L’OMS onora Henrietta Lacks, le cui cellule hanno cambiato la medicina

0
13

Le cellule cancerose di Lacks, una donna di colore, hanno fornito scoperte dalla poliomielite all’HIV, ma sono state prelevate a sua insaputa o senza il suo consenso.

Henrietta Lacks sopravvive attraverso la linea cellulare HeLa, che ha portato a numerose scoperte scientifiche ma è stata presa a sua insaputa o senza il suo consenso [The Lacks Family via AP Photo]

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha onorato Henrietta Lacks, riconoscendo l’eredità rivoluzionaria di una donna di colore le cui cellule cancerose hanno fornito la base per scoperte mediche che hanno cambiato la vita, ma sono state prese senza che lei lo sapesse o il suo consenso.

I ricercatori hanno prelevato tessuti dal corpo di Lacks quando ha cercato un trattamento per il cancro cervicale al Johns Hopkins Hospital di Baltimora negli anni ’50, stabilendo le cosiddette cellule HeLa che sono diventate la prima “linea immortale” di cellule umane a dividersi indefinitamente in un laboratorio.

Nel riconoscere Henrietta Lacks, l’OMS ha affermato di voler affrontare un “errore storico”, osservando che la comunità scientifica globale una volta ha nascosto la sua etnia e la sua vera storia.

“L’OMS riconosce l’importanza di fare i conti con le ingiustizie scientifiche del passato e di promuovere l’equità razziale nella salute e nella scienza”, ha affermato il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus. “È anche un’opportunità per riconoscere le donne, in particolare le donne di colore, che hanno dato contributi incredibili ma spesso invisibili alla scienza medica”.

Henrietta e il marito David Lacks poco dopo il loro trasferimento da Clover, in Virginia, a Baltimora, nel Maryland, all’inizio degli anni ’40 [The Lacks Family via AP Photo]

Lacks morì di cancro al collo dell’utero all’età di soli 31 anni nell’ottobre del 1951 e suo figlio maggiore, Lawrence Lacks di 87 anni, ricevette il premio dall’OMS nella sua sede di Ginevra. Era accompagnato da molti dei suoi nipoti, pronipoti e altri membri della famiglia.

“Siamo commossi nel ricevere questo riconoscimento storico di mia madre, Henrietta Lacks, onorando chi era come una donna straordinaria e l’impatto duraturo delle sue cellule HeLa. I contributi di mia madre, una volta nascosti, ora vengono giustamente onorati per il loro impatto globale”, ha detto Lacks.

“Mia madre è stata una pioniera nella vita, aiutando la sua comunità, aiutando gli altri a vivere una vita migliore e prendendosi cura degli altri. Nella morte continua ad aiutare il mondo. La sua eredità vive in noi e ti ringraziamo per aver pronunciato il suo nome: Henrietta Lacks”.

Tedros ha notato che i neri come Henrietta Lacks hanno subito discriminazioni razziali nell’assistenza sanitaria e il problema è rimasto in molte parti del mondo oggi.

“Henrietta Lacks è stata sfruttata. È una delle tante donne di colore i cui corpi sono stati abusati dalla scienza”, ha detto. “Ha riposto la sua fiducia nel sistema sanitario per poter ricevere cure. Ma il sistema le ha preso qualcosa senza che lei lo sapesse o il suo consenso”.

Vite cambiate

Il capo dell’OMS ha affermato che le donne di colore hanno continuato a essere colpite in modo sproporzionato dal cancro del collo dell’utero e che la pandemia di COVID-19 ha messo in luce le continue disuguaglianze sanitarie che colpiscono le comunità emarginate in tutto il mondo. Gli studi di vari paesi mostrano che le donne nere stanno morendo di cancro alla cervice uterina a un tasso molto più alto delle donne bianche, mentre 19 dei 20 paesi con i maggiori oneri di cancro cervicale si trovano in Africa, ha affermato.

Il vaccino HPV, che protegge da una serie di tumori, compreso il cancro del collo dell’utero, viene ora somministrato regolarmente a molte ragazze in tutto il mondo e ci sono speranze che la malattia possa essere eliminata.

Tuttavia, l’OMS afferma che a partire dal 2020, meno del 25% dei paesi a basso reddito e meno del 30% dei paesi a reddito medio-basso hanno avuto accesso al vaccino HPV come parte dei loro programmi di immunizzazione nazionali, rispetto a più di 85 per cento dei paesi ad alto reddito.

“È inaccettabile che l’accesso al vaccino salvavita HPV possa essere modellato dalla tua razza, etnia o dal luogo in cui sei nato”, ha affermato la dottoressa Princess Nothemba (Nono) Simelala, consulente speciale di Tedros.

“Il vaccino HPV è stato sviluppato utilizzando le cellule di Henrietta Lacks. Sebbene le cellule siano state prelevate senza il suo consenso e senza che lei lo sapesse, ha lasciato un’eredità che potrebbe potenzialmente salvare milioni di vite. Lo dobbiamo a lei e alla sua famiglia per ottenere un accesso equo a questo innovativo vaccino”.

Lacks, che viveva vicino a Baltimora con suo marito e cinque figli, è andata alla Johns Hopkins dopo aver avuto un grave sanguinamento vaginale, dove le è stato diagnosticato un cancro cervicale.

La linea cellulare HeLa è stata sviluppata dal suo tumore e le cellule sono state prodotte in serie, a scopo di lucro, senza riconoscimento per la sua famiglia che ha scoperto solo che erano state utilizzate per la scienza negli anni ’70. La sua vita e la sua eredità sono state documentate nel libro The Immortal Life of Henrietta Lacks di Rebecca Skloot, che è stato successivamente trasformato in un film.

All’inizio di questo mese, la proprietà di Lacks si è mossa per citare in giudizio una società farmaceutica che aveva utilizzato la linea cellulare HeLa. L’azione ha affermato che la società ha fatto una “scelta consapevole” per produrre in serie le cellule e trarre profitto da un “sistema medico razzialmente ingiusto”, ha riferito l’agenzia di stampa Reuters.

Secondo l’OMS, più di 50.000.000 di tonnellate di cellule HeLa sono state distribuite in tutto il mondo da quando sono state prelevate da Lacks.

Le cellule prelevate da Henrietta Lacks hanno fornito la base per il vaccino HPV, che ha rivoluzionato la risposta al cancro del collo dell’utero e ha suscitato speranze che possa essere eliminato [File: Vincent Kessler/Reuters]

Oltre all’HPV, la linea cellulare è stata fondamentale per lo sviluppo del vaccino antipolio e dei farmaci per l’HIV/AIDS, l’emofilia, la leucemia e il morbo di Parkinson. Ha anche portato a scoperte rivoluzionarie nella salute riproduttiva, compresa la fecondazione in vitro, ed è stato utilizzato in migliaia di studi, incluso per COVID-19.

“La lotta per eliminare il cancro alla cervice è parte della più ampia lotta per i diritti umani”, ha affermato il dottor Groesbeck Parham, che ha partecipato al movimento per i diritti civili da adolescente in Alabama ed è ora un esperto clinico per l’iniziativa dell’OMS per l’eliminazione del cancro della cervice uterina.

“Attraverso le sue cellule immortali, la signora Henrietta Lacks ci parla, richiamando anche la nostra attenzione sui milioni di giovani donne e madri nei paesi a basso reddito che continuano a morire di cancro cervicale perché non possono accedere e permettersi di acquistare il salvavita farmaci, tecnologie e procedure mediche che sono prontamente disponibili nei paesi ad alto reddito. Le domande sollevate dallo spirito e dall’eredità della signora Henrietta Lacks sono: ‘Perché esiste questa situazione?’, ‘Quali sono le soluzioni?’ e ‘Quando le metterai in atto?’”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here