spot_img
More
    spot_img
    HomeMondoMahathir della Malesia nega la corruzione, afferma che la maggior parte dei...

    Mahathir della Malesia nega la corruzione, afferma che la maggior parte dei suoi soldi “ora sono andati”

    -

    Uno statista anziano sfida il primo ministro Anwar Ibrahim a dimostrare di aver utilizzato il tempo in carica per l’arricchimento personale.

    Il primo ministro Mahathir
    L’ex primo ministro malese Mahathir Mohamad ha negato di essere coinvolto in pratiche di corruzione [Lim Huey Teng/Reuters]

    Putrajaya, Malesia – L’ex primo ministro malese Mahathir Mohamad ha negato di essere coinvolto nella corruzione, affermando di aver guadagnato i suoi soldi con il suo stipendio durante la sua decennale carriera politica e che la maggior parte di esso “ora se n’è andata”.

    In un’intervista esclusiva con Al Jazeera, Mahathir, che è sotto indagine da parte dell’agenzia anticorruzione del paese, ha criticato l’attuale primo ministro Anwar Ibrahim per le sue osservazioni che lasciavano intendere che avesse usato il suo tempo in carica per arricchire se stesso e la sua famiglia.

    “Sono curioso perché non ho visto questi soldi e non so dove siano. Se avessi preso i soldi, dillo alla corte come hai fatto tu [Anwar] concludere che avevo preso i soldi”, ha detto Mahathir, 98 anni, che sta portando avanti un’azione di diffamazione da 150 milioni di ringgit (32 milioni di dollari) contro il suo protetto diventato rivale.

    Mahathir, che ha guidato la Malesia dal 1981 al 2003 e di nuovo dal 2018 al 2020, ha detto di essere disposto ad andare in Svizzera con Anwar per cercare banche dove avrebbe potuto nascondere i suoi soldi.

    “Se riusciamo a trovare una banca del genere, ritirerò il 100% del denaro e lo darò ai malesi”, ha detto Mahathir.

    Mahathir ha anche accusato Anwar di prendere di mira i suoi due figli maggiori, Mirzan Mahathir e Mokhzani Mahathir.

    Anwar, che è stato vice di Mahathir negli anni ’90, ha negato di aver preso di mira i rivali politici e ha affermato di non intervenire nel processo legale.

    «Come lui [Anwar] ha dichiarato che aveva fascicoli, scatole, documenti che dimostrano che ho preso dei soldi. Bene, mostra, se hai le scatole, mostrale. Ma fino ad ora non lo ha fatto vedere [the boxes]. Invece ha provato a bypassare [that] e ora sta dando la caccia ai miei figli Mokhzani e Mirzan”, ha detto Mahathir.

    anwar
    Il primo ministro malese Anwar Ibrahim è stato vice di Mahathir negli anni ’90 [Franck Robichon/pool via AFP]

    A gennaio, la Commissione anticorruzione malese (MACC) ha ordinato a Mirzan Mahathir e Mokhzani Mahathir di dichiarare i loro beni come parte delle indagini scaturite dalle fughe di notizie di Pandora e Panama Papers.

    Ad aprile l’agenzia anticorruzione aveva confermato che stava indagando su Mahathir come parte dell’indagine.

    Mahathir ha detto di non trarre alcun beneficio dalle attività commerciali dei suoi figli.

    “Non mi danno soldi dalla loro attività”, ha detto.

    Il leader di lunga data della Malesia ha detto di aver proibito ai suoi figli di fare affari nel paese mentre era in carica perché non voleva essere accusato di nepotismo.

    “Mokhzani è riuscito negli affari solo dopo che mi sono dimesso. Durante il periodo in cui ero primo ministro, non era molto noto per essere un uomo d’affari di successo. Era impiegato presso compagnie petrolifere poiché era stato addestrato in quel campo”, ha detto Mahathir.

    Rivolgendosi alla fonte della sua ricchezza, Mahathir ha affermato di aver guadagnato uno stipendio mensile di 8.000 ringgit (1.700 dollari) quando è diventato primo ministro, salito a 20.000 ringgit (4.240 dollari) quando si è dimesso nel 2020.

    “Per me è stata una somma fantastica… una somma di denaro molto grande”, ha detto Mahathir, aggiungendo che veniva pagato 2.000 ringgit (420 dollari) al mese quando iniziò a lavorare come medico in uno studio privato negli anni ’50.

    Mahathir ha detto che gli sono stati forniti anche dei benefici, tra cui una casa e un’auto, che lo hanno aiutato a trascorrere poco tempo in carica.

    “Hanno pagato la mia bolletta dell’elettricità, dell’acqua… il governo mi dà i trasporti, le auto e gli autisti. Non devo pagare nulla”, ha detto Mahathir.

    “Anche volando, gli aerei erano a mia disposizione. Quindi tutto ciò di cui avevo bisogno in termini di lavoro come primo ministro veniva fornito dal governo e dallo stipendio che ricevevo. L’ho conservato per oltre 29 anni, dall’essere ministro dell’Istruzione al pensionamento come primo ministro”.

    Nel 2018, Mahathir ha dichiarato beni per un valore di 32,35 milioni di ringgit (6,9 milioni di dollari).

    Mahathir ha detto che quando si è dimesso dalla carica di primo ministro nel 2003, ha rifiutato un’offerta del governo per un pezzo di terra gratuito a Putrajaya, una città a circa 25 km (15,5 miglia) a sud di Kuala Lumpur.

    “Ho detto no, non prendo terra libera. Così ho comprato il terreno. Ho pagato 1 milione di ringgit [$212,000] per 5 ettari [2 hectares] di terra. È documentato che non ho preso un solo centesimo dal governo”, ha detto Mahathir.

    MACC
    Ad aprile la Commissione anticorruzione malese ha confermato che stava indagando sull’ex primo ministro malese Mahathir Mohamad [Reuters]

    Mahathir ha detto di aver speso la maggior parte dei suoi soldi dopo la pensione nel tentativo di rimuovere l’allora primo ministro Najib Razak dal potere mentre si svolgeva lo scandalo finanziario multimiliardario di 1MDB.

    L’anziano statista ha contestato le elezioni generali del 2018 sotto la bandiera del Partito indigeno unito malese, da lui fondato dopo aver lasciato il suo veicolo politico di lunga data UMNO, il più grande partito della coalizione allora al governo Barisan Nasional (BN).

    All’età di 92 anni, Mahathir guidò la coalizione di opposizione Pakatan Harapan verso una straordinaria vittoria su BN, che aveva governato il paese del sud-est asiatico ininterrottamente sin dalla sua indipendenza dal Regno Unito nel 1957.

    Mahathir si è dimesso nel 2020 a causa delle tensioni interne al suo governo PH.

    Nel 2022, Anwar è stato eletto primo ministro dopo due premiership di breve durata sotto la bandiera del Perikatan Nasional (PN).

    “Purtroppo, quando ero fuori dal governo e mi occupavo di politica, non ho altra fonte di denaro se non la mia… Ho speso la maggior parte dei soldi in politica”, ha detto.

    “Il mio partito non aveva soldi. Le persone non donano al partito di opposizione”.

    Su Najib, che sta cercando di scontare il resto della sua pena detentiva a sei anni agli arresti domiciliari dopo essere stato condannato per il suo ruolo nello scandalo 1MDB, Mahathir ha detto che l’ex primo ministro non dovrebbe ricevere un trattamento speciale.

    “Stare a casa significa essere liberi. Non esci di casa, ma sei libero. Quando rubi miliardi e vieni trattato molto bene, è un cattivo esempio per i futuri leader”, ha detto Mahathir.

    A febbraio, la commissione per la grazia della Malesia ha dimezzato la pena detentiva di Najib a sei anni e ridotto la sua multa da 210 milioni di ringgit (60 milioni di dollari) a 50 milioni di ringgit (10,7 milioni di dollari).

    “Ridurranno la pena finché non diventerà priva di significato”, ha detto Mahathir.

    «Quando fai questo tipo di concessioni, grazia, dimezza la pena e parli di arresti domiciliari, non stai punindo. Stai trattando quest’uomo che ha rubato miliardi di dollari in modo diverso”.

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts