Obesità

0
4

Cos’è l’obesità?

L’indice di massa corporea (BMI) è un calcolo che tiene conto del peso e dell’altezza di una persona per misurare le dimensioni del corpo.

Negli adulti, l’obesità è definita come avere un BMI di 30.0 o più, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

L’obesità è associata a un rischio più elevato di malattie gravi, come il diabete di tipo 2, le malattie cardiache e il cancro.

L’obesità è comune. Il CDC stima che 42,4 percento degli americani di età pari o superiore a 20 anni ha avuto l’obesità nel 2017-2018.

Ma il BMI non è tutto. Ha alcune limitazioni come metrica.

Secondo il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie: “Fattori come età, sesso, etnia e massa muscolare possono influenzare la relazione tra BMI e grasso corporeo. Inoltre, l’IMC non distingue tra grasso in eccesso, massa muscolare o massa ossea, né fornisce alcuna indicazione sulla distribuzione del grasso tra gli individui.

Nonostante queste limitazioni, l’IMC continua ad essere ampiamente utilizzato come metodo per misurare le dimensioni del corpo.

Come viene classificata l’obesità?

Il seguente classi sono usati per gli adulti che hanno almeno 20 anni:

BMI Classe
18.5 o meno sottopeso
da 18,5 a peso “normale”
25,0 a sovrappeso
da 30.0 a obesità di classe 1
35,0 a obesità di classe 2
40.0 o più obesità di classe 3 (nota anche come obesità morbosa, estrema o grave)

Cos’è l’obesità infantile?

Affinché un medico possa diagnosticare un bambino di età superiore a 2 anni o un adolescente con obesità, il loro indice di massa corporea deve essere nel 95o percentile per persone della stessa età e sesso biologico:

Gamma percentile di BMI Classe
>5% sottopeso
5% a peso “normale”
85% a sovrappeso
95% o più obesità

Dal 2015 al 2016, 18,5 percento (o circa 13,7 milioni) i giovani americani tra i 2 ei 19 anni sono stati considerati affetti da obesità clinica.

Cosa causa l’obesità?

Mangiare più calorie di quelle che si bruciano nell’attività quotidiana e nell’esercizio fisico, a lungo termine, può portare all’obesità. Nel tempo, queste calorie extra si sommano e causano un aumento di peso.

Ma non si tratta sempre solo di calorie in entrata e in uscita o di uno stile di vita sedentario. Mentre queste sono effettivamente le cause dell’obesità, alcune non possono essere controllate.

Le cause specifiche comuni dell’obesità includono:

  • genetica, che può influenzare il modo in cui il tuo corpo trasforma il cibo in energia e come viene immagazzinato il grasso
  • invecchiare, che può portare a una minore massa muscolare e a un tasso metabolico più lento, rendendo più facile l’aumento di peso

  • non dormire abbastanza, che può portare a cambiamenti ormonali che ti fanno sentire più affamato e bramano determinati cibi ipercalorici

  • gravidanza, poiché il peso guadagnato durante la gravidanza può essere difficile da perdere e potrebbe eventualmente portare all’obesità

Alcune condizioni di salute possono anche portare ad un aumento di peso, che può portare all’obesità. Questi includono:

  • sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), una condizione che causa uno squilibrio degli ormoni riproduttivi femminili

  • Sindrome di Prader-Willi, una rara condizione presente alla nascita che provoca fame eccessiva
  • Sindrome di Cushing, una condizione causata dall’avere alti livelli di cortisolo (l’ormone dello stress) nel sistema

  • ipotiroidismo (tiroide ipoattiva), una condizione in cui la ghiandola tiroide non produce abbastanza di alcuni importanti ormoni hormone

  • osteoartrite (OA) e altre condizioni che causano dolore che possono portare a una ridotta attività

Chi è a rischio di obesità?

Un complesso mix di fattori può aumentare il rischio di obesità di una persona.

Genetica

Alcune persone hanno geni che rendono difficile perdere peso.

Ambiente e comunità

Il tuo ambiente a casa, a scuola e nella tua comunità può influenzare come e cosa mangi e quanto sei attivo.

Potresti essere a maggior rischio di obesità se:

  • vivere in un quartiere con poche opzioni di cibo salutare o con molti opzioni alimentari ipercaloriche, come ristoranti fast-food
  • non ho ancora imparato a cucinare pasti sani
  • non pensare di poterti permettere cibi più sani
  • non ho trovato un buon posto per giocare, passeggiare o fare esercizio nel tuo quartiere

Fattori psicologici e di altro tipo

La depressione a volte può portare ad un aumento di peso, poiché alcune persone possono rivolgersi al cibo per conforto emotivo. Alcuni antidepressivi possono anche aumentare il rischio di aumento di peso.

Smettere di fumare è sempre una buona cosa, ma smettere può anche portare ad un aumento di peso. In alcune persone, può portare a eccessivo aumento di peso. Per questo motivo, è importante concentrarsi sulla dieta e sull’esercizio fisico mentre si smette, almeno dopo il periodo di sospensione iniziale.

Anche i farmaci, come gli steroidi o le pillole anticoncezionali, possono aumentare il rischio di aumento di peso.

Come viene diagnosticata l’obesità?

L’IMC è un calcolo approssimativo del peso di una persona in relazione alla sua altezza.

Altre misure più accurate del grasso corporeo e della distribuzione del grasso corporeo includono:

  • test di spessore della plica cutanea
  • confronti vita-fianchi
  • test di screening, come ultrasuoni, scansioni TC e scansioni MRI

Il medico può anche ordinare alcuni test per aiutare a diagnosticare i rischi per la salute legati all’obesità. Questi possono includere:

  • esami del sangue per esaminare i livelli di colesterolo e glucosio

  • test di funzionalità epatica
  • uno screening per il diabete
  • test della tiroide
  • test cardiaci, come un elettrocardiogramma (ECG o EKG)

Una misurazione del grasso intorno alla vita è anche un buon predittore del rischio di malattie legate all’obesità.

Quali sono le complicazioni dell’obesità?

L’obesità può portare a qualcosa di più del semplice aumento di peso.

Avere un alto rapporto tra grasso corporeo e muscoli mette a dura prova le ossa e gli organi interni. Aumenta anche l’infiammazione nel corpo, che si pensa sia un fattore di rischio per il cancro. L’obesità è anche un importante fattore di rischio per il diabete di tipo 2.

L’obesità è stata collegata a una serie di complicazioni di salute, alcune delle quali possono essere pericolose per la vita se non trattate:

  • diabete di tipo 2
  • cardiopatia
  • alta pressione sanguigna
  • alcuni tipi di cancro (seno, colon ed endometrio)
  • colpo
  • malattia della cistifellea
  • malattia del fegato grasso
  • colesterolo alto
  • apnea notturna e altri problemi respiratori

  • artrite
  • infertilità

Come si cura l’obesità?

Se soffri di obesità e non sei riuscito a perdere peso da solo, è disponibile assistenza medica. Inizia con il tuo medico di base, che potrebbe essere in grado di indirizzarti a uno specialista del peso nella tua zona.

Il tuo medico potrebbe anche voler lavorare con te come parte di una squadra che ti aiuta a perdere peso. Quella squadra potrebbe includere un dietologo, un terapista o altro personale sanitario.

Il medico lavorerà con te per apportare le modifiche necessarie allo stile di vita. A volte, possono raccomandare anche farmaci o interventi chirurgici per la perdita di peso. Ulteriori informazioni sul trattamento per l’obesità.

Quale stile di vita e cambiamenti comportamentali possono aiutare con la perdita di peso?

Il tuo team sanitario può istruirti sulle scelte alimentari e aiutarti a sviluppare un piano alimentare sano che funzioni per te.

Un programma di esercizi strutturato e una maggiore attività quotidiana, fino a 300 minuti a settimana, ti aiuteranno a sviluppare forza, resistenza e metabolismo.

I gruppi di consulenza o di supporto possono anche identificare fattori scatenanti malsani e aiutarti a far fronte a eventuali problemi di ansia, depressione o alimentazione emotiva.

Lo stile di vita e i cambiamenti comportamentali sono i metodi di perdita di peso preferiti dai bambini, a meno che non siano estremamente in sovrappeso.

Quali farmaci sono prescritti per la perdita di peso?

Il medico può anche prescrivere alcuni farmaci per la perdita di peso oltre ai piani alimentari e di esercizio.

I farmaci vengono generalmente prescritti solo se altri metodi di perdita di peso non hanno funzionato e se hai un BMI di 27,0 o più oltre a problemi di salute legati all’obesità.

I farmaci per la perdita di peso prescritti prevengono l’assorbimento dei grassi o sopprimono l’appetito. I seguenti sono approvati per l’uso a lungo termine (almeno 12 settimane) dalla Food and Drug Administration (FDA):

  • fentermina/topiramato (Qsymia)

  • naltrexone/bupropione (Contrave)
  • liraglutide (Saxenda)
  • orlistat (Alli, Xenical), l’unico approvato dalla FDA per l’uso nei bambini dai 12 anni in su

Questi farmaci possono avere effetti collaterali spiacevoli. Ad esempio, l’orlistat può portare a movimenti intestinali oleosi e frequenti, urgenza intestinale e gas.

Il medico ti seguirà da vicino durante l’assunzione di questi farmaci.

Quali sono i vari tipi di chirurgia per la perdita di peso?

La chirurgia per la perdita di peso è comunemente chiamata chirurgia bariatrica.

Questo tipo di chirurgia funziona limitando la quantità di cibo che puoi mangiare comodamente o impedendo al tuo corpo di assorbire cibo e calorie. A volte può fare entrambe le cose.

La chirurgia per la perdita di peso non è una soluzione rapida. È un intervento chirurgico importante e può comportare gravi rischi. In seguito, le persone che si sottopongono a un intervento chirurgico dovranno cambiare il modo in cui mangiano e quanto mangiano, o rischiano di ammalarsi.

Tuttavia, le opzioni non chirurgiche non sono sempre efficaci nell’aiutare le persone con obesità a perdere peso e ridurre il rischio di comorbidità.

I tipi di chirurgia per la perdita di peso includono:

  • Chirurgia di bypass gastrico. In questa procedura, il chirurgo crea una piccola sacca nella parte superiore dello stomaco che si collega direttamente all’intestino tenue. Cibo e liquidi passano attraverso la sacca e nell’intestino, bypassando la maggior parte dello stomaco. È anche noto come intervento chirurgico di bypass gastrico Roux-en-Y (RYGB).
  • Bendaggio gastrico regolabile laparoscopico (LAGB). LAGB separa il tuo stomaco in due tasche usando una fascia.
  • Chirurgia del manicotto gastrico. Questa procedura rimuove parte dello stomaco.
  • Diversione biliopancreatica con switch duodenale. Questa procedura rimuove la maggior parte del tuo stomaco.

Candidati per la chirurgia

Per decenni, gli esperti hanno raccomandato che i candidati adulti per la chirurgia per la perdita di peso abbiano un BMI di almeno 35,0 (classi 2 e 3).

Tuttavia, nelle linee guida del 2018, l’American Society for Metabolic and Bariatric Surgery (ASMBS) ha approvato la chirurgia per la perdita di peso per gli adulti con BMI da 30,0 a 35,0 (classe 1) che:

  • hanno comorbilità correlate, in particolare il diabete di tipo 2
  • non ho visto risultati duraturi da trattamenti non chirurgici, come mangiare e modificare lo stile di vita

Per le persone con obesità di classe 1, la chirurgia è più efficace per le persone di età compresa tra 18 e 65 anni.

Le persone dovranno spesso perdere peso prima di sottoporsi a un intervento chirurgico. Inoltre, normalmente si sottoporranno a consulenza per assicurarsi che siano entrambi emotivamente preparati per l’intervento e disposti ad apportare i necessari cambiamenti nello stile di vita che richiederanno.

Solo pochi centri chirurgici negli Stati Uniti eseguono questo tipo di procedure su bambini di età inferiore a 18 anni.

Come prevenire l’obesità?

C’è stato un drammatico aumento dell’obesità e delle malattie legate all’obesità negli ultimi due decenni. Questo è il motivo per cui le comunità, gli stati e il governo federale stanno ponendo l’accento su scelte e attività alimentari più sane per aiutare a invertire la tendenza sull’obesità.

A livello personale, puoi aiutare a prevenire l’aumento di peso e l’obesità facendo scelte di vita più sane:

  • Punta a un esercizio moderato come camminare, nuotare o andare in bicicletta per 20-30 minuti ogni giorno.

  • Mangia bene scegliendo cibi nutrienti, come frutta, verdura, cereali integrali e proteine ​​magre.

  • Mangia cibi ricchi di grassi e ipercalorici con moderazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here