spot_img
More
    spot_img
    HomeMondoLe truppe russe non riescono ad avanzare mentre l’Ucraina ottiene aiuti militari...

    Le truppe russe non riescono ad avanzare mentre l’Ucraina ottiene aiuti militari e finanziari

    -

    Le battaglie continuano a Kharkiv mentre il presidente Putin firma un accordo strategico con la Corea del Nord, che include un’alleanza difensiva.

    Un procuratore per crimini di guerra lavora sul luogo di un attacco di droni russi alla periferia di Lviv, nell’Ucraina occidentale, il 19 giugno 2024 [Roman Baluk/Reuters]

    Ucraina e Russia hanno perseguito accordi militari internazionali poiché le loro forze sono rimaste in gran parte in stallo durante la scorsa settimana.

    La Russia non è stata in grado di fare progressi nell’Ucraina orientale e ha persino perso terreno nella sua ultima incursione nella regione settentrionale di Kharkiv, progettata per distrarre i difensori ucraini.

    Martedì, le truppe ucraine hanno riconquistato le posizioni a sud-ovest di Vovchansk, il polo principale dell’incursione russa a Kharkiv, e, secondo quanto riferito, hanno riconquistato l’insediamento di Tykhe, a ovest di Vovchansk.

    Mercoledì, il colonnello Yuriy Povkh, portavoce delle forze ucraine di Kharkiv, ha detto che “dozzine” di soldati russi sono stati bloccati nel centro di Vovchansk. Altri rapporti stimano il numero dei soldati russi a 200.

    Il 13 giugno, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha dichiarato di aver firmato accordi di sicurezza decennali con il Giappone e gli Stati Uniti al vertice del G7 in Puglia, in Italia. L’accordo con il Giappone fornirebbe all’Ucraina 4,5 miliardi di dollari in aiuti militari, umanitari e finanziari solo quest’anno, ha affermato.

    INTERACTIVE-CHI CONTROLLA COSA IN UCRAINA-1718789644
    (Al Jazeera)

    Il valore dell’accordo di difesa con gli Stati Uniti per i prossimi 10 anni non è stato dichiarato.

    La Casa Bianca ha affermato che “sosterrà l’intera gamma delle attuali esigenze difensive dell’Ucraina ora e nel lungo termine, aiutando l’Ucraina a vincere la guerra”.

    Il Congresso degli Stati Uniti ha approvato quest’anno 61 miliardi di dollari in aiuti militari per l’Ucraina, e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che dovrà affrontare le elezioni a novembre, avrebbe cercato di costringere qualsiasi futura amministrazione a mantenere l’aiuto per l’Ucraina. L’accordo del G7 è stato stipulato dall’esecutivo, non è un trattato ratificato e potrebbe essere abrogato da un futuro presidente.

    Sebbene l’Ucraina abbia firmato accordi con 15 paesi e abbia circa altri 15 accordi simili in fase di negoziazione, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che l’alleanza sta valutando la possibilità di rendere obbligatori gli aiuti a Kiev per garantire che rimanga “affidabile e su larga scala”.

    La natura di tale salvaguardia sarebbe quella di proteggere l’Ucraina dai cambiamenti di governo e tenere a freno i paesi anomali dell’alleanza come l’Ungheria, che ha rifiutato di fornire aiuti militari alle forze di Kiev.

    Il 24 maggio il premier Viktor Orban ha affermato che l’Ungheria “sta lavorando intensamente per capire come evitare di partecipare [a NATO-Russia] guerra pur rimanendo membro della NATO”, secondo l’agenzia di stampa statale russa Tass. “I nostri avvocati e i nostri militari stanno attualmente lavorando su questo.”

    Nel frattempo, mercoledì il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un accordo di partenariato strategico globale con il leader nordcoreano Kim Jong Un, che, ha affermato, include “l’assistenza reciproca in caso di aggressione”.

    Putin, che ha visitato Pyongyang per firmare l’accordo, ha affermato di “non escludere lo sviluppo di una cooperazione tecnico-militare” con la Corea del Nord.

    Durante la sua visita in Russia a settembre, Kim aveva espresso interesse per la tecnologia dei missili balistici e voleva l’aiuto russo nel lancio dei satelliti.

    Il portavoce americano per la sicurezza nazionale John Kirby ha detto che Washington è allarmata dalla più stretta cooperazione russo-nordcoreana.

    INTERATTIVO-CHI CONTROLLA COSA NELL'UCRAINA ORIENTALE copy-1718789631
    (Al Jazeera)

    Sono state annunciate anche altre forme di assistenza all’Ucraina.

    Il vertice del G7 ha promesso di aprire nuove strade agli aiuti all’Ucraina fornendo quest’anno 50 miliardi di dollari sotto forma di prestito statunitense. Il prestito sarebbe garantito dagli interessi maturati su 300 miliardi di dollari di beni russi congelati sui territori degli alleati dell’Ucraina, principalmente l’Unione Europea.

    Il mese scorso, l’UE ha annunciato che avrebbe inviato all’Ucraina circa 3 miliardi di dollari all’anno in interessi guadagnati dalle attività russe sul suo territorio. Non è stato immediatamente chiaro se questa somma sarebbe stata ora incorporata nel prestito statunitense. La Russia ha avvertito che ricambierà qualsiasi confisca diretta dei suoi beni sul suolo occidentale.

    Gli Stati Uniti hanno inoltre annunciato nuove sanzioni contro 300 individui ed entità in Russia e Cina nel tentativo di colmare le lacune attorno alle misure esistenti. Le sanzioni includevano le banche russe Sberbank, VTB Bank e Tochka Bank e il conglomerato russo della difesa Rostec.

    Mikhail Zvinchuk, fondatore di un canale associato al Cremlino sulla piattaforma Telegram, ha dichiarato al nuovo servizio bosniaco BanjaLuka.net che le sanzioni stanno avendo un effetto sull’industria della difesa e sull’economia di guerra russa.

    INTERACTIVE-CHI CONTROLLA COSA NEL SUD DELL'UCRAINA-1718789637
    (Al Jazeera)

    Gli alleati e i paesi neutrali dell’Ucraina si sono riuniti lo scorso fine settimana a Burgenstock, in Svizzera, in una prima conferenza internazionale di pace tenutasi per la guerra in Ucraina.

    Più di 80 paesi hanno convenuto che la minaccia dell’uso di armi nucleari e la trasformazione del cibo in armi – entrambe accusate dalla Russia – erano inaccettabili. Russia e Cina non hanno partecipato ai colloqui, ma Mosca ha precedentemente affermato di respingere i termini di pace di Zelenskyj, compreso il completo ritiro russo dai territori occupati.

    L’Ucraina ha continuato a colpire gli impianti energetici russi durante la settimana, una politica iniziata a gennaio.

    I filmati geolocalizzati hanno mostrato un terminal petrolifero russo ad Azov in fiamme lunedì e martedì. L’Ucraina ha anche colpito un impianto petrolifero a Chushka.

    All’Ucraina non è stato permesso di utilizzare i sistemi missilistici tattici dell’esercito americano (ATACMS) contro obiettivi in ​​Russia, tranne che nelle aree immediatamente a nord di Kharkiv, dove la nuova incursione è stata lanciata il 10 maggio. Biden ha riaffermato questa politica la scorsa settimana.

    La regione di Kharkiv si trova al confine con la Russia e la sua capitale, chiamata anche Kharkiv, è a 30 km (20 miglia) dal confine.

    L’Ucraina ha utilizzato droni di propria produzione e la settimana scorsa ha dichiarato di aver utilizzato anche i propri missili Neptune sul suolo russo per colpire l’impianto petrolifero di Chushka, a est della Crimea, e nella vicina Kavkaz il 31 maggio.

    L’Ucraina ha utilizzato i missili Neptune per affondare la portaerei russa Moskva nell’aprile 2022.

    L’Ucraina ha anche chiarito di aver danneggiato due caccia Sukhoi-57 in un attacco a più di 500 km (311 miglia) dalla linea del fronte questo mese, non uno come inizialmente riportato.

    Gli attacchi dell’Ucraina hanno avuto particolare successo contro i sistemi di difesa aerea in Crimea, dove secondo l’intelligence militare ucraina ha distrutto 15 sistemi, tre dei quali nelle ultime due settimane.

    Kyril Budanov, capo dell’intelligence, ha detto che la Russia ha ora fatto ricorso allo stazionamento di un sistema sperimentale S-500 lì.

    INTERATTIVO Rifugiati ucraini-1718789625
    (Al Jazeera)

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts