Il tribunale ordina ai Paesi Bassi di sospendere la consegna di parti di aerei da combattimento a Israele

0
15

La corte ha rilevato il chiaro rischio che le parti vengano utilizzate in “gravi violazioni del diritto internazionale umanitario”.

Avvocati dello Stato Erik Koppe e Reimer Veldhuis
Gli avvocati dello Stato olandese non sono riusciti a convincere la corte dell’Aia, Paesi Bassi, 12 febbraio 2024 [Reuters]

Un tribunale olandese ha ordinato al governo di sospendere la consegna di parti per gli aerei da combattimento F-35 utilizzati da Israele nel bombardamento della Striscia di Gaza.

Il verdetto, emesso lunedì da una corte d’appello, afferma che esiste un “chiaro rischio” che le parti esportate dai Paesi Bassi vengano utilizzate in “gravi violazioni del diritto umanitario internazionale”.

La corte ha affermato che è probabile che Israele stia utilizzando i suoi F-35 negli attacchi a Gaza, che stanno causando vittime civili inaccettabili. Ha respinto l’argomentazione dello Stato olandese secondo cui non era necessario effettuare un nuovo controllo sul permesso per le esportazioni.

Tuttavia, in risposta alla sentenza di lunedì, il governo olandese ha detto che farà appello alla Corte Suprema, sostenendo che le parti relative alle armi sono cruciali per la capacità di Israele di proteggersi dalle “minacce nella regione, ad esempio da Iran, Yemen, Siria e Libano”.

La sentenza fa seguito a un appello di Amnesty International e Oxfam contro una decisione di un tribunale di grado inferiore dello scorso anno che respingeva la loro tesi secondo cui la fornitura dei componenti avrebbe contribuito a presunto “contribuire a gravi e su larga scala violazioni del diritto umanitario da parte di Israele a Gaza”.

Le organizzazioni per i diritti umani hanno accusato il governo di essere complice di crimini di guerra mantenendo le consegne.

A dicembre, un tribunale ha archiviato il caso. Ha affermato che il governo ha un ampio grado di libertà nel valutare le questioni politiche sulle esportazioni di armi.

I manifestanti tengono le bandiere durante una protesta fuori dal tribunale,
I manifestanti sventolano bandiere durante una protesta fuori dal tribunale, nel mezzo di un caso di gruppi per i diritti umani che cercano di impedire al governo olandese di esportare parti di F-35 in Israele, L’Aia, Paesi Bassi, 12 febbraio 2024 [Piroschka van de Wouw/Reuters]

Tuttavia, ciò è stato respinto dalla corte d’appello, secondo la quale le preoccupazioni politiche ed economiche non prevalgono sull’evidente rischio di violazione delle leggi di guerra.

La corte d’appello ha invece ordinato al governo di bloccare entro sette giorni tutte le esportazioni di parti di aerei da caccia verso Israele.

“È innegabile che esiste un chiaro rischio che le parti dell’F-35 esportate vengano utilizzate in gravi violazioni del diritto umanitario internazionale”, ha affermato il giudice Bas Boele nella sentenza, suscitando gli applausi di diverse persone in aula.

Israele ha ripetutamente negato le accuse di aver commesso crimini di guerra durante la sua operazione militare nell’enclave. Tuttavia, a gennaio la Corte internazionale di giustizia ha invitato Israele a vigilare contro qualsiasi attività nell’enclave che potrebbe costituire un genocidio.

Lunedì il Ministero della Sanità della Striscia di Gaza governata da Hamas ha dichiarato che almeno 28.340 persone sono state uccise nel territorio assediato durante la guerra, di cui 164 nelle ultime 24 ore.

Un totale di 67.984 persone sono state ferite dall’inizio delle ostilità il 7 ottobre, dopo che Hamas ha ucciso circa 1.100 persone e ne ha fatte prigioniere circa 240 in un attacco contro Israele.

Le autorità olandesi hanno affermato l’anno scorso che non era chiaro se avessero il potere di intervenire nelle consegne.

I Paesi Bassi ospitano uno dei numerosi magazzini regionali da cui, su richiesta, vengono distribuiti ai paesi i componenti degli aerei fabbricati negli Stati Uniti. La struttura olandese ha fornito a Israele almeno un carico dall’inizio della guerra.

Gli avvocati del governo hanno anche sostenuto che Israele avrebbe potuto facilmente procurarsi parti per i suoi F-35 altrove se la struttura olandese non le avesse fornite.

La sentenza del tribunale che ordina al governo di fermare le esportazioni può essere impugnata dalle autorità olandesi.