Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi L'ansia ha preso il sopravvento sulla mia prima gravidanza, ma non deve...

L'ansia ha preso il sopravvento sulla mia prima gravidanza, ma non deve essere così

0
57

Una mamma di due figli condivide il modo in cui le gravidanze possono sentirsi drammaticamente diverse – a seconda della tua mentalità.

Fissai le due linee rosa come se stessi cercando di decodificare un messaggio nascosto. Sognavo di essere incinta da quando ero all'asilo, ma mi sembrava impossibile capire che si era avverato.

Questa è stata una gravidanza molto desiderata. Stavamo attivamente cercando un bambino quando ho concepito. Ma invece di saltare di gioia, mi sono seduto ad esaminare il test, esaminandolo con precisione. Questa è stata la mia prima indicazione che l'ansia avrebbe colorato la mia esperienza di gravidanza.

Quando ho detto ai miei genitori che ero incinta, l'ho qualificato rapidamente. "Sono incinta, ma non mi emoziono ancora troppo. Il mio PCOS mi espone a un rischio maggiore di aborto spontaneo. ”Avevo paura di sentirmi felice, come se ciò potesse compromettere la gravidanza.

Ho vissuto con ansia e disturbo ossessivo compulsivo fin dall'infanzia, entrambi i quali paradossalmente tendono ad aumentare quando mi succedono cose buone. La gravidanza era il mio più grande desiderio, ed ero terrorizzato ad ammettere che si stava avverando per paura che potesse essere preso da me.

In attesa che qualcosa vada storto

Ho preso ogni precauzione di gravidanza come gravemente grave. La mia PCOS (sindrome dell'ovaio policistico) mi espone a un rischio maggiore di sviluppare il diabete gestazionale, quindi ho tagliato tutto lo zucchero e il cibo spazzatura dalla mia dieta. Ho mangiato così ossessivamente sano che subito dopo la nascita del mio bambino, ho pesato 15 chili in meno rispetto a quando ero incinta.

Ho fatto docce tiepide in modo da non surriscaldare il bambino. Ho chiesto alle persone del negozio secondario di usare un nuovo coltello per affettare il mio sub vegetariano in caso di residui di carne sul primo. Ho chiamato la hotline della gravidanza per chiedere se le candele profumate potessero ferire il mio bambino, e poi non ne ho ancora acceso uno dopo avermi detto che era assolutamente sicuro farlo.

Se passassi più di 2 ore senza acqua, ero sicuro che mi sarei disidratato e avrei rischiato il travaglio precoce. Temevo che saltare un pasto o uno spuntino o una vitamina prenatale avrebbe impedito al mio bambino di assumere abbastanza nutrienti. Una volta mi sono svegliato sdraiato sulla schiena e sono stato preso dal panico per aver tagliato l'ossigeno al mio bambino. Ho anche smesso di accarezzare il mio gatto nel caso in cui l'avvertimento per le donne incinte di non pulire le lettiere fosse esteso al gatto stesso.

Ho lasciato il mio lavoro e ho trascorso le mie giornate ossessionandomi: "È normale?" Ho vissuto in comunità di gravidanza online, assicurandomi di essere completamente aggiornato su tutte le informazioni e di seguirle esplicitamente. Qualche fica nel mio corpo mi mandava a mandare messaggi a tutti quelli che conoscevo e che erano mai stati incinta per chiedermi se avrei dovuto preoccuparmi.

La mia gravidanza avrebbe dovuto essere facile. Non ho avuto la nausea mattutina. Non ero a disagio, nemmeno nelle ultime settimane. Fisicamente mi sono sentito benissimo. Obiettivamente, la mia gravidanza è stata un gioco da ragazzi. Perfino il mio dottore mi disse che la gravidanza era d'accordo con il mio corpo e che stavo avendo una gravidanza migliore della maggior parte.

Ma non riuscivo ancora a godermelo. Più precisamente, mi sono rifiutato di divertirmi.

Mi sono rifiutato di acquistare qualsiasi cosa per il bambino o consentire regali a chiunque, fino a quando non sono passate le 30 settimane. Mi sono rifiutato di farmi una doccia prima che nascesse il bambino per lo stesso motivo. Non potevo permettermi di riconoscere che questo bambino stava arrivando e sarebbe andato tutto bene. Non potevo rilassarmi.

Alla fine è successo

Due giorni prima della mia data di scadenza, ho dato alla luce un bambino di 8 chili assolutamente sano. Fu solo dopo che fu qui e al sicuro che mi resi conto che l'ansia mi aveva derubato dal godermi il miracolo della mia gravidanza.

Avrei voluto farmi una doccia per bambini. Avrei voluto passare meno tempo ossessionato dalle precauzioni e più tempo godendomi la pancia in crescita. Volevo tornare indietro nel tempo e rassicurarmi che tutto sarebbe andato bene e che sarebbe stato bello essere felici.

Quando ho scoperto di essere di nuovo incinta 4 anni dopo, tutto era diverso.

Mangiavo ancora in modo sano, evitavo di pranzare carne e formaggio a pasta molle e prendevo le normali precauzioni – ma se volevo una ciambella occasionale, ne mangiavo una. Ho lavorato fino al termine del mio mandato e mi sono occupato di quasi tutte le attività che ho fatto prima di rimanere incinta. Sapevo che piccole e stranezze qua e là erano normali durante la gravidanza e non mi lasciavano prendere dal panico.

Non farò finta di non aver ancora sentito un aumento dell'ansia con la mia seconda gravidanza. Mi preoccupavo ancora, spesso ossessivamente. Ma nonostante la mia ansia, mi sono permesso di godermi la gravidanza.

Non ho aspettato fino a dopo 20 settimane per dire alla gente. L'ho annunciato con orgoglio subito dopo la nostra ecografia di 12 settimane e ne ho parlato con gioia e regolarmente. Ho adorato essere incinta e ripenso alla mia seconda gravidanza. Ho dato alla luce un altro bambino sano di 8 chili.

La mia seconda gravidanza mi ha insegnato che è possibile avere un disturbo d'ansia e continuare a godere della gravidanza. Mentre un po 'di ansia è normale durante la gravidanza – è una grande cosa che accade all'interno del tuo corpo! – una preoccupazione ossessiva al punto da essere invadente o impedirti di goderti la gravidanza è un problema.

Se ti trovi in ​​relazione alla mia prima gravidanza, ti preghiamo di parlare con il tuo medico. Non sei solo in questa esperienza e il tuo medico può aiutarti a trovare strategie per gestire l'ansia che sono sicure per la gravidanza.

Gestire l'ansia da gravidanza

Se ti preoccupi di qualcosa che non è un'emergenza, scrivilo. Tenere un elenco di domande da porre al medico o all'ostetrica al prossimo appuntamento, quindi lasciarlo andare. Prima del tuo prossimo appuntamento, guarda l'elenco e vedi se sei ancora preoccupato per queste cose, e in tal caso, chiedile. Ti prometto che dottori e ostetriche sono abituati a sentire tutte le preoccupazioni legate alla gravidanza nel libro. Sono abbastanza sicuro di averlo chiesto personalmente a tutti.

Cerca di ricordare a te stesso che va bene godersi questo momento della tua vita. Che tu sia felice o no non ha alcuna influenza sull'esito della gravidanza. Negare a te stesso la gioia della gravidanza non significa migliorare la gravidanza e viceversa. Questo è difficile perché l'ansia è spesso irrazionale. Ma se puoi rassicurarti su questo, farà una grande differenza.

Fidati dell'istinto. Se qualcosa non va, non è necessario respingerlo solo come ansia. Valuta se è qualcosa che dovrebbe essere affrontato immediatamente. Se ritieni che debba essere affrontato ora, come mancanza di movimento fetale o qualsiasi altra cosa che non ti sembri giusta, chiama il medico o l'ostetrica o vai in ospedale per controllare. Va bene rilassare la mente, anche se ti senti paranoico. Ma una volta che sai che va tutto bene, prova a tornare a concentrarti su ciò che ami della gravidanza.

La gravidanza può essere un'esperienza straordinaria, anche quando hai l'ansia. Mentre l'ansia può offuscare un po 'di quella luminosità della gravidanza, è assolutamente possibile provare contemporaneamente ansia ed eccitazione per la vita che cresce dentro di te.


Heather M. Jones è una scrittrice a Toronto. Scrive su genitorialità, disabilità, immagine del corpo, salute mentale e giustizia sociale. Altre sue opere sono disponibili sul suo sito web.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here