Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Il diabete di tipo 2 è una disabilità?

Il diabete di tipo 2 è una disabilità?

0
76

Molte persone con diabete di tipo 2 non si identificano come disabili, ma la condizione è una disabilità protetta dalla legge federale. Hai alcune protezioni sul lavoro e nei luoghi pubblici se vivi con il diabete di tipo 2.

Se vivi con il diabete di tipo 2, sai che richiede particolare attenzione al cibo che mangi, al modo in cui ti muovi e ai farmaci che potresti assumere per gestire i livelli di zucchero nel sangue.

Mentre il diabete di tipo 2 è considerato a malattia metabolica cronicamolte persone non sono sicure che sia classificata come una vera disabilità che garantisce protezione ai sensi della legge federale.

Il diabete è considerato una disabilità?

Indipendentemente dal fatto che ti identifichi personalmente come disabile, tutti i tipi di diabete, compreso il diabete di tipo 2, sono considerati una disabilità ai sensi della legge federale.

Il diabete di tipo 2 è considerato una disabilità perché la funzione endocrina è fondamentale per la vita umana. Tutti gli esseri umani hanno bisogno dell’insulina per funzionare e vivere, indipendentemente dal fatto che i loro corpi la producano in modo indipendente o meno.

Poiché è necessario gestire i livelli di zucchero nel sangue (e, di conseguenza, il sistema endocrino), la condizione è considerata una disabilità, indipendentemente dalla capacità di gestirla. È considerata una disabilità anche se non prendi insulina per gestire il diabete di tipo 2. Solo la diagnosi ti protegge secondo la legge federale.

Leggi come la sezione 504 del Rehabilitation Act del 1973 e l’Americans with Disabilities Act definiscono il diabete come una disabilità perché altera e limita il sistema e la funzione endocrino (pancreas) del corpo.

Queste leggi proteggono le persone negli ambienti scolastici e lavorativi. Le leggi proteggono le persone dalla discriminazione e consentono soluzioni ragionevoli per gestire il diabete quando e dove necessario per mantenere i livelli di zucchero nel sangue e rimanere in salute.

Con queste protezioni, non ti può essere chiesto di assumere insulina o un altro farmaco per il diabete in privato, non ti può essere negato il cibo per trattare i bassi livelli di zucchero nel sangue e puoi testare il livello di zucchero nel sangue ovunque sia necessario per per rimanere in salute, tra le altre protezioni.

Informazioni sulla legge sugli americani con disabilità

L’Americans with Disabilities Act è diventato legge negli Stati Uniti nel 1990.

Questa legge vieta la discriminazione contro le persone con disabilità negli spazi pubblici, compresi i luoghi di istruzione e di lavoro. È stata la prima legge a garantire l’utilizzo di “accomodamenti ragionevoli” per le persone con disabilità.

Per il diabete, soluzioni ragionevoli possono includere portare cibo con sé al lavoro per trattare i bassi livelli di zucchero nel sangue, poter prendere più giorni di malattia a scuola senza penalità, la possibilità di testare il livello di zucchero nel sangue e assumere insulina alla scrivania al lavoro o a scuola, e altro ancora.

È stato utile?

Le persone con diabete di tipo 1 sono considerate disabili?

Tutti i tipi di diabete, compreso il diabete di tipo 1, sono considerati disabilità ai sensi della legge federale.

Anche se hai buoni livelli di zucchero nel sangue e un basso A1C, se hai il diabete di tipo 1, sei comunque protetto dalla legge federale perché il tuo pancreas non produce insulina da solo.

Gestire lo stigma del diabete

Le persone con diabete, in particolare il diabete di tipo 2, devono affrontare molti stigma. Lo stigma influenza le loro vite in molti modi e può anche contribuire al modo in cui gestiscono la loro condizione.

A volte le persone non si identificano come “disabili” per evitare lo stigma spesso associato all’etichetta, ma le persone con diabete potrebbero voler riconoscere le tutele legali e le agevolazioni previste dalla legge federale disponibili se ne avessero bisogno.

Quali prestazioni di invalidità puoi ottenere a causa del diabete?

Di solito non è possibile ottenere benefici per la disabilità semplicemente avendo il diabete di tipo 2.

Se riscontri complicazioni gravi (che secondo il medico dureranno più di 1 anno o saranno permanenti) a causa del diabete e di conseguenza non sei in grado di lavorare, potresti avere accesso alle prestazioni di invalidità.

Le prestazioni di invalidità a cui potresti avere diritto sono l’assicurazione per l’invalidità della previdenza sociale (SSDI) o il reddito di sicurezza supplementare (SSI).

Una volta che avrai diritto ai benefici, continuerai a riceverli finché non sarai in grado di lavorare. La Social Security Administration (SSA) può effettuare controlli periodici per verificare l’idoneità ai benefici in corso.

Come funziona quando si fa domanda per un lavoro?

Non devi dire al tuo datore di lavoro che hai il diabete quando fai domanda per un lavoro. Sei protetto contro la discriminazione sia che dichiari di avere il diabete prima o dopo il processo di assunzione.

Alcuni lavori possono richiedere una visita medica dopo la concessione di un’offerta di lavoro contingente. Alcuni lavori, come autisti di autobus scolastici, piloti e operatori di macchine pesanti, potrebbero dover superare esami della vista e dell’udito.

Questi tipi di esami vengono forniti a tutti i richiedenti, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno il diabete. Se si decide che non è possibile completare un lavoro in sicurezza, l’offerta di lavoro iniziale potrebbe essere ritirata legalmente.

È possibile ottenere un credito d’imposta per chi convive con il diabete?

Sì, puoi ottenere un credito d’imposta. L’Internal Revenue Service (IRS) ti consente di richiedere una detrazione fiscale per le numerose spese mediche comuni che potresti aver pagato per diagnosticare, monitorare o curare il diabete di tipo 2.

Le spese mediche non rimborsate che possono beneficiare di una detrazione fiscale possono includere:

  • farmaci da prescrizione per il diabete, come metformina o insulina
  • apparecchiature mediche durevoli, come:
    • siringhe da insulina
    • forniture per microinfusore per insulina
    • forniture per il monitoraggio continuo del glucosio
  • spese relative a visite ospedaliere o ambulatoriali
  • programmi di trattamento del diabete, come:
    • terapia medica nutrizionale
    • educazione e supporto all’autogestione del diabete
    • il Programma Nazionale di Prevenzione del Diabete
  • chilometraggio da e per le visite dal medico

Per usufruire dei crediti d’imposta è necessario dettagliare le detrazioni per riscuotere le spese. Solo una parte di tutti i costi sarà deducibile.

Queste spese sono deducibili solo se l’importo totale supera il 7,5% del reddito lordo rettificato.

Che tu ti identifichi o meno come disabile, il diabete di tipo 2 è considerato una disabilità protetta dalla legge federale. Queste protezioni vietano la discriminazione basata sul diabete a scuola, al lavoro e negli spazi pubblici.

Le tutele consentono anche “accomodamenti ragionevoli”, in modo da poter gestire adeguatamente il diabete senza timore di perdere il lavoro.

Le persone con diabete possono detrarre molte spese legate al diabete dalle tasse. Se non sei in grado di lavorare a causa di gravi complicazioni dovute al diabete, potresti avere diritto ai benefici governativi per l’invalidità.