Sintomi che indicano che è necessario interrompere il digiuno + Come digiunare correttamente

0
15

Il digiuno non è per tutti. Ricordi di averlo ascoltato da persone che hanno fatto una dieta drastica, solo per arrendersi troppo presto? Questo ti ha fatto interrogare sui possibili effetti collaterali del digiuno?

In questo articolo, discuteremo dei modi sicuri per digiunare senza compromettere la tua salute. Familiarizzerai anche con i sintomi che indicano che devi dare una pausa al digiuno.

In questo articolo

I sintomi che indicano che dovresti smettere di digiunare

Ogni individuo in attesa di perdere peso intende digiunare fino a perdere quei chili in eccesso. Ma non tutti possono passare senza problemi la fase di digiuno. Se stai digiunando e noti uno dei seguenti sintomi, devi interrompere il digiuno:

  • Vertigini
  • Perdita di conoscenza
  • Nausea e vomito
  • Diarrea
  • Una sensazione di bruciore allo stomaco
  • Dolore al petto o allo stomaco
  • mestruazioni

Una volta che hai riacquistato la tua energia, puoi tornare al digiuno. I seguenti suggerimenti ti aiuteranno ad assicurarti un digiuno sicuro.

Come digiunare in sicurezza

1. Rimani idratato

Rimani idratato

È probabile che gli individui a digiuno si sentano disidratati. Circa il 20-30% del fabbisogno di liquidi del corpo viene soddisfatto attraverso il cibo e il digiuno può alterarlo (1). Quindi, è importante bere molta acqua e rimanere idratati durante il digiuno.

2. Limita il tuo apporto calorico

Limita il tuo apporto calorico

Il digiuno di solito implica stare lontano da tutti i cibi/bevande per un periodo. Tuttavia, invece di eliminare tutte le fonti di cibo, puoi ridurre l’apporto calorico nei giorni di digiuno. In questo modo, consumerai solo il 25% del tuo fabbisogno calorico giornaliero per due giorni alla settimana per facilitare la perdita di peso (2).

3. Non banchettare mentre si rompe il digiuno

Non banchettare mentre si rompe il digiuno

Per quanto possa essere allettante banchettare con tutti i tuoi cibi salati preferiti mentre rompi il digiuno, non dovresti farlo. Banchettare con molto cibo può farti sentire istantaneamente gonfio e stanco. Può anche rallentare il processo di perdita di peso poiché ridurrà il deficit calorico (3).

4. Mantieni gli esercizi miti

  Mantieni gli esercizi miti

Quando sei a dieta, il tuo corpo è a corto di energia. Quindi, mantieni i tuoi esercizi miti. Concediti allenamenti faticosi solo nei giorni in cui non stai digiunando. Man mano che il tuo corpo si abitua all’esercizio, puoi iniziare gradualmente a provare allenamenti ad alta intensità per aumentare l’utilizzo del grasso immagazzinato nel tuo corpo (4).

5. Prendi integratori aggiuntivi

Prendi integratori aggiuntivi

Quando digiuni, tendi a perdere molti nutrienti essenziali per il tuo corpo. Le persone a dieta sono carenti di una serie di nutrienti, tra cui calcio, ferro e vitamina B12 (5). Puoi compensare queste carenze assumendo un integratore nutrizionale dopo aver consultato il tuo medico.

6. Mangia cibi integrali durante i giorni senza digiuno

  Mangia cibi integrali durante i giorni senza digiuno

È importante mangiare cibi integrali nei giorni in cui non si digiuna. Ciò non solo previene le carenze, ma riduce anche il rischio di malattie gravi come malattie cardiache e cancro (6).

7. Mangia più proteine

Mangia più proteine

Consumare più proteine ​​è una necessità non solo durante l’allenamento, ma anche quando si vuole perdere grasso e costruire muscoli. Aumenta l’assunzione di cibi ricchi di proteine ​​come pollo, uova, formaggio, pesce grasso e noci durante il periodo in cui non sei a digiuno (7).

Questi suggerimenti possono aiutarti velocemente senza incorrere in rischi. Inoltre, ti suggeriamo di non digiunare per giorni in quanto può avere effetti potenzialmente letali sulla tua salute.

Ci auguriamo che tu abbia trovato questo post informativo. Per qualsiasi ulteriore domanda, non esitare a contattarci tramite la sezione commenti qui sotto.

Domande frequenti

È normale vomitare durante il digiuno in acqua?

Vomitare o vomitare è uno dei tanti indicatori di cui hai bisogno per dare una pausa al digiuno per un po’ di tempo. Quindi, se vomiti a digiuno, è meglio iniziare a mangiare qualcosa finché non sei abbastanza sano da continuare a digiunare.

Quando dovrei smettere di digiunare?

Se si verificano sintomi come vomito, nausea, vertigini, perdita di coscienza, diarrea/stitichezza o dolore addominale, interrompere immediatamente il digiuno.

Il digiuno può farti ammalare?

Sì, il digiuno può causare disidratazione, che può portare ad altre conseguenze indesiderabili.

È sicuro digiunare per 3 giorni?

Puoi digiunare in sicurezza per 2-3 giorni senza subire effetti negativi sulla salute (8). Tuttavia, ti suggeriamo di preparare il tuo corpo per il digiuno idrico consumando meno cibi nei giorni precedenti.

Cosa non mangiare dopo il digiuno?

Non dovresti abbuffarti di cibi spazzatura o altri cibi saturi dopo il digiuno. Ciò può influenzare i tuoi progressi nella perdita di peso interrompendo il deficit calorico che hai creato.

Chi non dovrebbe digiunare?

Le persone con diabete, problemi cardiaci o renali o che assumono medicinali per qualsiasi condizione medica dovrebbero evitare il digiuno. Anche le donne in gravidanza e in allattamento dovrebbero evitare il digiuno.

Riferimenti

  1. “Contributo dell’acqua dal cibo e dai liquidi all’assunzione totale di acqua: analisi di un sondaggio sulla popolazione francese e britannica” Nutrienti, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, Istituti nazionali di salute.
  2. “Digiuno a giorni alterni modificato a breve termine: una nuova strategia dietetica per la perdita di peso e la cardioprotezione negli adulti obesi”. Giornale americano di nutrizione clinica, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, Istituti nazionali di salute.
  3. “La dieta nella gestione della perdita di peso” Canadian Medical Association Journal, US National Library Of Medicine, National Institutes of Health.
  4. “Risposte metaboliche all’esercizio dopo il digiuno”. Journal of Applied Physiology, Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti, National Institutes of Health.
  5. “Prevalenza della carenza di micronutrienti nei programmi dietetici popolari” Journal Of The International Society of Sports Nutrition, US National Library Of Medicine, National Institutes of Health.
  6. “Dieta mediterranea e prevenzione delle malattie croniche” Nutrition Today, US National Library of Medicine, National Institutes of Health.
  7. “Preservare un muscolo sano durante la perdita di peso” Progressi nella nutrizione, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, National Institutes of Health.
  8. “Il digiuno è sicuro? Una revisione della tabella degli eventi avversi durante il digiuno con sola acqua sotto controllo medico” BMC Complementary and Alternative Medicine, US National Library Of Medicine, National Institutes of Health.

Articoli consigliati

  • Bevi acqua subito prima o dopo i pasti? L’Ayurveda dice che hai sbagliato!
  • Cosa fare e cosa non fare per mangiare sano: 11 consigli per guidarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here