Invasione russa dell’Ucraina: elenco degli eventi chiave, giorno 38

0
45

Mentre la guerra Russia-Ucraina entra nel suo 38° giorno, diamo uno sguardo ai principali sviluppi.

Soldati ucraini cavalcano un carro armato attraverso la città di Trostsyanets, a circa 400 km (250 miglia) a est della capitale Kiev, Ucraina [Efrem Lukatsky/AP]

Ecco gli eventi chiave fino ad ora di sabato 2 aprile. Ricevi gli ultimi aggiornamenti qui.

Evacuazione Mariupol

  • I residenti in fuga dalla regione assediata intorno alla città portuale meridionale di Mariupol hanno preso un convoglio di autobus e auto private per raggiungere Zaporizhzhia, controllata dall’Ucraina.
  • La flotta è arrivata quando il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha detto che più di 3.000 persone sono state salvate da Mariupol, anche se non è stato immediatamente chiaro se si riferisse ai passeggeri dell’autobus.
  • La Croce Rossa ha affermato che il proprio sforzo di salvataggio di Mariupol è stato costretto a tornare indietro dopo che “accordi e condizioni hanno reso impossibile procedere”, ma ha aggiunto che la sua squadra proverà di nuovo sabato.
  • Sabato sono previsti sette corridoi umanitari per evacuare le persone dalle regioni assediate dell’Ucraina, ha affermato il vice primo ministro ucraino Iryna Vereshchuk. I corridoi previsti includono uno per le persone che evacuano con il trasporto privato dalla città di Mariupol e in autobus per i residenti di Mariupol fuori dalla città di Berdyansk, ha aggiunto Vereshchuk.

Ucraina accusata di attacco russo

  • Secondo il governatore locale, elicotteri ucraini hanno effettuato un attacco contro un deposito di carburante nella città russa di Belgorod, a circa 40 km (25 miglia) dal confine.
  • Vyacheslav Gladkov ha detto su Telegram che l’attacco aereo è stato “effettuato da due elicotteri dell’esercito ucraino, che sono entrati nel territorio russo a bassa quota”. L’Ucraina non confermerebbe né smentirebbe l’attacco.
    INTERATTIVO Russia Ucraina Guerra Chi controlla cosa Giorno 38
    (Al Jazeera)

Riprendono i colloqui di pace

  • I colloqui di pace tra funzionari ucraini e russi sono ripresi in videoconferenza, ma Mosca ha avvertito che l’attacco in elicottero avrebbe ostacolato i negoziati.
  • Il capo negoziatore di Mosca Vladimir Medinsky ha dichiarato su Telegram: “Le nostre posizioni su Crimea e Donbas non sono cambiate”.

Funzionario delle Nazioni Unite in visita a Mosca, Kiev

  • Un alto funzionario delle Nazioni Unite dovrebbe volare a Mosca domenica, e poi a Kiev per cercare di ottenere un “cessate il fuoco umanitario” in Ucraina, ha affermato il capo dell’organismo Antonio Guterres.
  • Sia la Russia che l’Ucraina hanno concordato di incontrare Martin Griffiths, sottosegretario generale per gli affari umanitari, ha affermato Guterres.

Economia

  • L’economia ucraina potrebbe ridursi del 40% quest’anno a causa dell’invasione militare russa, ha affermato il ministero dell’Economia del paese in una nota, citando stime preliminari.

Guadagnando terreno

  • Le forze ucraine continuano ad avanzare contro il ritiro delle forze russe nelle vicinanze di Kiev, ha detto l’intelligence militare britannica.
  • Secondo quanto riferito dal ministero della Difesa britannico in un regolare bollettino, le forze russe si sarebbero anche ritirate dall’aeroporto di Hostomel vicino alla capitale, oggetto di combattimenti sin dal primo giorno del conflitto. Al Jazeera non è stato in grado di verificare in modo indipendente le affermazioni.

Punti di riferimento danneggiati

  • L’agenzia culturale delle Nazioni Unite, l’UNESCO, ha affermato di aver confermato che almeno 53 siti storici, edifici religiosi e musei ucraini hanno subito danni durante l’invasione russa del Paese.

Rifugiati

  • Il numero di rifugiati ucraini in fuga dalla guerra russa nel loro paese ha superato i 4,1 milioni, affermano le Nazioni Unite.