

0
12

Le pause arrivano tra segnalazioni di possibili rari effetti collaterali del vaccino Moderna, inclusa l’infiammazione del cuore.

L’agenzia sanitaria svedese afferma che sospenderà l’uso di Moderna per le persone nate nel 1991 e dopo che i dati hanno indicato un aumento di miocardite e pericardite tra i giovani e i giovani adulti che erano stati vaccinati [Rogelio V Solis/AP Photo]

Svezia e Danimarca hanno dichiarato che sospenderanno l’uso del vaccino COVID-19 di Moderna per i gruppi di età più giovane dopo le segnalazioni di possibili effetti collaterali rari, come la miocardite.

L’agenzia sanitaria svedese ha detto mercoledì che sospenderà l’uso del vaccino per le persone nate nel 1991 e in seguito, poiché i dati indicavano un aumento di miocardite e pericardite tra i giovani e i giovani adulti che erano stati vaccinati. Tali condizioni comportano un’infiammazione del cuore o del suo rivestimento.

“La connessione è particolarmente chiara quando si tratta del vaccino Spikevax di Moderna, specialmente dopo la seconda dose”, ha affermato l’agenzia sanitaria in una nota, aggiungendo che il rischio di essere colpiti era molto piccolo.

Anders Tegnell, capo epidemiologo svedese, ha affermato che l’agenzia sanitaria continuerà a “seguire da vicino la situazione e ad agire rapidamente per garantire che le vaccinazioni contro il COVID-19 siano sempre il più sicure possibile e allo stesso tempo forniscano una protezione efficace” contro la malattia.

In Danimarca, alle persone di età inferiore ai 18 anni non verrà offerto il vaccino Moderna per precauzione, ha affermato mercoledì l’autorità sanitaria danese.

Ha affermato che i dati, raccolti da quattro paesi nordici, mostrano che vi è il sospetto di un aumento del rischio di infiammazione cardiaca quando vaccinati con vaccini Moderna, sebbene il numero di casi di infiammazione cardiaca rimanga molto basso.

I dati preliminari dello studio nordico sono stati inviati al comitato per le reazioni avverse dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e saranno ora valutati.

Svezia e Danimarca hanno affermato di aver invece raccomandato il vaccino Comirnaty, di Pfizer/BioNTech.

La Norvegia già raccomanda il vaccino Cominarty ai minori e ha detto mercoledì che lo sta ribadendo, sottolineando che i rari effetti collaterali possono essere più frequenti per ragazzi e giovani uomini, e soprattutto dopo aver ricevuto una seconda dose.

“Anche gli uomini di età inferiore ai 30 anni dovrebbero prendere in considerazione la scelta di Cominarty quando vengono vaccinati”, ha affermato in una nota Geir Bukholm, capo del controllo delle infezioni presso l’Istituto norvegese di sanità pubblica.

Un funzionario sanitario finlandese ha affermato che la Finlandia dovrebbe pubblicare una decisione giovedì.

L’EMA ha approvato l’uso di Comirnaty a maggio, mentre Spikevax ha ricevuto l’approvazione per i bambini di età superiore ai 12 anni a luglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here