Il gruppo oscuro afferma di aver attaccato la troupe commedia brasiliana di "gay Jesus"; la polizia indaga

0
59

RIO DE JANEIRO – Un attacco con bomba a fuoco della vigilia di Natale agli uffici di una troupe commedia che ha prodotto uno speciale di Netflix "Gesù gay" è stato indagato come un tentativo di omicidio, ha detto la polizia giovedì, un giorno dopo che un gruppo oscuro ha rivendicato la responsabilità in un video che includeva una dichiarazione religiosa di estrema destra.

Un gruppo che si identifica come "Comando di insurrezione nazionalista popolare della grande famiglia integralista brasiliana" ha detto in un video diffuso sui social media nel tardo giorno di Natale che ha effettuato l'attacco al quartier generale del gruppo comico Porta dos Fundos a Rio de Janeiro. Gli uomini nel video indossavano maschere e il gruppo non elenca le identità di alcun leader o membro.

Il video mostrava uomini mascherati che lanciavano cocktail Molotov e leggevano una dichiarazione contro la commedia di 46 minuti pubblicata da Netflix tre settimane fa.

Intitolato "La prima tentazione di Cristo", il programma raffigura Gesù come un giovane che porta a casa un fidanzato per incontrare la Sacra Famiglia. Circa 2 milioni di persone hanno presentato una petizione al servizio di streaming per rimuovere lo spettacolo, dicendo che ha offeso i cristiani.

La polizia di stato ha detto a una conferenza stampa a Rio di aver verificato i contenuti del video che mostrava tre uomini in maschere da sci che accendevano cocktail Molotov e li lanciavano in un ufficio con facciata in vetro che è la sede di Porta dos Fundos.

Nessuno è rimasto ferito nell'incidente e una guardia di sicurezza ha spento l'incendio, secondo una dichiarazione rilasciata da Porta dos Fundos.

La polizia di Rio ha dichiarato che l'incidente era sotto inchiesta per tentato omicidio e per provocare un'esplosione. Dissero che al momento non lo consideravano un attacco terroristico, sebbene una tale classificazione non fosse stata scartata.

La polizia ha affermato che un gruppo con un nome e un simbolo simili, il Fronte Integralista brasiliano, aveva negato qualsiasi collegamento al video, quindi gli investigatori non erano sicuri che gli aggressori facessero parte del gruppo di estrema destra a cui affermavano di appartenere.

La polizia ha immagini di quattro uomini coinvolti nell'attacco, ma non conosce la propria identità. Le autorità hanno affermato di aver formato una task force per risolvere la questione il più rapidamente possibile prima che il gruppo possa agire di nuovo.

Il video che rivendica la responsabilità mostra tre uomini in maschere da sci nere e tute verde scuro che leggono una dichiarazione davanti a una bandiera con la lettera greca Sigma, il simbolo del movimento integralista brasiliano degli anni '30, ispirato al fascismo europeo. C'era anche una bandiera imperiale del Brasile, il simbolo nazionale sotto l'ex monarchia del Brasile, ma non utilizzata dal 1800.

L'affermazione, letta con voce alterata dal suono, critica la commedia come "blasfemia" perpetrata dai marxisti di sinistra che cercano di indebolire e dividere il paese e critica Netflix per aver trasmesso lo speciale.

Netflix non ha risposto a una richiesta di commento sul video rivendicando la responsabilità dell'attacco.

Il movimento integralista del Brasile degli anni '30 ha sottolineato il cristianesimo, i valori familiari tradizionali e la politica autoritaria e ha cercato di sopprimere le differenze nella società.

Il Brasile ospita la più grande popolazione cattolica del mondo. C'è anche una comunità cristiana evangelica in rapida crescita che sostiene il governo di destra del presidente Jair Bolsonaro, che una volta disse che avrebbe preferito avere un figlio morto piuttosto che un figlio gay.

Chiesto di rispondere al video che rivendica la responsabilità, Porta dos Fundos ha ripetuto una precedente dichiarazione che sperava che gli autori fossero catturati e puniti e che il Brasile "sopravvivrebbe a questa tempesta di odio".

Juliano Medeiros, leader del partito PSOL dell'opposizione, ha esortato a consegnare i responsabili alla giustizia.

"Se le autorità non forniranno una risposta rapida e feroce contro questo tipo di atti, il Brasile potrebbe diventare uno stato di violenza ancora maggiore", ha dichiarato Medeiros su Twitter.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here