L’uomo americano che ha simulato la morte per eludere le accuse di stupro trovato vivo nel Regno Unito

0
59

Nicholas Alahverdian, 34 anni, fuggito dagli Stati Uniti per sfuggire all’accusa, è stato arrestato a Glasgow dopo essere stato ricoverato in ospedale con il COVID.

Il fuggitivo, che viveva sotto falso nome Nicholas Alahverdian, è stato arrestato dalla polizia a Glasgow [File: Russell Cheyne/Reuters]

Un uomo del Rhode Island che si ritiene abbia simulato la sua morte ed è fuggito dagli Stati Uniti per sfuggire all’accusa nello Utah e in altri stati è stato arrestato in Scozia dopo essere stato ricoverato in ospedale con COVID-19, hanno detto le autorità.

Nicholas Alahverdian è stato scoperto dopo aver sviluppato un grave caso di coronavirus ed essere stato sottoposto a un ventilatore in un ospedale di Glasgow, ha detto mercoledì al Providence Journal il maggiore della polizia di stato del Rhode Island Robert Creamer.

Alahverdian 34, ricercato dall’Interpol, ora rischia l’estradizione negli Stati Uniti per essere accusato di stupro di primo grado nello Utah nel 2008.

I documenti del tribunale non sigillati giovedì mostrano che Alahverdian ha incontrato una donna di 21 anni su MySpace nel 2008, quando viveva a Orem, nello Utah, e si chiamava Nicholas Rossi, secondo WPRI-TV.

La donna ha detto di aver posto fine alla relazione, ma che Alahverdian le doveva dei soldi, ha promesso di ripagarla e invece l’ha aggredita sessualmente nel suo appartamento.

L’ufficio del procuratore della contea dello Utah, David Leavitt, ha dichiarato mercoledì che le prove del DNA raccolte all’epoca non sono state testate fino al 2017 come parte di uno sforzo statale per testare i kit per stupro arretrati. Le prove dello Utah alla fine sono tornate come una corrispondenza con un caso di violenza sessuale in Ohio.

“Gli investigatori hanno anche appreso che Nicholas Rossi era fuggito dal paese per evitare il processo in Ohio e ha tentato di indurre investigatori e legislatori statali in altri stati a credere che fosse deceduto”, ha affermato l’ufficio di Leavitt in una nota. “Sig. Si scoprì che Rossi viveva sotto falso nome in Scozia.

La polizia di stato del Rhode Island ha anche affermato che è ricercato in quello stato per non essersi registrato come molestatore sessuale, mentre l’FBI ha affermato che è ricercato anche nel suo stato d’origine, l’Ohio, con l’accusa di aver preso carte di credito a nome del padre adottivo e accumulato più di $ 200.000 di debiti.

Non è chiaro se Alahverdian abbia un avvocato; un’e-mail in cerca di commenti è stata inviata all ‘”Alahverdian Family Office”, che nel 2020 aveva inviato un avviso sul suo funerale e sul suo servizio funebre in una chiesa a Providence, nel Rhode Island.

Alahverdian è stato per anni un critico esplicito del Dipartimento per l’infanzia, la gioventù e le famiglie del Rhode Island, testimoniando davanti ai legislatori statali di essere stato abusato sessualmente e torturato mentre era in affido.

Nel 2020, ha detto ai media locali di avere un linfoma non Hodgkin in fase avanzata e di avere settimane di vita, ha riferito il Journal.

Un necrologio pubblicato online affermava che era morto il 29 febbraio 2020, ma l’anno scorso la polizia statale del Rhode Island, l’ex avvocato di Alahverdian e l’ex famiglia adottiva si stavano chiedendo pubblicamente se fosse effettivamente morto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here