La spezia curcuma e il suo principio attivo, la curcumina, hanno numerosi benefici per la salute, inclusa la capacità di aumentare il numero delle piastrine nel sangue. Ma ci sono precauzioni di cui essere consapevoli.

Grandi vasetti di spezie: cardamomo e curcuma
Aleksandr Zubkov/Getty Images

Le piastrine fanno parte del sangue e vengono prodotte nel midollo osseo. Gestiscono il sanguinamento nel corpo aiutando a formare coaguli e prevenendo un sanguinamento eccessivo. Avere troppo poche piastrine può ridurre la capacità del corpo di coagulare correttamente il sangue.

La curcuma, una spezia e un integratore alimentare, può aiutare ad aumentare il numero delle piastrine e ridurre il rischio di pericolosi coaguli di sangue.

Questo articolo esamina come la curcuma può influenzare i livelli di piastrine nel sangue e discute alcune precauzioni di cui essere a conoscenza.

Cos’è la curcuma?

La curcuma è una spezia legata allo zenzero. È un ingrediente importante nel curry in polvere: infatti, la curcuma è ciò che dà al curry il suo colore giallo. La curcuma è stata a lungo usato in Ayurveda e altri metodi di guarigione per aiutare con:

  • disturbi della pelle
  • problemi alle vie respiratorie superiori
  • problemi articolari
  • condizioni digestive

Il principio attivo della curcuma è la curcumina, che si è scoperto ne contiene molti benefici alla saluteCompreso:

  • proprietà antinfiammatorie
  • capacità antiossidanti
  • una possibile diminuzione del rischio di malattie cerebrali e di declino della funzione cerebrale legato all’età
  • il potenziale per contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache
  • il potenziale di aumento della conta piastrinica

Come spezia, la curcuma da sola non ha una concentrazione di curcumina sufficientemente elevata da offrire benefici significativi per la salute. Gli estratti o gli integratori di curcuma possono essere utili se stai cercando di sfruttare i benefici medicinali.

In che modo la curcuma influisce sui livelli piastrinici?

Il principale ingrediente attivo della curcuma, la curcumina, è un noto agente antinfiammatorio ed è stato dimostrato di aumentare la conta piastrinica. Lo fa impedendo alle piastrine di aggregarsi, prevenendo così dannosi coaguli di sangue.

La curcuma è generalmente considerata sicura se usata con moderazione. Gli effetti collaterali non sono comuni ma possono includere:

  • diarrea
  • nausea
  • stomaco sottosopra
  • reazioni allergiche

La curcuma può interagire con alcuni farmaci. Se stai assumendo farmaci per fluidificare il sangue, come l’aspirina o il warfarin, parla con un operatore sanitario prima di integrare la curcuma. Se assumi la curcuma con anticoagulanti, l’effetto di aumentare la conta piastrinica e diminuire l’aggregazione o l’adesione delle piastrine alle pareti dei vasi sanguigni potrebbe portare a sanguinamento.

Quali altri integratori stimolano la crescita delle piastrine?

La curcuma non è l’unico integratore che può aumentare il numero delle piastrine nel sangue. Gli alimenti ricchi di acido folico e vitamina B12 possono anche aumentare il numero delle piastrine. Il folato si trova nelle verdure a foglia scura, nei legumi e nella frutta fresca. Puoi ottenere la vitamina B12 da alimenti di origine animale come fegato di manzo e uova.

I seguenti integratori possono anche stimolare la crescita delle piastrine:

  • estratto di foglie di papaia
  • ferro
  • vitamina C
  • melatonina

È importante consultare un operatore sanitario prima di iniziare un nuovo integratore perché alcuni integratori potrebbero interagire con i farmaci o peggiorare le condizioni di salute esistenti.

Qual è il modo più veloce per aumentare i livelli delle piastrine?

Sebbene sia possibile che la curcuma aumenti i livelli piastrinici, potresti aver bisogno di farmaci come il seguente per accelerare il processo:

  • Corticosteroidi: Questa categoria di farmaci rappresenta spesso il trattamento di prima linea. Include farmaci come prednisolone e desametasone.
  • Immunosoppressori: Utilizzati quando i corticosteroidi non funzionano, questi farmaci impediscono al sistema immunitario di distruggere le piastrine esistenti.
  • Immunoglobulina anti-D: I medici usano questo farmaco per aumentare la conta piastrinica nelle persone con trombocitopenia immune.
  • Immunoglobulina endovenosa (IVIG): Questo trattamento viene utilizzato per aumentare le piastrine e trattare il sanguinamento significativo nella trombocitopenia immune.
  • Rituximab: Questo farmaco da prescrizione è un trattamento anticorpale. Potrebbe aumentare il rischio di infezione.

Tutti questi farmaci possono potenzialmente aumentare la conta piastrinica, a seconda della causa della conta piastrinica bassa.

Tuttavia, sebbene i farmaci presenti in questo elenco possano essere utilizzati nella trombocitopenia immunitaria, potrebbero non essere utili per altre cause di piastrine basse, come la trombocitopenia indotta da farmaci e la sepsi.

Inoltre, molti di questi farmaci hanno effetti collaterali noti, incluso un aumento del rischio di coaguli di sangue. Parla con un operatore sanitario prima di iniziare qualsiasi piano di trattamento.

Chi ha bisogno di aumentare i propri livelli piastrinici?

Un basso numero di piastrine (trombocitopenia) può avere diverse cause, tra cui varie condizioni di salute. Le seguenti condizioni mediche può risultare in un basso numero di piastrine:

  • Condizioni autoimmuni: Alcune malattie autoimmuni croniche, come il lupus, l’artrite reumatoide e la trombocitopenia immunitaria, possono indurre il corpo ad attaccare le piastrine.
  • Cancro: I tumori del sangue come la leucemia e il linfoma possono danneggiare il midollo osseo e distruggere le cellule staminali. Anche i trattamenti con radiazioni e chemioterapia possono danneggiare queste cellule.
  • Anemia aplastica: Questa rara ma grave malattia del sangue si sviluppa quando il midollo osseo smette di produrre un numero sufficiente di nuove cellule del sangue.
  • Condizioni di coagulazione: Qualsiasi condizione che causa coaguli di sangue, come la porpora trombotica trombocitopenica o la coagulazione intravascolare disseminata, può consumare tutte le piastrine, determinando un basso numero di piastrine.
  • Milza ingrossata: Quando la milza è ingrossata, può rimuovere o immagazzinare troppe piastrine nel sangue.
  • Infezioni: Le infezioni batteriche e virali possono causare una diminuzione a breve termine della conta piastrinica.
  • Gravidanza: Occasionalmente, durante la gravidanza possono verificarsi piastrine basse, soprattutto in prossimità del parto.
  • Chirurgia: Alcune apparecchiature chirurgiche utilizzate per le trasfusioni di sangue o per gli interventi di bypass possono distruggere le piastrine.

Categorie e intervalli di conta piastrinica

La tabella seguente mostra le categorie e gli intervalli di conta piastrinica bassa, normale e alta.

Categoria di conta piastrinica Intervallo di conta piastrinica (per millilitro di sangue)
basso numero di piastrine meno di 150.000
conta piastrinica normale 150.000–450.000
conteggio piastrinico elevato più di 450.000

La curcuma è una spezia che è un ingrediente comune nel curry in polvere. Come integratore, il suo principio attivo, la curcumina, ha diversi usi medicinali, incluso il potenziale di aumentare i livelli di piastrine nel sangue.

Le piastrine nel sangue aiutano il corpo a formare coaguli e a gestire il sanguinamento. Molte condizioni di salute possono portare a un basso numero di piastrine. Anche se in alcuni casi i farmaci possono essere necessari, gli integratori di curcuma possono svolgere un ruolo importante se è necessario aumentare il numero delle piastrine.