Salsapariglia: benefici, possibili effetti collaterali e ricette

0
9

Se sei cresciuto vedendo “I Puffi”, potresti ricordare di aver visto bacche rosse? Conosciuto come Puffo Bacche nello spettacolo, nel mondo reale, è conosciuto come salsapariglia. Chiamata “Salsepareille” in francese, la pianta della salsapariglia proviene dalla famiglia Smilax. È stato usato dalle persone nel sud-est asiatico per il trattamento della sifilide, della gotta e delle malattie della pelle per migliaia di anni (1). In questo articolo, esamineremo i sette modi in cui la salsapariglia apporta benefici alla tua salute, i suoi possibili effetti collaterali e le precauzioni che devono essere tenute a mente durante il consumo di salsapariglia.

In questo articolo

Cos’è la salsapariglia?

La salsapariglia è una pianta originaria dell’America, soprattutto in regioni come il Sud America, il Messico, la Giamaica, i Caraibi e le Indie occidentali. Mentre i nativi americani hanno usato per secoli la salsapariglia per curare la lebbra, gli esploratori europei hanno portato la radice di salsapariglia in Europa e l’hanno incorporata nel trattamento della sifilide. Conosciuta anche come khao yen, o jupicanga, questa pianta veniva utilizzata in occidente per fare una bevanda chiamata sarsaparilla, che viene mescolata con il sassofrasso ed è il precursore della moderna root beer. Paragonata al gusto di vaniglia e liquirizia, questa pianta dal sapore dolce può essere un’aggiunta perfetta al tuo tè o alla tua soda.

Ora che sai cos’è la salsapariglia, leggiamo i diversi modi in cui la salsapariglia ci avvantaggia a lungo termine.

7 benefici per la salute della salsapariglia

La salsapariglia è stata usata per secoli dagli antichi guaritori per curare diversi disturbi come la sifilide, il raffreddore e l’artrite. Mentre la medicina moderna deve ancora indagare su queste affermazioni, i ricercatori sono stati in grado di studiare alcuni dei benefici della radice di salsapariglia. Vediamo cosa ha da dire la scienza su di loro.

1. Può aiutare a combattere il cancro

È stato condotto uno studio di laboratorio per vedere se l’estratto di salsapariglia fosse efficace nel rallentare la migrazione e l’invasione delle cellule tumorali. I ricercatori hanno scoperto che l’estratto ha avuto successo nell’inibire la migrazione e l’invasione delle cellule tumorali (3).

2. Può aiutare a ridurre la psoriasi

La psoriasi è una malattia caratterizzata da macchie di globuli rossi o bianchi su tutta la pelle. Questi cerotti cellulari causano irritazione e prurito causati dalle cellule Th17 che sono state collegate alla psoriasi (4). È stato condotto uno studio per vedere l’effetto dell’astilbina sulle lesioni cutanee causate dalla psoriasi. L’astilbina è un composto che si trova in piante come la salsapariglia che si dice sia ricco di antiossidanti. Ai topi con lesioni cutanee sono stati somministrati 25/50 mg/kg di astilbina e gli esperti hanno riscontrato un miglioramento delle lesioni (5). Sebbene i risultati siano promettenti, è necessario condurre ulteriori studi sugli esseri umani per consolidare questa affermazione.

3. Può essere un potenziale agente antinfiammatorio e analgesico

La ricerca dice che la salsapariglia potrebbe avere il potenziale per essere un agente antinfiammatorio e analgesico. È stato condotto uno studio per indagare le proprietà antinfiammatorie e analgesiche dell’estratto ottenuto dalla salsapariglia giamaicana. Rispetto alla soluzione salina e all’olio vegetale, l’estratto di salsapariglia ha mostrato una significativa attività antinfiammatoria e analgesica, suggerendo che questa pianta potrebbe diventare un potenziale attore nel moderno trattamento medicinale (6).

4. Può svolgere un ruolo nel trattamento dell’artrite

La salsapariglia è stata utilizzata per secoli in tutte le culture del sud-est asiatico nel trattamento dell’artrite. La scienza moderna ha cercato di trovare prove a sostegno di questa affermazione. Uno studio ha esaminato l’effetto della curcuma, della salsapariglia e della vitamina D nell’agopuntura per il trattamento dell’artrite psoriasica. A un paziente con diagnosi di artrite psoriasica è stata somministrata l’agopuntura con una miscela di curcuma, salsapariglia e vitamina D una volta al giorno. I risultati hanno mostrato una riduzione dei sintomi come edema e rigidità, suggerendo che la salsapariglia può svolgere un ruolo nel trattamento dell’artrite (7).

5. Può fornire protezione contro i danni al fegato

È stato condotto uno studio per vedere l’effetto dell’estratto di etanolo prelevato dalla salsapariglia sui ratti con danni al fegato. Ai ratti sono state somministrate dosi comprese tra 0,5 e 3,0 g/kg e sono stati monitorati per 24 ore. I ricercatori hanno visto che l’estratto ha inibito l’aumento del GPT, un enzima associato al danno epatico, indicando che l’estratto di salsapariglia può fornire protezione contro il danno epatico (8).

6. Può essere un potenziale agente antimicrobico

La ricerca indica che la salsapariglia mostra un’attività antimicrobica essenziale per combattere gli agenti patogeni estranei che entrano nel corpo. È stato condotto uno studio per vedere l’attività antimicrobica della salsapariglia. I risultati hanno suggerito che c’erano 18 composti che mostravano attività antimicrobica contro 6 batteri e un fungo, suggerendo che potrebbe essere usato come agente antimicrobico per il trattamento (9).

7. Può avere proprietà diuretiche

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per dimostrare ciò, studi preliminari hanno dimostrato che la salsapariglia può presentare proprietà diuretiche. Un diuretico è una sostanza che aumenta la produzione di urina nel nostro corpo. È stato condotto uno studio per esaminare l’attività diuretica della salsapariglia su animali da laboratorio. In questo studio, l’estratto di salsapariglia è stato somministrato per via orale per studiare l’attività diuretica sugli animali. L’estratto ha dimostrato una quantità significativa di attività diuretica (10).

Dalla sezione precedente, puoi vedere che ci sono prove crescenti che la salsapariglia ci avvantaggia in vari modi. Esaminiamo ora i possibili effetti collaterali e le allergie della salsapariglia.

Possibili effetti collaterali e allergie della salsapariglia

Varie culture in tutto il mondo usano la salsapariglia da secoli. Esistono prove limitate che suggeriscono possibili effetti collaterali della salsapariglia, anche se dovresti tenere a mente alcune cose prima di consumarla.

  • A causa degli studi che dimostrano che la salsapariglia presenta attività diuretica, si consiglia di evitare di consumarla quando si è disidratati (10).
  • È stato condotto uno studio che suggerisce che la polvere di radice di salsapariglia può causare asma negli ambienti di lavoro (11).

Come puoi vedere, la ricerca indica che il consumo di polvere di radice di salsapariglia può portare a possibili effetti collaterali come l’asma. Dovranno essere condotti ulteriori studi per capire se la salsapariglia produce altri effetti collaterali. Diamo un’occhiata ai vari modi in cui puoi incorporare la salsapariglia nella tua dieta.

Come prendere la salsapariglia?

Poiché il gusto della salsapariglia è stato equiparato a quello della liquirizia e della vaniglia, questa erba dal sapore dolce può essere aggiunta a una tazza di tè calda per darti una bella spinta al mattino. Diamo un’occhiata a una semplice ricetta del tè alla salsapariglia che puoi preparare in casa.

1. Tè alla salsapariglia

Tè alla salsapariglia

ingredienti

  • 1 cucchiaino di radice di salsapariglia sminuzzata
  • 1 tazza di acqua calda
  • 1 cucchiaino di miele

Istruzioni

  1. Portare una casseruola e aggiungere 1 tazza d’acqua e portare a ebollizione.
  2. Tritare e sminuzzare il più finemente possibile i pezzi di radice.
  3. Aggiungi 1 cucchiaino di radice tritata in una teiera.
  4. Versare l’acqua calda sulla radice tritata e mescolare bene.
  5. Lasciarlo in infusione per 15 minuti.
  6. Filtrare il tè in una tazza.
  7. Aggiungi 1 cucchiaino di miele e goditi la tua tazza di tè calda.

Con questa semplice ricetta del tè alla salsapariglia, puoi goderti una bella tazza di tè e sperimentare i diversi modi in cui la salsapariglia ti avvantaggia. Esaminiamo alcune delle precauzioni da tenere a mente prima di consumare la salsapariglia.

Precauzioni da considerare durante l’assunzione di salsapariglia

Mentre l’erba salsapariglia è relativamente sicura per il consumo, ci sono alcune precauzioni che dovresti prendere in considerazione durante l’assunzione di salsapariglia. Sebbene non vi siano ricerche a sostegno di ciò, alte concentrazioni di salsapariglia possono portare a una reazione allergica e disturbi allo stomaco. Si consiglia vivamente di consultare un medico per la giusta dose di consumo di salsapariglia.

Riepilogo

Cos’è la salsapariglia? È un vitigno legnoso con bacche rosse che cresce nelle foreste pluviali del Sud America, del Messico e delle Indie Occidentali che è stato utilizzato in molte culture in tutto il mondo per le sue proprietà medicinali. Ricerche limitate suggeriscono che la salsapariglia può combattere il cancro e può aiutare nel trattamento della psoriasi. Con gli studi iniziali che suggeriscono che la salsapariglia può contribuire allo sviluppo dell’asma, saranno necessari ulteriori studi per esaminare questo aspetto. Con un dolce sapore di vaniglia, rilassati e sorseggia la tua tazza calda di salsapariglia.

FAQ

1. Posso prendere la salsapariglia tutti i giorni?

Attualmente, la ricerca non afferma che sia pericoloso assumere salsapariglia. Si prega di consultare il proprio medico prima di consumare regolarmente salsapariglia.

2. La salsapariglia fa bene alla pressione alta?

Al momento non ci sono prove scientifiche che suggeriscano che la salsapariglia faccia bene alla pressione alta.

3. Come prendi la salsapariglia?

La salsapariglia può essere assunta sotto forma di integratori di salsapariglia e tè alla salsapariglia.

4. Come usare la salsapariglia su base giornaliera?

Puoi usare la salsapariglia per preparare il tè o puoi usarla per preparare la tua salsapariglia soda ogni giorno.

Riferimenti

Gli articoli su StyleCraze sono supportati da informazioni verificate da documenti di ricerca accademici e peer-reviewed, organizzazioni rinomate, istituti di ricerca e associazioni mediche per garantire accuratezza e pertinenza. Leggi la nostra politica editoriale per saperne di più.

  1. L’estratto di salsapariglia (Smilax Glabra Rhizome) inibisce la migrazione e l’invasione delle cellule cancerose sopprimendo la via del TGF-β1https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC4351248/
  2. Cancrohttps://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/cancer
  3. L’estratto di salsapariglia (Smilax Glabra Rhizome) inibisce la crescita delle cellule tumorali mediante l’apoptosi e l’autofagia dell’arresto della fase S tramite la via ERK1 / 2 dipendente da Redoxhttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25732255/
  4. Cellule Th17 nella malattia umanahttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pmc/articles/PMC3299089/
  5. L’astilbina inibisce la differenziazione delle cellule Th17 e migliora le lesioni cutanee simili alla psoriasi indotte da Imiquimod nei topi BALB/c tramite la via di segnalazione Jak3/Stat3https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26784569/
  6. Indagine sugli effetti antinfiammatori e analgesici degli estratti di Smilax Ornata Lem. (Salsapariglia giamaicana) Piantahttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31063818/
  7. Trattamento dell’artrite psoriasica con l’agopuntura curcuma ( Curcuma longa) salsapariglia ( Smilax officinalis) e vitamina D: un caso clinicohttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33362443/
  8. Studi epatoprotettivi e di valutazione della sicurezza su Sarsaparillahttps://www.researchgate.net/publication/232082983_Hepatoprotective_and_Safety_Evaluation_Studies_on_Sarsaparilla
  9. Costituenti chimici dei rizomi di Smilax Glabra e loro attività antimicrobicahttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23698042/
  10. Attività diuretica di alcune frazioni di Smilax Canariensishttps://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22289346/
  11. Asma professionale causata da polvere di radice di salsaparigliahttps://www.jacionline.org/article/S0091-6749(96)70214-2/fulltext

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here