Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Puoi essere allergico al freddo?

Puoi essere allergico al freddo?

0
60

È possibile essere allergici a molti diversi tipi di cose, comprese le basse temperature.

Il termine medico per orticaria che si forma sulla pelle quando è esposto al freddo è l'orticaria fredda (CU). Una grave reazione allergica acuta, chiamata anafilassi, è possibile se si ha CU.

Potresti essere allergico al freddo se noti cambiamenti della pelle o altri sintomi dopo l'esposizione a temperature rigide. Questa condizione può apparire improvvisamente e risolversi nel tempo.

Esistono modi per gestire la condizione. Potresti anche essere in grado di prevenire l'insorgenza dei sintomi.

Continua a leggere per saperne di più sull'orticaria fredda.

Quali sono i sintomi?

I sintomi non letali ma gravi dell'orticaria fredda possono includere:

  • gli alveari, che sono rossi, pruriginosi, sollevano i lividi nel sito di esposizione fredda

  • una sensazione di bruciore sulla pelle colpita mentre il tuo corpo si riscalda
  • gonfiore nel sito di esposizione
  • febbre
  • mal di testa
  • dolori articolari
  • fatica
  • ansia

I sintomi gravi di un'orticaria fredda che richiedono cure mediche immediate possono includere:

  • anafilassi, che è una grave reazione allergica acuta

  • problemi respiratori, come respiro sibilante
  • gonfiore della lingua e della gola
  • palpitazioni
  • un calo della pressione sanguigna
  • svenimenti
  • shock

L'aspetto dei sintomi della CU può variare. È possibile che i sintomi si manifestino quasi immediatamente (da 2 a 5 minuti) dopo l'esposizione a basse temperature. I sintomi possono scomparire in 1-2 ore.

Altre volte, la reazione può iniziare a lungo dopo l'esposizione al freddo, entro poche ore o un paio di giorni, e possono richiedere fino a 2 giorni per scomparire. La condizione può essere ereditata se si verificano sintomi di CU ritardati.

Quali sono le cause dell'orticaria fredda?

La CU può verificarsi per molte ragioni, tra cui:

  • uscire fuori con tempo gelido
  • nuotare o fare il bagno in acqua fredda
  • entrare in uno spazio climatizzato o tenuto a temperature fresche, come un congelatore walk-in

In generale, la temperatura a cui sei esposto deve essere inferiore a 4 ° C per sviluppare i sintomi.

Se hai l'orticaria fredda, l'esposizione a queste basse temperature fa sì che il tuo corpo rilasci istamine, il che provoca i sintomi.

Chi è a rischio?

La CU si sviluppa più spesso negli uomini e nelle donne da giovani adulti.

Circa la metà delle persone che hanno la condizione, col passare del tempo, avrà o un significativo miglioramento dei sintomi o non sperimenterà più CU entro 6 anni.

CU può essere ereditata da un membro della famiglia. Può verificarsi anche in persone senza storia familiare. I sintomi possono anche essere scatenati da una malattia specifica, come ad esempio:

  • una condizione autoimmune
  • un'infezione virale che causa la mononucleosi
  • varicella
  • Epatite virale
  • altre condizioni del sangue

Molto spesso, i sintomi possono apparire apparentemente dal nulla, senza evidente innesco sottostante se non l'esposizione al freddo.

Come viene diagnosticata

Consulta il tuo medico se stai sperimentando quella che sembra essere un'orticaria da freddo con esposizione al freddo per la prima volta.

Ciò consentirà al medico di diagnosticare i sintomi. Ci sono alcune condizioni che hanno sintomi simili. È importante escluderli.

Consultare immediatamente un medico se i sintomi sono gravi.

Durante la visita del medico, sii pronto a discutere i tuoi sintomi e la tua anamnesi. Il medico eseguirà anche un esame fisico.

Possono anche eseguire un test di sfida con cubetti di ghiaccio per osservare la reazione del tuo corpo alle basse temperature.

Durante questo test, il medico applicherà un cubetto di ghiaccio in un sacchetto di plastica sul corpo per alcuni minuti e poi vedrà se si verificano orticaria o altri sintomi.

La tua pelle potrebbe non reagire immediatamente a questo test se hai ereditato la condizione. I sintomi della CU ereditaria possono richiedere almeno 20 o anche 30 minuti per apparire.

Il medico può anche ordinare esami del sangue per determinare o escludere le cause sottostanti dei sintomi.

Quali condizioni possono causare sintomi simili?

È necessaria una diagnosi corretta per CU perché altre condizioni possono causare sintomi simili.

geloni

I geloni sono una condizione vascolare che provoca infiammazione di vasi sanguigni molto piccoli se esposti all'aria fredda. I sintomi possono includere:

  • pelle rossa
  • pizzicore
  • gonfiore

Di solito si risolvono in poche settimane.

La malattia di Raynaud

La malattia di Raynaud colpisce principalmente le dita delle mani e dei piedi. Le persone con questa condizione hanno una costrizione dei vasi sanguigni che provoca un'interruzione del flusso di sangue alle estremità.

I sintomi includono dolore e pallore o arrossamento della pelle nelle aree interessate a seguito di esposizione a basse temperature. I sintomi possono durare minuti o ore.

Malattia dell'agglutinina fredda

Nelle persone con agglutinina fredda, il corpo attacca i suoi globuli rossi in risposta alla loro temperatura del sangue che scende a una temperatura inferiore rispetto alla normale temperatura corporea.

Questa condizione può provocare anemia emolitica. È spesso associato a

  • infezione da polmonite da micoplasma
  • scarlattina
  • infezioni da stafilococco
  • condizioni autoimmuni
  • altre condizioni di salute, tra cui alcuni tumori e infezioni virali

Emoglobinuria fredda parossistica

L'emoglobinuria parossistica fredda è un raro tipo di anemia. Nelle persone con questa condizione, gli anticorpi nel corpo attaccano e uccidono i globuli rossi sani. È considerata una condizione autoimmune.

I sintomi possono includere:

  • urine scolorite o di colore marrone scuro
  • febbre
  • dolore addominale
  • fatica
  • difficoltà a respirare con sforzo fisico
  • pallore

L'emoglobinuria parossistica fredda si verifica più comunemente nei bambini.

Come viene trattata?

Il trattamento si concentrerà sulla riduzione o sulla gestione dei sintomi.

A seconda della gravità della tua condizione, potresti dover gestire la tua condizione prima o dopo l'esposizione al freddo.

I farmaci come gli antistaminici possono prevenire o ridurre al minimo il rilascio di istamine quando esposti al freddo.

La tua condizione potrebbe non rispondere agli antistaminici. Potrebbe richiedere un altro approccio.

Uno studio del 2019 ha scoperto che l'assunzione di 150-300 mg di omalizumab (Xolair) ogni 4 settimane era efficace nel trattamento della CU che non rispondeva agli antistaminici.

Il medico può anche raccomandare altri farmaci per il trattamento della CU, tra cui:

  • corticosteroidi
  • ormoni sintetici
  • antibiotici
  • antagonisti dei leucotrieni
  • altri immunosoppressori

Potrebbe essere necessario trasportare epinefrina iniettabile, ad esempio EpiPen, se si verificano sintomi gravi o potenzialmente letali, come anafilassi, da esposizione a freddo.

Suggerimenti per la prevenzione

Il modo migliore per prevenire l'orticaria da freddo e una possibile reazione allergica al freddo è evitare l'esposizione a basse temperature. Ma questo potrebbe non essere sempre possibile.

Alcuni modi per ridurre la possibilità di sviluppare sintomi includono:

  • Indossa abiti protettivi durante i mesi freddi, come giacche calde, cappelli, guanti e sciarpe. Cerca di esporre la pelle il meno possibile a basse temperature.
  • Prova la temperatura dell'acqua prima di immergerti al suo interno ed evita l'acqua gelida. Se ti piace nuotare nelle piscine, cerca una piscina riscaldata, anche quando fa caldo.
  • Bagno e doccia in acqua calda.
  • Bevi bevande a temperatura ambiente e non contengono ghiaccio.
  • Salta cibi freddi come gelati e altre prelibatezze congelate.
  • Prendi un farmaco di prescrizione, come un antistaminico, prima di essere al freddo se il medico lo consiglia.

Qual è la prospettiva?

Sperimentare una reazione da esposizione al freddo può essere un sintomo di un'allergia. Parlate con il vostro medico su come gestire la CU per evitare sintomi indesiderati in futuro.

La CU può risolversi entro pochi anni. Se la tua condizione non si risolve da sola, parla con il tuo medico.

Possono collaborare con te per creare un piano che ti aiuti a evitare il raffreddore, oltre a sviluppare un piano di trattamento per aiutarti a gestire i sintomi.

I sintomi della CU possono essere pericolosi per la vita, quindi cerca assistenza medica immediata se:

  • ha difficoltà a respirare
  • manifesta altri sintomi gravi

Inoltre, cerca cure mediche immediate per qualcuno che conosci se ha sintomi di CU e manifesta perdita di coscienza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here