Morto Abdul Qadeer Khan “padre del programma nucleare pakistano”

0
50

Lo scienziato atomico pakistano è morto dopo essere stato trasferito in ospedale per problemi polmonari.

Lo scienziato nucleare pakistano Abdul Qadeer Khan è stato lodato per aver portato la nazione alla pari con l’arcirivale India [File: Mian Khursheed/Reuters]

Abdul Qadeer Khan, venerato come il padre del programma nucleare pakistano, è morto a 85 anni.

Lo scienziato atomico pakistano, acclamato come un eroe nazionale per aver reso il suo paese la prima potenza nucleare islamica al mondo, ma considerato dall’Occidente come un pericoloso rinnegato responsabile del contrabbando di tecnologia verso stati canaglia, è stato trasferito in ospedale con problemi polmonari, ha detto la PTV statale. .

Khan era stato ricoverato nello stesso ospedale ad agosto dopo aver contratto il coronavirus.

Dopo essere stato autorizzato a tornare a casa diverse settimane fa, è stato trasferito di nuovo dopo che le sue condizioni sono peggiorate.

Il ministro dell’Interno pakistano, lo sceicco Rashid Ahmad, ha dichiarato su Twitter che “è stato convocato un incontro urgente… per finalizzare gli accordi per la cerimonia funebre”.

Il presidente del Pakistan Arif Alvi si è detto “profondamente rattristato nell’apprendere della scomparsa del dottor Abdul Qadeer Khan”, che conosceva personalmente dal 1982.

Khan è stato lodato per aver portato il Pakistan alla pari con l’arcirivale India nel campo atomico e aver reso le sue difese “inespugnabili”.

Ma si è trovato nel mirino internazionale quando è stato accusato di condividere illegalmente la tecnologia nucleare con Iran, Libia e Corea del Nord.

Dopo una confessione alla televisione nazionale, Khan è stato graziato dall’allora presidente Pervez Musharraf ma è rimasto per anni agli arresti domiciliari nella sua sontuosa casa di Islamabad.

Nel 2006 Khan è stato colpito da un cancro alla prostata, ma si è ripreso dopo un intervento chirurgico.

Un tribunale ha posto fine ai suoi arresti domiciliari nel febbraio 2009, ma i movimenti di Khan erano rigorosamente sorvegliati ed era accompagnato dalle autorità ogni volta che lasciava la sua casa a Islamabad.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here